Mostre » Bruno Gambone. Sculture

Bruno Gambone. Sculture

Alla galleria Il Ponte di Firenze la mostra di uno dei più grandi ceramisti contemporanei

a cura di Redazione, il 23/12/2007

Con questa raffinata piccola esposizione dedicata alle sculture di Bruno Gambone, la galleria Il Ponte prosegue il percorso dal titolo “Close Up”, che continuerà ad articolarsi in parallelo alla consueta attività espositiva (attualmente rappresentata dalla mostra “Paolo Scheggi, ferri - tele - carte. Una retrospettiva 1957-1971”, fino al 19 gennaio) nello spazio-lounge del piano terreno.

Esposte otto preziose opere dalle più varie morfologie, realizzate soprattutto in grés

Di Bruno Gambone, uno tra i maggiori ceramisti contemporanei, la mostra presenta fino al 19 gennaio otto opere datate dagli anni Ottanta ai primi del Duemila. Si tratta di lavori dalle più varie morfologie, rigorose o irregolari, eseguite primariamente in grés - per lo più grezzo e con pochissimi inserti di colori, tenui e naturali - dove la tecnica preziosa si sposa con l'immaginario dell'artista che non rimanda a miti ma «ha a che fare con lo stato delle cose», rinnovando una forte relazione tra forma e contenuto, tra ideazione ed esecuzione.

Una serie di lavori dove la continua ricerca nei materiali, nelle decorazioni e nelle sagome sottintende un costante processo di sperimentazioni che caratterizza tutto l'operato artistico di Gambone che si distingue per un codice stilistico del tutto personale col quale proprio dalla potenzialità della materia estrae versatili invenzioni formali.

Attraverso l’uso di una materia arcaica, la ricerca di un linguaggio legato al presente

L’argilla mantiene gli aspetti originari della terra: rudezza e scabrosità delle superfici, forme imperfette e durezze arcaiche, riduzione del colore a poche tonalità ad essa legate, rarefazione del segno inciso, scavato come un solco. Il tutto di una semplicità toccante, come può esserlo solo una forma primitiva nella sua acerba freschezza.

In Gambone niente di acerbo, ma nonostante la sua maestria, egli ha avuto la forza e la capacità di allontanarsi da un mondo così ricco, articolato, intriso di esiti raffinatissimi e dalla sua tradizione, per cercarvi un linguaggio proprio, coincidente con il presente.

Da questa materia ricava un’energia primordiale, che si tende in forme essenziali, si racchiude in scarti di volumi inattesi e si rivela attraverso inserzioni assolutamente violente o delicatamente plasmate.

La materia resa così vibratile e privata di qualunque orpello, è restituita alla tangibilità propria dell’argilla stessa. Gambone ne ricerca l’intima essenza, la valenza intrinseca viene riportata così alla luce verso un’originaria concretezza.

    Scheda Tecnica

  • “BRUNO GAMBONE. Sculture”
    fino al 19 gennaio 2008
  • Galleria Il Ponte arte moderna e contemporanea
    Firenze, via di Mezzo 42/b
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 16-19.30; chiuso lunedì e festivi
  • Info:
    Tel. e Fax (+39) 055 240617
    Galleria Il Ponte

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader