Special » Terzo Paradiso: il progetto nelle parole di Pistoletto

Terzo Paradiso: il progetto nelle parole di Pistoletto

«Un messaggio per dare senso e forza al concetto di trasformazione sociale responsabile»

a cura di Redazione, il 17/11/2007

«Ho tracciato sulla sabbia il nuovo segno d'infinito che sostituisce il simbolo tradizionale formato da una linea continua che si interseca descrivendo due anse. Il nuovo segno incrocia la linea due volte formando non più soltanto due ma tre cerchi. Quello centrale descrive un ventre gravido, prodotto dall'accoppiamento dei due cerchi che costituivano il vecchio simbolo. Questo ventre rappresenta la generazione del Terzo Paradiso.

Cos'è il Terzo Paradiso? È l'accoppiamento fertile tra il primo e il secondo paradiso. Il primo è il Paradiso Terrestre, che precede il morso della mela. È il paradiso naturale dove tutto è regolato dall'intelligenza della natura. Il secondo è il Paradiso Artificiale, quello sviluppato dall'intelligenza umana attraverso un processo lentissimo che ha raggiunto nel corso degli ultimi due secoli una dimensione sempre più vasta ed esclusiva.

Questo paradiso è fatto di bisogni artificiali, di comodità artificiali, di piaceri artificiali e di ogni altro genere di artificio. Si è formato un vero e proprio mondo artificiale che continua a crescere deteriorando e inquinando in modo sempre più drastico il pianeta naturale. Il pericolo di una sempre più imminente tragica collisione fra queste due sfere è ormai annunciato in ogni modo.

Ed è per evitare di proseguire verso questo catastrofico avvenimento che si deve concepire il progetto globale che chiamo Terzo Paradiso. (...) Il riferimento biblico non ha finalità religiose ma è assunto come messaggio per dare senso e forza al concetto di trasformazione sociale responsabile e motivare un grande ideale che unisce in un solo impegno l'arte, la scienza, l'economia, la spiritualità e la politica».

(testo scritto di Michelangelo Pistoletto)

I testi critici nel catalogo pubblicato dal National Centre for Contemporary Arts

Per chi fosse interessato ad altre letture critiche del progetto Terzo Paradiso, ricordiamo che la mostra che inaugura il 19 novembre al National Centre for Contemporary Arts di Mosca sarà accompagnata da un catalogo curato da Irina Gorlova, con testi di Leonid Bazhanov, Achille Bonito Oliva, Angelo Capasso, Margherita Hack, Boris Yuhananov, Alberto Di Mauro, Viktor Misiano, Gianna Nannini, Vitali Patsukov, Elena Petrovskaja, Bruno Racine.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 17/11/2007

Il Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto e Gianna Nannini

Michelangelo Pistoletto e Gianna Nannini, due dei principali protagonisti della cultura italiana e internazionale, sono coinvolti in “Il Terzo Paradiso” una installazione/evento che sarà ospitata dal National Centre for Contemporary Arts di Mosca, a partire da lunedì 19 novembre....

di Valentina Redditi, il 01/02/2007

Michelangelo Pistoletto e la dimensione etica dell’arte

Il prestigioso Wolf Prize per le Arti 2006-2007 è solo il più recente fra i numerosi riconoscimenti tributati negli anni a Michelangelo Pistoletto, una delle maggiori personalità in campo artistico a livello mondiale. ...

a cura di Redazione, il 28/01/2007

A Michelangelo Pistoletto il Premio Wolf per le arti 2006-2007

Il prestigioso Premio Wolf (Wolf Prize) per le Arti 2006-2007 è stato assegnato a Michelangelo Pistoletto, il quale lo riceverà nel corso di una cerimonia ufficiale in programma a Gerusalemme il prossimo 13 maggio, presso la sede del Parlamento Israeliano e alla presenza del Presidente Moshe K...