Mostre » Parola immagine musica. Le collaborazioni artistiche di Edoardo Sanguineti

Parola immagine musica. Le collaborazioni artistiche di Edoardo Sanguineti

a cura di Redazione, il 03/11/2006

Pittura, scultura e musica si intersecano con la letteratura nel percorso creativo del poeta Edoardo Sanguineti, figura di spicco del secondo Novecento italiano, capace di intrecciare fertili rapporti creativi con molti grandi artisti quali Tommaso Cascella, Luciano Berio, Enrico Baj, Ugo Nespolo, Carol Rama, e ancora Lucio Del Pezzo, Giuseppe Maraniello, Valeriano Trubbiani. Alle numerose opere nate da queste collaborazioni, la Fondazione Balestra di Longiano (Forlì-Cesena) dedica una mostra intitolata “Edoardo Sanguineti, parola immagine musica”, che inaugura sabato 4 novembre nelle sale del locale Castello Malatestiano. L’esposizione, curata da Flaminio Balestra, Massimo Balestra ed Egidio Fiorin, viene presentata in collaborazione con Colophonarte di Belluno, la Città di Longiano e il Teatro Comunale “E. Petrella”. Il pubblico potrà ripercorrere l’intera opera edita di Sanguineti con una particolare attenzione ai “Libri d’artista”, e una selezione di dipinti, incisioni, sculture degli artisti con cui ha condiviso progetti creativi. Fra gli appuntamenti in calendario durante il periodo espositivo, è previsto un incontro aperto al pubblico con visita alla mostra in presenza di Edoardo Sanguineti, sabato 25 novembre. Per l’occasione, il poeta presenterà insieme all’editore Egidio Fiorin il libro d’arte “Enneade”, da lui realizzato insieme allo scultore Giuseppe Maraniello (Edizioni Colophon, Belluno 2006).
Nella stessa giornata, alle ore 21, presso il Teatro Comunale “E. Petrella” di Longiano il poeta sarà protagonista, insieme al maestro Stefano Scodanibbio, delle rappresentazioni “Postkarten” (1997) e “Alfabeto apocalittico” (2001) grazie alla volontà del Comune di Longiano che, in questa occasione, intende anticipare una rassegna dedicata alla poesia in programma nel teatro longianese dal 21 al 25 marzo 2007. Organizzatrice della mostra sulle opere nate dalla collaborazione tra Sanguineti e gli altri grandi artisti citati, è – come detto – la Fondazione “Tito Balestra”. L’istituto rivolge da sempre uno sguardo attento ai rapporti che intercorrono fra le diverse arti ed espressioni della creatività umana: nata dalla collezione di opere raccolte da un poeta, dalle scelte e dalle frequentazioni che Tito Balestra visse durante la sua vita fortemente innervata sul suo indiscusso amore per la poesia, la Fondazione è dunque per sua natura improntata e orientata verso l’intreccio delle arti, verso la loro reciproca valorizzazione. Da questa considerazione emerge il suo ruolo particolarmente adatto ad ospitare una mostra che lega insieme, appunto, parola immagine e musica.

Scheda tecnica

“Edoardo Sanguineti, parola immagine musica”
dal 5 novembre dal 10 dicembre 2006
Inaugurazione: sabato 4 novembre, ore 17.30

Curatori:
Flaminio Balestra, Massimo Balestra, Egidio Fiorin

Fondazione Tito Balestra
Galleria d’arte moderna e contemporanea
Longiano (FC), Castello Malatestiano - Piazza Malatestiana 1

Orario di apertura:
mar-dom e festivi, ore 10-12 e 15-19; lun chiuso.

Biglietti:
Intero € 3; ridotto € 2

Info:
Tel (+39) 0547 665850 – 665420; Fax (+39) 0547 667007
info@fondazionetitobalestra.org
Fondazione Tito Balestra

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader