Mostre » Angelo Palazzini. Nei cassetti della mente

Angelo Palazzini. Una nave che si chiama Milano, 2012, cm 110 x 110

Angelo Palazzini. Nei cassetti della mente

L’indagine onirica e ironica dell’artista lodigiano

a cura di Redazione, il 08/04/2013

Dal 9 aprile al 19 maggio 2013 la Ten Art Gallery di Milano ospita la mostra ‘Nei cassetti della mente’ che analizza ed affronta l’indagine onirica e ironica del noto artista Angelo Palazzini (1956).

L’universo ludico-simbolico di Angelo Palazzini

Entrare nell’universo ludico-simbolico di Angelo Palazzini crea prima di tutto una sensazione di spaesamento spazio-temporale. Nelle figure e negli oggetti rappresentati nelle sue opere il sovvertimento del reale, che sarebbe semplificante definire semplicemente “surrealista”, passa impetuosamente dallo sguardo alla coscienza e più giù, negli strati della mente dove si celano le antenne del simbolico e dove sonnecchiano i sedimenti del nostro immaginario infantile.

Una lettura critica del presente

Il cambiamento abnorme delle proporzioni, le migrazioni metarmofiche di un soggetto dentro l’altro, l’impianto favolosamente narrativo, ci portano subito in un altrove intriso di significanze, dalle quali traspare spesso in filigrana una lettura critica del presente. E questa non è mai amara o disincantata, ma anzi partecipata con passione sul registro di una indulgente ironia o qualche volta del pungente sarcasmo.

Stregate da un fascino originalissimo, percorse da echi di Hieronymus Bosch e di Rousseau il Doganiere, le opere di Palazzini ci seducono e incollano lo sguardo per un uso molto particolare del colore, che induce la percezione di una provenienza lontana nel tempo. Per questo, ci si trova subito a
interrogarsi sui perché, sul “messaggio” che ciascun quadro nasconde e insieme suscita. E qui l’autore ci viene generosamente in aiuto, con titoli anch’essi vibranti di poesia, che ci guidano sui suoi stessi passi a frugare come sonnambuli nei cassetti della mente.

Angelo Palazzini. La moglie del doge ha stretti legami con la laguna, 2012, cm 118 x 118

Note biografiche dell’artista

Angelo Palazzini nasce a Casalpustrelengo nel 1953. Sempre lì, nella bassa lodigiana, a Terranova dei Passerini, risiede tuttora e ha il suo studio. Il suo incontro con l’arte avviene presto, ed è pittore a tempo pieno fin dal 1980. Pur avendo opere esposte in tutto il mondo, l’artista è profondamente ancorato alla sua terra, come fosse una solida e rassicurante piattaforma di lancio per i voli esplorativi nel suo personalissimo universo immaginifico.

Innumerevoli le sue esposizioni personali e collettive: tra le occasioni che hanno determinato il suo successo, ricordiamo la sua presenza dal ‘94 al ‘97 al Festival dei Due Mondi di Spoleto, a Palazzo Reale di Milano nella mostra “Arte italiana dal 1968 al 2007” e più recentemente alla 54a Biennale di Venezia. Oltre che nelle gallerie d’arte a Bologna, Torino, Piacenza, Padova, Avellino, le sue opere sono oggi esposte a Londra, Parigi, Monaco di Baviera, Beirut, nonché in numerose collezioni private e pubbliche in Italia e all’estero.

Scheda tecnica

  • Angelo Palazzini. Nei cassetti della mente
    dal 9 aprile al 19 maggio 2013
    Inaugurazione: martedì 9 aprile, ore 18-21
  • Ten Art Gallery
    Milano, via privata Giovannino De Grassi 17
  • Orario di apertura:
    lun-ven, ore 10-18; sabato su appuntamento
  • Info:
    info@tenartgallery.com
    www.tenartgallery.com

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader