Eventi » Sistemi Emotivi, artisti contemporanei tra emozione e ragione

Sistemi Emotivi, artisti contemporanei tra emozione e ragione

Da Bill Viola a Antonella Anedda per inaugurare il Centro di Cultura Contemporanea Strozzina di Firenze

a cura di Redazione, il 20/11/2007

Dal 30 novembre l’appuntamento espositivo “Sistemi Emotivi, artisti contemporanei tra emozione e ragione” inaugura il CCCS – Centro di Cultura Contemporanea Strozzina – Fondazione Palazzo Strozzi, uno spazio dedicato al confronto tra i differenti approcci e le diverse pratiche che caratterizzano la produzione artistica e culturale di questi anni.

Grandi nomi negli artisti invitati

Gli artisti invitati per questo primo appuntamento sono: Bill Viola (USA), William Kentridge (Sud Africa), Yves Netzhammer (Svizzera), Katharina Grosse (Germania), Christian Nold (Inghilterra), Maurice Benayoun (Francia), Teresa Margolles (Messico), Andrea Ferrara alias Ongakuaw (Italia) e i poeti Elisa Biagini, Antonella Anedda e Valerio Magrelli.

La scelta degli artisti segue una logica di multidisciplinarietà e di coinvolgimento interattivo con il pubblico dove l’empatia, ovvero la capacità di comprendere quello che un’altra persona sta provando, gioca un ruolo importante. I fruitori, infatti, verranno coinvolti a livello sensoriale, cognitivo ed emotivo tra installazioni multimediali, video, animazioni digitali, pittura monumentale e altre suggestioni visive, uditive e corporee.

Le tre fasi della mostra

La mostra si sviluppa su tre fasi ben distinte ma complementari: un’esposizione, una pubblicazione e un programma di lectures che indagheranno la tematica delle emozioni, proponendo una rilettura della correlazione tra artista contemporaneo, opera d’arte e fruitore, alla luce delle più recenti scoperte neuroscientifiche sul cervello umano e sui suoi effetti sulla sfera emotiva.

Bill Viola, Observance, 2002, Video Istallazione, 120,7 x 72,4 x 10,2 cm, Video ad alta definizione su plasma montato a parete, credit Kira Perov

La mostra, curata da Franziska Nori e Martin Steinhoff, rappresenta l’evento centrale di Sistemi Emotivi. Il percorso espositivo raccoglierà opere di artisti contemporanei che, consapevolmente o meno, si relazionano con la prassi corporea e sensoriale, ma anche razionale e cognitiva, implicata nell’esperienza dell’emozione, sia nel senso della produzione che in quello della fruizione.

Per tutte la durata della mostra, il percorso sarà integrato da un programma educativo di mediazione, curato e guidato da Barbara Campaner, tramite il quale i visitatori potranno interagire con le diverse opere e sperimentare i temi proposti dalla mostra.

Un catalogo ricco di interventi importanti

La pubblicazione/catalogo della mostra, in italiano e inglese, (Silvana Editoriale), contiene, oltre ai contributi teorici dei due curatori, Franziska Nori e Martin Steinhoff, testi originali o estratti da pubblicazioni specialistiche di autori internazionali: neurologi e neuroscienziati quali Antonio Damasio e Joseph LeDoux, filosofi e antropologi come Ronald De Sousa, Peter Goldie, Martha Nussbaum, William Reddy e uno storico dell’arte come David Freedberg. Il tema comune e di confronto interdisciplinare è quello della razionalità delle emozioni e delle “relazioni- per usare le parole di Freedberg- tra gli aspetti formali di un’immagine e le risposte emotive” del fruitore.

Le lectures

Le lectures rappresentano un’ulteriore approfondimento del tema da un punto di vista multidisciplinare e scientifico, attraverso l’incontro diretto con studiosi ed esperti, esclusivamente italiani, di diversi ambiti disciplinari. Il giovedì sera sarà dedicato agli psicologi, filosofi e antropologi che presenteranno le loro teorie; il venerdì alla lettura poetica e alla performance musicale. Tra gli studiosi coinvolti: Giovanni Lucignani, Andrea Pinotti, Emilia Barile, Luigi Pagliarini e tra i poeti Elisa Biagini e Valerio Magrelli.

Scheda Tecnica

  • “Sistemi Emotivi, artisti contemporanei tra emozione e ragione”
    dal 30 novembre 2007 al 3 febbraio 2008
  • Curatori:
    Franziska Nori, Martin Steinhoff
  • CCCS - Centro di Cultura Contemporanea Strozzina
    Firenze, Palazzo Strozzi
  • Orario di apertura:
    Tutti i giorni, ore 11–20.30; lun chiuso
  • Biglietti:
    Unico € 5; multiuso € 7 (5 ingressi in 1 mese, comprese lectures); scuole unico € 4
  • Catalogo:
    Silvana Editoriale
  • Info:
    Fondazione Palazzo Strozzi
    info@strozzina.org
    Strozzina
    Palazzo Strozzi

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 20/11/2007

Nasce la Strozzina, luogo per la cultura contemporanea

Il 29 Novembre 2007 la Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze inaugura il nuovo CCCS - Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, uno spazio dedicato al confronto tra i differenti approcci e le diverse pratiche che caratterizzano la produzione artistica e culturale della contemporaneità. ...