Mostre » Laure Catugier. Cyclorama

Laure Catugier

Laure Catugier. Cyclorama

La giovane artista francese in mostra a Berlino

a cura di Redazione, il 22/08/2013

La Paolo Erbetta Gallery presenta fino al prossimo 14 settembre 2013 la personale della giovane artista francese Laure Catugier (Tolosa, Francia 1982. Vive e lavora a Berlino) dal titolo “Cyclorama”.

Laure Catugier ha studiato in un primo momento architettura presso l’École d’Architecture de Toulouse, per poi prendere il diploma in arte presso la scuola di belle arti di Tolosa (Beaux-Arts de Toulouse), Francia. Sebbene solo di recente abbia deciso di concentrarsi su una propria ricerca artistica, il suo sguardo è già molto forte e maturo.

Cyclorama

Il titolo “Cyclorama” è preso in prestito da curiose scenografie in voga tra XVIII e XIX secolo, stanze circolari con le pareti ricoperte da vedute a 360°, le quali creavano nello spettatore l'illusione di essere circondato da un panorama. Questo concetto si presta perfettamente a rappresentare la percezione di Catugier della città, dei palazzi, dell’architettura.

Ogni finestra, porta, balcone o scorcio rappresenta l’illusione di omologazione e categorizzazione sociale, nella quale, l’artista si immagina nuove interpretazioni, ribellioni, rassegnazioni e mancanze. Ogni struttura eretta dall’uomo partecipa alla messa in scena del teatro della vita. Pulita, minimalista nella scelta di forme lineari ed essenziali, Catugier non per questo priva le sue opere di una forte carica emotiva. Finestre chiuse che segnano la volontà di ritirarsi dal mondo e di prendersi una pausa da questa rappresentazione; le serrande diventano così anche sipari, dietro i quali gli “attori” si possono riposare dal proprio ruolo. Finestre fantasma (Ghost windows), finestre che non esistono e delle quali, però, si percepisce la mancanza.

Laure Catugier

L’immaginazione come unica possibilità di fuga dalla realtà

Attraverso il linguaggio dell’architettura e del design, Catugier esplora il valore sociale e i modelli culturali insiti in ciò che ci circonda. Le sue opere sono spunto di riflessione di vite immaginate dall’artista e forse anche dallo spettatore. L’immaginazione è l’unica possibilità di fuga dalla realtà.

La ricerca dell'artista

L’artista si aggira per Berlino, e per il mondo, con la sua macchina fotografica, senza una meta, in una vera e propria Wanderung goethiana. La sua ricerca è fatta di scorci e oggetti quotidiani, che in pochi notano in quanto assorti nel proprio ruolo. L’artista ci presta però il suo sguardo, più attento, verso scenari quotidiani, spesso inosservati, che ci circondano e che parlano di noi. Esattamente con questo scopo, queste opere di Catugier non hanno mai persone come protagonisti, ma solo il loro riflesso, la loro traccia.

Scheda tecnica

  • Laure Catugier. Cyclorama
    fino al 14 settembre 2013
  • Orario di apertura:
    mar-sab, ore 12-18 e su appuntamento
  • Paolo Erbetta Gallery
    Potsdamer Str. 107 | D - 10785 Berlino
  • Info:
    Tel . fax +49 (0) 30 95 62 58 68
    info@paoloerbettagallery.com
    www.paoloerbettagallery.com
    Skype: paoloerbettagallery

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader