Mostre » TULLIO PERICOLI

Tullio Pericoli. Moby Dick (part), 2011, olio su affresco, cm 90x90

TULLIO PERICOLI

‘Moby Dick’: in mostra una selezione di opere realizzate dall’artista dal 2008 al 2012

a cura di Valentina Redditi, il 17/04/2012

Fino al prossimo 5 maggio 2012, gli spazi delle Cartiere Vannucci – Magazzini dell’arte a Milano ospitano “Moby Dick”, mostra personale di Tullio Pericoli (Colli del Tronto, Ascoli Piceno, 1936) con circa 40 nuove opere su tela di grande e medio formato dedicata ai temi, cari all’artista, del ritratto e del paesaggio.

Ma perché Moby Dick?

Questo titolo, evocativo di atmosfere letterarie, suggerisce qualcosa che si agita sotto la superficie. Come il mostro marino solcava il profondo dell’oceano, così i ritratti e i paesaggi di Pericoli sono come mossi da un grosso animale sotterraneo, simbolo dell’anima profonda, che disegna i volti e le geografie, che agisce in profondità come un magma e, con un continuo lavorio, rende instabile la superficie della tela.

Straordinarie mappe di luoghi e volti in un affascinante continuum narrativo

Protagonista di queste opere è la materia pittorica, l’olio, perfettamente controllato dall’autore che ci regala straordinarie mappe di luoghi e volti, in un affascinante continuum narrativo. E’ proprio la pittura la protagonista di questi lavori, dove la mano dell’artista registra con grande sensibilità, quasi come fosse un sismografo, tutte le tracce sottese e stratificate che i luoghi e le persone ci raccontano. Ed è sempre la pittura, che Pericoli dosa con sapienti sovrapposizioni di materia, a narrarci le infinite sedimentazioni che conferiscono identità ai luoghi e alle persone.

Tullio Pericoli. Prima di notte, 2012, olio e matite su affresco intelato, cm 60x60

Note biografiche dell’artista

Tullio Pericoli nasce a Colli del Tronto (Ascoli Piceno) nel 1936. Dal 1961 vive a Milano dove si afferma come pittore e disegnatore. Espone le sue opere in Italia e all’estero presso gallerie private e musei. Nel 1995 la sua attività di scenografo e costumista lo porta a lavorare per l’Opernhaus di Zurigo, il Teatro Studio e il Teatro alla Scala di Milano.

Tra i suoi ultimi libri: Die Tafel des Königs (1993) Prestel Verlag Monaco,Terre (2000) Rizzoli, I ritratti (2002 e 2009) Adelphi, Viaggio nel paesaggio (2004) Nuages, L’anima del volto (2005) Bompiani e Paesaggi (2007) Rizzoli.

Tra le mostre più recenti: “Nature” (2002) a Palazzo Lanfranchi di Pisa, “Dipinti per Torrecchia” (2004) al Museo Nazionale del Palazzo di Venezia di Roma, “Drawings, watercolours, and paintings of Samuel Beckett by Tullio Pericoli” (2007) all'Oscar Wilde House di Dublino, “Sedendo e mirando” (2009) al Museo d’Arte Contemporanea Osvaldo Licini di Ascoli Piceno, “Lineamenti. Volto e paesaggio” (2010) al Museo dell’Ara Pacis a Roma, “L’infinito paesaggio” (2010) a Villa Necchi Campiglio, di Milano.

Scheda tecnica

  • Tullio Pericoli. Moby Dick
    Dipinti 2008 - 2012
    fino al 5 maggio 2012
  • A cura di:
    Cartiere Vannucci – Magazzini dell’Arte
  • Cartiere Vannucci – Magazzini dell’Arte
    Milano, via Atto Vannucci 16
  • Orario di apertura:
    mar-sab, ore 10-13 e 16-19
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Catalogo:
    disponibile in mostra
  • Ufficio Stampa:
    Emanuela Filippi – Eventi e Comunicazione
    Via A. Locatelli, 5 – 20124 Milano
    Tel. (+39) 02 4547.9017
    eventiecomunicazione@gmail.com
  • Info:
    Tel. (+39) 02 58431058
    info@cartierevannucci.com

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Bernd Noack, il 08/07/2010

TULLIO PERICOLI. Paesaggi (1999-2010)

Sono i paesaggi - a cui attualmente sempre più l’artista ama dedicarsi - a giocare un ruolo determinante nella personale intitolata “Tullio Pericoli. Paesaggi (1999-2010)” che inaugura sabato 10 luglio a Bagolino (Brescia), nel nuovo spazio espositivo dello Studio d’Arte Zanetti....

a cura di Valentina Redditi, il 21/03/2009

Tullio Pericoli, SEDENDO E MIRANDO, i paesaggi

La mostra di Tullio Pericoli, SEDENDO E MIRANDO, i paesaggi (1966 al 2009), citazione leopardiana che dà il nome anche a un dipinto in mostra, prende in esame l’intera ricerca sul paesaggio condotta dall’artista marchigiano (nato a Colli del Tronto in provincia di Ascoli, nel 1936 e vissuto da...

a cura di Redazione, il 21/03/2009

Pericoli, Tullio

Tullio Pericoli nasce a Colli del Tronto (Ascoli Piceno). Dal 1961 vive a Milano dove si afferma come pittore e disegnatore. A partire dagli anni '70 inizia a collaborare con la rivista "Linus", con il "Corriere della Sera" (dal 1974) e con il settimanale "L'...