G » Giacometti, Alberto

Giacometti, Alberto

a cura di Redazione, il 10/03/2007

Alberto Giacometti nasce nel 1901 a Borgonovo presso Stampa (Svizzera). Cresciuto in una famiglia di artisti – il padre e il nonno sono entrambi pittori - inizia a dipingere e a cimentarsi con la scultura in età giovanissima. Nel 1919 si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Ginevra e nel 1922 si trasferisce a Parigi dove frequenta per cinque anni, a fasi alterne, il corso di scultura di Antoine Bourdelle alla Académie de la Grand Chaumiere. Nel 1927 si trasferisce nello studio di Rue Hippolyte-Maindron. E’ alla fine degli anni Venti che Giacometti esegue le prime opere surrealiste secondo l’idea degli oggetti-scultura a “funzionamento simbolico” (Salvador Dalì) e nel 1932 gli viene dedicata la prima personale presso la Galleria parigina Pierre Colle. Negli anni tra le due guerre, sebbene già famoso a livello internazionale, è costretto a guadagnarsi da vivere realizzando, assieme al fratello Diego, oggetti di arte applicata come mobili e lampade ed è a metà degli anni trenta che distaccandosi dal surrealismo inizia un percorso di ricerca di una nuova relazione della figura con lo spazio. Nel corso degli anni Quaranta si approfondisce l’amicizia con Jean Paul Sarte e Picasso; lascia Parigi occupata alla volta di Ginevra nel 1942 e rientra nella capitale francese solo nel 1945. La Pierre Matisse Gallery di New York allestisce nel 1948 una sua personale, nel 1950 il Kunstmuseum di Basilea organizza la prima retrospettiva a lui dedicata e la Galerie Maeght presenta nel 1951 la sua prima mostra dopo la Guerra. Da allora si susseguono le mostre a lui dedicate sia in Europa che negli Stati Uniti; la Biennale di Venezia del 1956 lo vede presente nel padiglione francese e, alla sua seconda partecipazione nel 1962, riceve il Gran Premio di Scultura. Già nel 1961 il Carnegie Institute di Pittsburgh gli aveva conferito il Gran Premio di Scultura (1961) e dal Guggenheim di New York ottiene il Premio di Pittura nel 1964. L’università di Berna lo nomina dottore honoris causa nel 1965. Giacometti muore a Chur (Svizzera) all’inizio del 1966.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader