Mostre » VIRGILIO GUIDI

Virgilio Guidi. Baronessa

VIRGILIO GUIDI

In una grande rassegna a Vittorio Veneto, 'La luce di Guidi, fra spazi e linguaggi nuovi - 1945/1995. Cinquant’anni di grande pittura a Venezia'

a cura di Giovanni Cozzarizza, il 10/03/2016

I giorni scorsi è stata inaugurata nell’importante sede di Palazzo Todesco di Vittorio Veneto, la preziosa mostra in omaggio al grande maestro del colore Virgilio Guidi, che rimarrà aperta fino al prossimo 25 aprile. Guidi (Roma 1891-Venezia 1984), è stato un artista straordinario che ha percorso trasversalmente e quasi per intero il ‘900, è stato ed è considerato universalmente il maestro della Luce: una luce mentale, naturale e soprannaturale. Dieci partecipazioni alla Biennale, tre volte con sala personale.

Guidi accostato ad altri grandi pittori della luce veneziana

L’evento fornirà l’occasione per ammirare, oltre all’opera del grande maestro veneziano, anche i lavori di altri artisti come Bacci, De Luigi, Finzi, Licata, Morandis, Santomaso, Tancredi, Vedova, Vianello e Gaspari, pittori che non solo hanno fortemente caratterizzato la cultura veneziana dopo il secondo conflitto mondiale, ma che con le loro ricerche ed esiti hanno raggiunto notorietà e considerazione internazionale, rendendo davvero Venezia, assieme a Parigi, la capitale dell’arte europea, in quel reinterpretare in chiave luministica, atmosferica, spaziale, ma anche emozionale, le più significative proposte delle avanguardie.

Virgilio Guidi, il capostipite

Egli è dunque riconosciuto come il maestro assoluto della “Luce”, anche se aderisce - per convergenza d’intenti teorici - al movimento Spazialista di Lucio Fontana, elaborando però una visione tutta basata sulla simbologia cosmica delle Luce, espressa attraverso un’astrazione di singolare liricità. E’ stato il pedagogo di una luce mentale, naturale e quasi soprannaturale. Uno sperimentatore che ha elaborato, però, una visione tutta basata sulla simbologia cosmica delle Luce stessa, espressa attraverso un’astrazione di singolare liricità, ed ha sviluppato il concetto di una luce che sembra proiettarsi da una dimensione interiore ad una dimensione sempre più alta, spirituale. Insomma: la luce come la definiva lui stesso: “La luce zenitale che deve colmare lo spazio e costruire la forma”.

Virgilio Guidi

Cinquanta opere per raccontare cinquant’anni di pittura

Le opere esposte consentiranno al visitatore di ripercorrere oltre cinquant’anni di pittura nella città lagunare, dalla fine della guerra all’ultimo scorcio del secolo passato, attraverso una rassegna di particolare valenza culturale ed allo stesso tempo di forte suggestione. Il percorso espositivo, riconosciuto nel titolo, sarà però anticipato da una selezione di opere di Guidi, che partendo dalle prime ricerche sulla luce degli anni dieci, lo vedono nei decenni successivi trasformare o addirittura anticipare in maniera stupefacente alcuni dei movimenti più significativi dell’arte italiana come “ il Novecento", “il realismo magico”, “valori plastici”, quindi “lo spazialismo”, e perfino la cultura pop.

Rarissimi capolavori anche degli anni 14/15, fino alle opere dei grandi “cicli”

Un nucleo di una quindicina di dipinti, rarissimi e ancor più preziosi - dal 1914 al 1944 - condurranno invece lo spettatore a scoprire il geniale Guidi degli esordi e del dopoguerra, il Guidi delle “figure che si levano”, delle “marine zenitali”, delle “punte della dogana”, delle “isole di San Giorgio”, dei “cieli antichi”, dei “tumulti”, del grande “ciclo dei bianchi”. Fino alle opere dei cicli più recenti.

Scheda Tecnica

  • La luce di Guidi, fra spazi e linguaggi nuovi - 1945/1995. Cinquant’anni di grande pittura a Venezia
    fino al 25 aprile 2016
  • Curatori:
    Giovanni Granzotto, Dino Marangon
  • Palazzo Todesco
    Vittorio Veneto (TV)
  • Mostra Ideata e organizzata da:
    Duilio Dal Fabbro in collaborazione con lo Studio d’Arte G.R. di Sacile
  • Orario di apertura:
    mar-dom, ore 13-19.30; lun chiuso
    Sarà possibile visitare l’esposizione anche in orari serali e con visite guidate
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Catalogo:
    De Bastiani Editore
  • Sponsor:
    principale Gruppo Euromobil, Falzè di Piave
  • Info:
    studio_gierre@libero.it
    info@comune.vittorio-veneto.tv.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader