Zoom » Giuseppe Lo Schiavo

Giuseppe Lo Schiavo. Andy Warhol, serie Art Currency

Giuseppe Lo Schiavo

Tre progetti fotografici del giovane artista calabrese

a cura di Valentina Redditi, il 10/10/2014

“Beyond Reality. Beyond Photography”, questo il titolo dell’ultima personale dell’artista Giuseppe Lo Schiavo (Vibo Valentia, 1986, vive e lavora a Londra) in programma fino al 10 novembre 2014 alla Burning Giraffe Art Gallery di Torino.

Il riferimento alla storia dell’arte

La mostra è il secondo appuntamento del nuovo spazio espositivo torinese di Via Eusebio Bava 8/a e prosegue nel suo intento di promuovere i giovani artisti emergenti, presentando tre progetti fotografici, realizzati da Lo Schiavo, accomunati da un chiaro riferimento alla storia dell’arte e, in particolare, ad alcuni suoi periodi fondamentali in ambito pittorico, oltre che dal desiderio dell’artista di sviluppare un discorso creativo che vada oltre il medium espressivo utilizzato: la fotografia.

'Ad Vivum'

La serie ‘Ad Vivum’ è stata ideata come un viaggio senza limiti spazio-temporali; un ponte che collega i maestri della pittura fiamminga (Vermeer, Jan ven Eyck, Robert Campin, oltre a Tiziano e Antonello da Messina) con la fotografia digitale; un amalgama dell’estetica classica e di modalità espressive tipicamente contemporanee. Nelle immagini convivono luci calde e fredde diffuse e distribuite sui soggetti, come nei ritratti fiamminghi. Sculture di ombre dolci, soggetti immobili, silenziosi e lisci come il marmo.

Giuseppe Lo Schiavo. The Twins, serie Ad Vivum

'Levitation'

Le opere della serie ‘Levitation’ sono caratterizzate da una composizione illusoria che trae ispirazione dalla lezione del maestro surrealista Renè Magritte. Le fotografie che la compongono non riproducono la realtà, ma illustrano un universo immaginario, frutto delle infinite potenzialità dello strato subconscio della mente. L’uso del bianco e nero funge da ponte tra il passato pittorico e il presente fotografico, dando vita a un ipotetico scenario futuro dai tratti illusori.

'Art Currency'

La terza serie fotografica, che è stata presentata in anteprima assoluta in occasione della mostra presso Burning Giraffe Art Gallery, s’intitola ‘Art Currency’ e si sviluppa come una provocatoria collezione di ritratti di grandi protagonisti della scena artistica mondiale (da Andy Warhol a Jeff Koons), che trovano il loro supporto ideale in un “letto” di reali banconote giustapposte.

Giuseppe Lo Schiavo

Giuseppe Lo Schiavo (Vibo Valentia, 1986, vive e lavora a Londra), laureato in Architettura all’Università La Sapienza di Roma, è specializzato in Architectural 3d Visualization. L’unione tra la moderna computer grafica e la fotografia ha reso possibile la realizzazione delle sue sperimentazioni. Per l’artista la macchina fotografica è il braccio del pittore, prima che del fotografo, pronto a dare forma al suo immaginario, nel tentativo di svincolare il mezzo fotografico dalla realtà. I lavori di Giuseppe Lo Schiavo sono stati scelti per numerose mostre in musei e gallerie a livello internazionale, tra cui: la Saatchi Gallery di Londra, l’Aperture Foundation di New York, il MACA (Museo Arte Contemporanea Acri) Cosenza, La Mixer Gallery di Istanbul e in altre gallerie a Roma e Monaco di Baviera.

A dicembre la mostra si sposterà a Monaco di Baviera

La mostra "Beyond Reality. Beyond Photography" avrà una seconda tappa, presso la Galerie für Fotografie der Gegenwart “Ingo Seufert” di Monaco di Baviera che potrà essere visitata fino al 20 gennaio 2015,.

Didascalie delle immagini visibili dalla homepage:
- Giuseppe Lo Schiavo. Andy Warhol, serie Art Currency (particolare)
- Giuseppe Lo Schiavo, Levitazione, Colosseo (particolare)
- Giuseppe Lo Schiavo, Ad Vivum - The Sisters A (particolare)

Scheda tecnica

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader