Mostre » "On the road", trenta istantanee sulla contemporaneità di Tommaso Balestra

Tommaso Balestra

"On the road", trenta istantanee sulla contemporaneità di Tommaso Balestra

La mostra alla Galleria della Torre nel Castello di Spilimbergo (Pn)

di Giovanni Cozzarizza, il 05/04/2013

“On the road”, é il titolo della bella mostra di Tommaso Balestra che s’inaugura il 6 aprile alla Galleria della Torre nel Castello di Spilimbergo (Pn). Sono testimonianze che questo giovane artista - già premiato in vari concorsi e al centro dell’attenzione di critica gallerie d’arte - ha raccolto nelle sue più recenti peregrinazioni-esplorazioni in Italia e all’estero.

Trenta scatti che raccontano la 'Strada'

Trenta fotografie raccontano la Strada come osservatorio della quotidianità e luogo da cui indagare la vita nelle sue molteplici espressioni: donne, uomini, gioia, sofferenza, solitudine, giovani innamorati a passeggio, anziani seduti a conversare, venditori, giocolieri, prestigiatori, musicanti.

Luogo d’incontro e sinonimo stesso di viaggio

Luogo d’incontro e sinonimo stesso di viaggio sul piano psicologico, la strada è l’agente mediatore tra sè stesso e l’altro. Sul piano etico allude metaforicamente al percorso della vita, all’esplorazione, al viaggio nell’esistenza.

Concetto appassionante, dal momento che il viaggio é inteso come possibilità di vivere in modo personale un’esperienza esponendosi all’imprevisto, accettando la difficoltà, costruendo il proprio significato interiore.

Tommaso Balestra

Spazio di allontanamento e incontro

Al tempo stesso, la strada è una avvincente cerniera che può, al tempo stesso, collegare o separare, è uno spazio d’allontanamento ma anche un spazio d’incontro. Un territorio di scambio, quindi, di relazione intima e profonda. Percorrere una strada è andare verso una soglia, è vivere il margine, il confine: ciò impone flessibilità, propensione alla mediazione e al cambiamento.

La strada, ancora, come parabola della via umana e simbolo del libero arbitro, percorso che può essere buono o cattivo esclusivamente in relazione alla destinazione finale. In base all’allegoria biblica, la via stretta, sinuosa e difficile porta verso Dio (al sé compiuto), mentre la via facile, senza ostacoli porta al diavolo (al perdersi).

La strada come "mondo vitale"

La strada, infine, che nell'immaginario collettivo è vissuta come luogo della trasgressione e della devianza, è assunta invece in queste foto anche come "mondo vitale", spazio simbolico di un divenire, seppur informale, che crea aggregazione, legami, relazioni, percorsi e significati.

Scheda tecnica

  • Tommaso Balestra. On The Road
    dal 6 aprile al 10 maggio 2013
    Inaugurazione: sabato 6 aprile, ore 18
  • Curatore:
    Giovanni Cozzarizza
  • Galleria della Torre
    Corte del Castello di Spilimbergo (Pordenone)
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 10-13 e 17-19.30; lun chiuso
  • Info:
    Tel. (+39) 0427 50555

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader