Mostre » Italo Zannier, la sfida della Fotografia. Un inedito racconto per immagini

Italo Zannier. Bar Pascotto Latisana, 1955

Italo Zannier, la sfida della Fotografia. Un inedito racconto per immagini

Al museo di Pordenone una rassegna per gli ottant’anni del maestro, considerato da molti la più grande autorità al mondo nel campo della fotografia

di Giovanni Cozzarizza, il 01/06/2012

Con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, fino al prossimo 26 agosto le sedi museali di Pordenone (via Bertossi e Galleria D’arte Moderna), ospitano una grande mostra dedicata ad Italo Zannier, una delle figure più importanti al mondo nel campo della fotografia. S’intitola appunto “Italo Zannier, la sfida della Fotografia, un inedito racconto per immagini”.

Fondatore del Neorealismo, la prima cattedra universitaria di fotografia

Nel 1955 è tra i fondatori del Gruppo Friulano per una Nuova Fotografia. Nel 1971 inizia l’attività accademica; è il primo italiano ad insegnare “Storia della Fotografia” all’università. Tra gli atenei in cui svolge attività didattica vanno ricordati: l’Università Cà Foscari di Venezia, il Dams di Bologna, e l’Università Cattolica di Milano. Nel corso della sua carriera ha collaborato con diverse riviste come “Abitare”, “Camera”, “Photo Magazine”, “L’architettura. Cronache e storia”. Ha curato “Fotologia, Studi di storia della fotografia” e “Fotostorica. Gli archivi della fotografia”. Insignito di varie onorificenze, è membro della “Sociètè Europeènne d’Histoire de la Photographie”. Ha curato, per la sezione fotografia, varie edizioni della Biennale d’Arte di Venezia, l’ultima nel 2011.

Un omaggio all’ottantesimo compleanno del maestro

Tale evento assume una particolare connotazione perché coinciderà con l’ottantesimo compleanno del maestro - storico e critico della fotografia, nato il 9 giugno del 1932 a Spilimbergo (PN) -, e dunque si deve considerare anche come un dovuto omaggio della città a questo grandissimo fotografo.

Allineate oltre 300 fotografie e 50 rari volumi

In mostra oltre trecento preziose fotografie e una cinquantina d’importanti volumi provenienti dalla nuova (nel 2007 la Fondazione di Venezia ha acquisito la “vecchia” raccolta d’inestimabile valore dell’Archivio di Zannier), che attraversano la conoscenza dell’evoluzione tecnologica, espressiva e culturale della fotografia. Non una mostra tematica, bensì un percorso cronologico per ben comprendere l'evoluzione di questa tecnica.

Italo Zannier, 2005, Foto Maggi

Un excursus sulla storia della fotografia

La rassegna fornirà l’occasione per una ri-lettura della storia di questa disciplina: dalle prime testimonianze della fotografia (1839), attraversano l’evoluzione tecnologica, espressiva e culturale di questo mezzo fino ai giorni nostri, con importanti stampe contemporanee, tra cui un ciclo realizzato da grandi nomi italiani ed esposto nella sezione fotografica della mostra tenutasi nel 1994 presso il Guggenheim Museum di New York, “Italian Metamorphosis 1943-1968”, curata dallo stesso Zannier.

Una mostra in sezioni per facilitare i visitatori

La mostra, ordinata in sezioni, faciliterà il percorso dei visitatori: apriranno l’esposizione le foto storiche degli anni ’30 del situazione internazionale, le stanze degli Spazi Espositivi di via Bertossi sottolineeranno la suddivisione temporale e tematica, per passare poi a quello nazionale; oltre alle fotografie saranno esposti anche dagherrotipi e volumi.

Foto dalla mostra al Guggenheim di New York

Particolarmente significativo sarà il comparto delle fotografie provenienti dalla mostra del Guggenheim Museum di New York sopra citata.
Altre due scorci del mondo fotografico saranno esplorati grazie ad operatori come Mimmo Jodice e Guido Guidi, e ai giovani che introdurranno il visitatore verso le opere contemporanee.

Infine un’ultima sala dedicata ad Italo Zannier presenterà una selezione delle sue (infinite - più di 500) pubblicazioni e un video-documentario dedicato allo studioso.

Durante lo svolgimento della mostra si svolgerà anche un articolato programma d’iniziative incentrate sulla fotografia, che comprenderà incontri con importanti esperti del mondo dell’arte (storici, critici, fotografi, etc.), workshop e attività didattiche inerenti alla disciplina.

La mostra sarà accompagnata da un importante volume, realizzato per l’occasione, che si organizzerà in diverse sezioni con testi di Italo Zannier, Denis Curti e una prefazione di Renato Barilli dell’Università degli Studi di Bologna, oltre alle immagini e apparati informativi. Tale pubblicazione sarà progettata e realizzata per essere qualcosa di più del semplice catalogo a corredo alla mostra, bensì un volume che sarà strumento per lo studio scientifico e per la didattica del settore.

Scheda tecnica

  • Italo Zannier, la sfida della Fotografia. Un inedito racconto per immagini
    fino al 26 agosto 2012
  • Curatori:
    Italo Zannier, Denis Curti
  • Spazi Espositivi di via Bertossi
    Pordenone, via Bertossi 9
  • Orario di apertura:
    mar-sab, 15.30-19.30; dom ore 10-13 e 15.30-19.30
    Tutti i giovedì di luglio chiusura ore 22
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Patrocini:
    Ministero dei Beni e delle Attività Culturali
    Provincia di Pordenone
  • Con il sostegno di:
    Banca BCC del Pordenonese
  • Info:
    Tel. (+39) 0434 392916
  • Eventi collaterali:
    giovedì 7 Giugno, ore 18
    Lo sguardo del fotografo
    Incontro con il fotografo Guido Guidi
  • venerdì 8 Giugno, ore 17.00
    Consegna del sigillo della città di Pordenone a Italo Zannier
  • venerdì 8 Giugno, ore 18.00
    Converssazione sulla fotografia
    Denis Curti incontra Italo Zannier
  • mercoledì 13 Giugno, ore 18.00
    La fotografia e il suo collezionismo
    Incontro tra Italo Zannier e il collezionista Marco Antonetto.
    modera: Marco Minuz
  • Tutti gli eventi si terranno nell’auditorium della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Armando Pizzinato”, viale Dante, 33, Pordenone.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader