Cronaca » Nuova vita per il Museo di Palazzo Pretorio a Peccioli (PI)

Un particolare della mostra “Daily Golgotha”, prima tappa del ciclo di mostre “Crossing Art”, che porta la grande arte contemporanea a confronto con la collezione permanente del Museo

Nuova vita per il Museo di Palazzo Pretorio a Peccioli (PI)

Il nuovo Museo, ricco di una collezione permanente d’eccezione, ha riaperto al pubblico dopo un imponente restyling con la mostra 'Daily Golgotha'

a cura di Redazione, il 15/07/2013

Atmosfera delle grandi occasioni per l’evento inaugurale del Museo di Palazzo Pretorio, che ha riaperto i battenti lo scorso 3 luglio dopo un imponente restyling.

Le opere di “Daily Golgotha” a confronto con la collezione permanente del Museo

Grande affluenza di pubblico per “Daily Golgotha”, prima tappa del ciclo di mostre “Crossing Art”, che porta la grande arte contemporanea a confronto con la collezione permanente del Museo, che include: icone russe risalenti ai secc. XVIII-inizi XX, icone lignee provenienti dal mondo ortodosso, polittici di bronzo (tra cui spicca un rarissimo esemplare di croce battesimale risalente al XV secolo), nonché la collezione di incisioni e litografie donate da Vito Merlini: una raccolta di opere che spaziano dall’informale al figurativo, alla Metafisica.

“Daily Golgotha”, straordinaria esposizione sul tema della “Croce fino ad ottobre

“Daily Golgotha”, straordinaria esposizione sul tema della “Croce” trattato con grande coinvolgimento emotivo dall’artista Renato Meneghetti, è invece una mostra temporanea che durerà fino a ottobre: curata da Francesco Buranelli, con la regia di Alberto Bartalini, è promossa dalla Fondazione Peccioliper.

L’intensa collaborazione tra Meneghetti e Buranelli

Un’esposizione, coraggiosa e inusuale, che suggella la collaborazione tra Meneghetti e Buranelli iniziata con l’installazione “Guardare dentro per vedere oltre” realizzata a Roma nel 2012 e con la bella mostra statunitense di quest’anno “I have come to you again. Blessed John Paul II”, dedicata al pontificato di Giovanni Paolo II, che ha visto la partecipazione, oltre di Meneghetti, di molti altri e affermati artisti come Giuliano Vangi, Mimmo Paladino, Igor Mitoraj, Giuseppe Ducrot.

Prima dell’apertura dell’esposizione, il pubblico ha potuto assistere alla proiezione del docufilm di Alberto Michelini sulla vita di Giovanni Paolo II, con il commento del regista, presente per l’occasione.

Il Museo

Il Museo prende il nome proprio dall’antico Palazzo Pretorio, di epoca medievale, che si trova nella piazza principale del borgo di Peccioli: Edificio adibito allo svolgimento della pubblica amministrazione, fu prima residenza dei Consoli del Comune pisano e poi dei Podestà del Governo fiorentino.

Sulla facciata, secondo l'usanza di applicare all'esterno e all'interno delle residenze dei podestà i loro blasoni, sono inseriti venti stemmi in pietra serena, terracotta invetriata policroma e marmo. Diciannove formano una sorta di coronamento del primo piano. Entrando nell’atrio si trovano alle pareti altri stemmi podestarili dipinti. Al di sotto del pavimento sono visibili, attraverso tre aperture chiuse da vetri, gli ambienti in origine adibiti a prigione. Questi spazi oggi ospitano l’installazione di Vittorio Corsini dal titolo Fonte. Il palazzo presenta, inoltre, una corte interna di forma rettangolare nella quale sempre
Corsini ha collocato la sua opera Chiacchiere.

Un polo espositivo d’eccellenza dunque quello appena inaugurato, che ha l’ambizione di divenire un punto di riferimento culturale a livello nazionale.

Info

  • Museo di Palazzo Pretorio
    Piazza del Popolo, 5
    56037 - Peccioli (PI)
  • Orari di apertura:
    Invernale (01/11 – 31/03):
    Mercoledì 15.00 – 19.00
    Sabato, Domenica e festivi ore 10.00 – 13.00, 15.00 – 19.00
    Estivo (01/04 – 31/10):
    Mercoledì 16.00 – 20.00
    Sabato, Domenica e festivi ore 10.00 – 13.00, 16.00 – 20.00
    Chiuso nei giorni di Capodanno, Primo Maggio, Ferragosto, Natale, e durante i pomeriggi
    delle vigilie di Capodanno e Natale.
  • Informazioni:
    Tel. (+39) 0587 672877
    info@fondarte.peccioli.net
    www.fondarte.peccioli.net

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader