T » Tarani, Carlo

Tarani, Carlo

a cura di Redazione, il 07/06/2006

Carlo Tarani (nato a Firenze nel 1974) si autodefinisce autodidatta, nonostante abbia conseguito nel 1993 il Diploma di Maestro d’Arte, presso l’Istituto d’Arte della sua città natale.
La sua maestria nasce e si perfeziona durante i successivi anni di studio e viaggi che lo portano tra l’altro a Berlino (1997-2000), dove lavora nello studio della coppia di artisti Matschinsky-Denninghoff. Nelle opere dei primi anni non è percepibile l’influenza né di Flaviano Poggi né di Marco Marchiani anche se sono stati, secondo l’artista, tra i più importanti insegnanti dell’Accademia Fiorentina.
Carlo Tarani si orienta invece verso i maggiori maestri di varie epoche e stili, da A. Dürer al Rinascimento Fiorentino, passando poi attraverso Daumier e Boldini, Dalì ed infine Bacon e Vostell.
Egli ne studia attentamente i contenuti e forme espressive con una meticolosa scientificità; si impadronisce velocemente di un vasto repertorio di tecniche che lo conduce ad un eclettismo attraverso i secoli, per lui comunque insoddisfacente, di conseguenza si trasferisce per tre anni nella campagna del Casentino per insegnare pittura a Pratovecchio.
Nel 2003 Tarani incontra Debora Bongianni, una psicologa che si distingue anche come poetessa e scrittrice, attraverso opere dotate di carica empatica: nasce così il Tarani Bongianni Project.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader