Libri » Aureole di altre stelle

Aureole di altre stelle

Aureole di altre stelle

Al Castello Visconteo di Pavia la presentazione del libro d’artista con l’opera grafica di Alessandra Angelini su testi poetici di Gilberto Isella

a cura di Redazione, il 11/02/2013

Sabato 16 febbraio la Biblioteca d'Arte dei Musei Civici di Pavia propone al pubblico la presentazione del libro d’artista “Aureole di altre stelle” con opere grafiche di Alessandra Angelini e poesie di Gilberto Isella, che è stato recentemente acquisito per le collezioni storico-artistiche della città.

Solo 35 esemplari

Il libro, a tiratura limitata in 35 esemplari numerati, stampato su carta di cotone, rappresenta il connubio perfetto fra arte e parole; il nucleo di tre componimenti scritti dal poeta Gilberto Isella trovano la loro perfetta collocazione sulle pagine stampate e lavorate da Alessandra Angelini con un linguaggio artistico ibrido: scatti fotografici digitali rielaborati, immagini realizzate con software digitali, stampe con interventi xilografici a secco.

Le tematiche trattate all’interno dei versi poetici

Le tematiche trattate all’interno dei versi poetici riguardano l’universo, gli spazi infiniti, i mondi stellari, dimensioni colte a fondo da Alessandra Angelini, che le traduce attraverso l’immaterialità dell’immagine digitale unita alla concretezza del rilievo delle incisioni. Questo linguaggio artistico estremamente innovativo è avvolto da una matrice dal carattere antico, le pagine introduttive e il testo conclusivo sono infatti realizzate con la stampa a caratteri mobili. Le pagine interne presentano immagini e xilografie che si alternano in un gioco di colori tra bianco e nero, tra toni grigi e ombre, evocate dai rilievi a secco. “Questa interpretazione cromatica allude alla nostra interiorità messa a nudo e spogliata delle illusorie e accattivanti colorazioni del mondo quotidiano, date dalla luce” afferma Alessandra Angelini.

Conclusioni lasciate all’astrofisico Stefano Sandrelli

Il libro si conclude con un testo dell’astrofisico Stefano Sandrelli, che ben riassume il lavoro compiuto in sinergia da Alessandra Angelini e Gilberto Isella e commenta: “Due artisti che rappresentano l’ultimo giorno dell’Esposizione Universale. Ovvero l’universo ai margini della sua esposizione, ai confini del suo spazio-tempo, sfilacciato in stringhe che lo frustano, battute da un vento - forse l’espansione accelerata - che inquieta mari e cieli”.

L’esposizione alla Biennale Internazionale del Libro D’Artista

“Aureole di altre stelle” è stato esposto alla Biennale Internazionale del Libro D’Artista di Padova 2012, occasione in cui è stato conferito l’attestato di Merito Menzione Speciale Critica.

Aureole di altre stelle

Cenni biografici di Alessandra Angelini

Alessandra Angelini nasce a Parma nel 1953. Si diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Da qui inizia il suo percorso artistico, dettato da un’estrema curiosità che la conduce verso la sperimentazione di tecniche e di materiali. Si dedica a diversi linguaggi espressivi: pittura, incisione, grafica, scultura, fotografia. Di ognuno approfondisce lo studio della tecnica e le possibili associazioni, creando contaminazioni tra procedimenti e opere ibride. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in Italia e nel mondo e le sue opere sono presenti nelle collezioni di importanti musei nazionali e internazionali. Dal 2005 è titolare della cattedra di Grafica e Tecniche dell’Incisione all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Attualmente vive e lavora tra Milano e Pavia.

Numerosi sono i libri d’artista creati negli anni da Alessandra Angelini, che ha già collaborato con Gilberto Isella nel 2003 alla realizzazione del suggestivo libro d’artista “Dado a Punte”.

Cenni biografici di Gilberto Isella

Gilberto Isella nasce a Lugano nel 1943. Ha studiato letteratura italiana e filosofia all’Università di Ginevra. E’ poeta, traduttore e critico letterario. È membro di redazione della rivista “Bloc notes”, di cui è stato uno dei promotori nel 1979, vicepresidente del Centro Pen della Svizzera Italiana e animatore culturale. Collabora a diversi giornali e riviste, con articoli di critica letteraria. Si è occupato di autori del passato (da Dante all’Ariosto) e contemporanei (Piero Bigongiari, Guido Ceronetti, Jacques Dupin); oltre ad aver tradotto una silloge poetica di Charles Racine e la raccolta Scarto di Jacques Dupin.

Scheda tecnica

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader