Mostre » Alessandra Angelini. Nelle stanze dell’immaginazione

Alessandra Angelini. Lover, 2006. Specchio in legno multilaminare lavorato a scalpello, h.cm 50

Alessandra Angelini. Nelle stanze dell’immaginazione

In mostra segni, disegni, grafiche e sculture dell'artista parmense

a cura di Redazione, il 14/05/2013

La Libreria Cardano di Pavia ospita dal 18 maggio al 9 giugno 2013 la nuova mostra di Alessandra Angelini dal titolo 'Nelle stanze dell’immaginazione'. L’esposizione, in perfetta sintonia con il luogo che l’accoglie, rimanda ad un mondo immaginario, a delle “stanze” che contengono un’infinita varietà di pensieri e di oggetti, simili e allo stesso tempo assai diversi fra loro. Proprio questo è il fil rouge seguito da Alessandra Angelini: presentare opere esteticamente lontane fra loro per tecnica e materiali, che illustrano un percorso artistico poliedrico, ricco di sperimentazione e innovazione.
L’artista non intende infatti limitarsi nella scelta delle tecniche o dei linguaggi, ma esternare la propria creatività in ogni singola opera, che è momento unico e irripetibile.

Il percorso espositivo

L'artista commenta a tale proposito: In questa mostra sono radunate opere provenienti dalle segrete e svariate ramificazioni del mio immaginario. Il filo conduttore resta l'amore per il pensiero che le produce, rivolto al colore, alle manipolazioni dei materiali, all'invenzione. Ecco che le sfaccettature dei linguaggi si materializzano nelle opere esposte, tra cui s’incontrano: la serie Petunie, xilografie di grande formato dedicate alla bellezza di questi fiori nel loro momento di maggior splendore; le stampe realizzate su matrici polimeriche Venere e Lune, le opere in legno multilaminare, materiale caro all’artista che ritroviamo negli specchi come Lover e Lovers e nelle sedie scultura, opere nelle quali l’incisività del segno riassume la forza espressiva che va oltre la simmetria, orientandosi verso un’espressività più gestuale. Non mancano, le plastiche come Sinthesys, realizzate con la tecnica della termoforatura, a materia e colore, e nella quale è di fondamentale importanza la velocità di esecuzione che determina l’opera finita. Con lo stesso procedimento sono state realizzate Aracne e Maree, gioielli-scultura in smalto a fuoco su oro e argento, creati pensando alla carica emozionale che comunica il colore unito alla manipolazione a caldo dei metalli preziosi.

Cenni biografici di Alessandra Angelini

Alessandra Angelini nasce a Parma nel 1953. Condotti gli studi classici, si diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Da qui inizia il suo percorso artistico, dettato da un’estrema curiosità che la conduce verso la sperimentazione di tecniche e di materiali. Il percorso formale intrapreso è sempre collegato all’espressione dell’interiorità, intesa come tessuto primo sul quale si costruisce il pensiero critico nei confronti del reale. L’artista si dedica a diversi linguaggi espressivi: pittura, incisione, grafica, scultura, fotografia. Di ognuno approfondisce lo studio della tecnica e le possibili associazioni, creando contaminazioni tra procedimenti e opere ibride. Ha esposto in numerose mostre personali e collettive in Italia e nel mondo e le sue opere sono presenti nelle collezioni di importanti musei nazionali e internazionali. Dal 2005 è titolare della cattedra di Grafica e Tecniche dell’Incisione all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Attualmente vive e lavora tra Milano e Pavia.

SCHEDA TECNICA

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 11/02/2013

Aureole di altre stelle

Sabato 16 febbraio la Biblioteca d'Arte dei Musei Civici di Pavia propone al pubblico la presentazione del libro d’artista “Aureole di altre stelle” con opere grafiche di Alessandra Angelini e poesie di Gilberto Isella, che è stato recentemente acquisito per le collezioni storico-artistic...

a cura di Valentina Redditi, il 11/11/2011

ROMANTICO BLU

Sarà la galleria Spazio San Giorgio ad ospitare dal 12 novembre al 7 dicembre 2011 la nuova personale dell’artista Alessandra Angelini (Parma, 1953), che vede esposte 30 opere “inedite” e “storiche” realizzate dall’artista con tecniche e materiali diversi. Opere in legno, in plastica, pitture ...