Mostre » Arte in Terapia, 33 diagnosi d’artista

Giancarlo Sciannella. Enea, 2011

Arte in Terapia, 33 diagnosi d’artista

Una mostra itinerante nei luoghi deputati alla battaglia contro il dolore

a cura di Redazione, il 03/07/2013

L’arte come terapia. L’arte come strumento di indagine della psiche, come luce, nei momenti più difficili dell’esistenza. L’arte contro il dolore. E’ tutto questo ma anche molto altro “Arte in Terapia, 33 diagnosi d’artista”, mostra ufficiale della 56° Edizione del Festival dei Due Mondi, costituita da un collettivo di artisti di fama internazionale e che si svolgerà a Spoleto (PG) fino al 20 luglio prossimo.
Un’esposizione itinerante che trova la sua base proprio nei luoghi deputati alla battaglia contro il dolore, ovvero i reparti di medicina e oncologia dell’ospedale San Matteo degli Infermi di Spoleto, ma anche negli alberghi più belli della città del Festival dei Due Mondi, oltre che nell’antichissima chiesa di Sant’Agata (parte del museo archeologico di Spoleto).

300 artisti contro il dolore

La mostra si svolgerà non solo all'interno degli spazi del San Matteo degli Infermi ma anche in altre location di Spoleto e dintorni. L’Albornoz Palace Hotel, già ospitante le opere di oltre 300 artisti provenienti da tutto il mondo e luogo privilegiato di esposizioni di primo livello nel panorama artistico contemporaneo sarà un altro dei siti deputati alla mostra, insieme all’Hotel dei Duchi, all’Hotel Clitunno, all’Hotel Gattapone, all’Hotel San Luca, all’Hotel Cavaliere, alla già citata Chiesa di Sant’Agata dove verranno esposte le opere d’arte della Galleria Gagliardi di San Gimignano, ma anche alla Fondazione Giulio Loreti di Campello sul Clitunno. Tantissimi gli artisti coinvolti che esporranno all'interno degli spazi dell'AlbornoZ Palace Hotel: Piero Raspi, Luca Maria Patella, Giancarlo Sciannella, Michele Ciribifera, Antonella Zazzera, Alberto Timossi, Iataru Mishiku, Enzo Lionello Natilli, Afranio Metelli, Ettore Consolazione, Teodosio Magnoni, Maria Teresa Romitelli, Gianluca Murasecchi, Franco Summa, Marco Nereo Rotelli, Roberta Ubaldi, Guy Lydster, Fausto Marchi, Paolo Massei, Massimo Diosono, Graziano Marini, Costantino Baldino, Sestilio, Burattini, Moreno Bizzarri, Sandro Sanna, Mario Boldrini.

Il curatore, Professor Alberto D’Atanasio

Curatori della mostra, il professor Alberto D’Atanasio, insegnante e docente universitario di Storia dell’arte e Nazzareno Miele, primario del reparto di Medicina intensiva del nosocomio spoletino. L'esposizione ha anche una finalità di natura benefica, in quanto alcune delle opere esposte saranno battute all'asta e i proventi devoluti alla onlus Aglaia di Spoleto, associazione impegnata nell'assistenza e cura a domicilio del malato oncologico terminale attraverso cure palliative. Tre le sezioni: opere pittoriche, istallazioni e sculture, opere multimediali e fotografiche.
Previsto un catalogo delle opere che sarà edito dalla Futura edizioni Perugia e distribuito su tutto il territorio nazionale. In esso ci saranno contributi specifici letterari di Alberto D’Atanasio, Luca Sapori, direttore sanitario del San Matteo degli Infermi, di Nazzareno Miele e testimonianze di ex ricoverati che sono esperienza di solidarietà di abnegazione e di dignità di chi fa un lavoro per amore prima che per necessità economica.

SCHEDA TECNICA

  • Arte in Terapia, 33 diagnosi d’artista
    fino al 20 Luglio 2013
  • Curatore:
    Professor Alberto D’Atanasio
  • Albornoz Palace Hotel
    Spoleto (PG), Viale Matteotti 16
  • Info:
    Tel. (+39) 0743 221221
    press@albornozpalace.com
    Albornoz Palace Hotel

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader