F » Fuksas, Massimiliano

Fuksas, Massimiliano

a cura di Redazione, il 30/11/2006

Di origine lituana, Massimiliano Fuksas nasce a Roma nel 1944, dove si laurea in Architettura all’Università “La Sapienza” nel 1969. Nel 1967 inaugura il suo studio romano, cui seguono nel 1989 e nel 1993 i suoi studi di Parigi e di Vienna. Dal 2002 è attivo anche in Germania, con uno studio a Francoforte.
Nel 2006 viene insignito dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana.
Nel 1999 riceve il Grand Prix d’Architecture Française e nel 1998 gli viene conferito il premio alla carriera “Vitruvio International a la Trayectoria” a Buenos Aires.
Dal 1998 al 2000 è direttore della VII Biennale Internazionale di Architettura di Venezia “Less Aesthetics, More Ethichs”. Dal 1985 collabora con Doriana O. Mandrelli. Da Gennaio 2000 cura la rubrica di architettura del settimanale “L’Espresso”.
Massimiliano Fuksas ha incentrato parte della sua attività nella realizzazione di opere pubbliche, dando particolare importanza al contesto e affrontando con attenzione i problemi urbani di sviluppo sostenibile e l’ambito delle periferie. I progetti si caratterizzano per una continua ricerca di nuovi materiali e di tecnologie avanzate.
Tra i suoi maggiori progetti citiamo Tra i suoi maggiori progetti ricordiamo: Il Nuovo Polo Fiera di Rho - Pero, Milano, Italia 2002/2005; Il Centro Ricerche Ferrari a Maranello, Modena, Italia 2001/2003; il Centro Congressi Italia EUR a Roma, Italia 1998/2010; il Research and Multimedia
Center Grappa Nardini a Bassano del Grappa, Vicenza, Italia 2002/2003; il Nuovo Museo Storico Piaggio a Pontedera, Italia; The New Exhibition Hall in Torino Porta Palazzo, Torino, Italia 2001/2003; gli Archives Nationales a Pierrefitte sur Seine – Saint Denis, Parigi, Francia (progetto vincitore del concorso) 2005; l’Euromed Center a Marsiglia, Francia (progetto vincitore del concorso) 2005; i Concert Halls a Strasburgo e ad Amiens, Francia 2003; la Maison des Arts all’Università di Bordeaux, Francia 1992/1995; il Musée des graffitis a Niaux, Francia 1989/1993; le Twin Towers a Vienna, Austria 1995/2001; lo Shopping Centre Europark 1 e l’ampliamento Europark 2 a Salisburgo, Austria 1995/2003; il Peres Centre for Peace a Jaffa, Israele 1998/2008; Emporio Armani a Hong Kong e Shangai, Cina 2001/2004; l’African Institute of Science and Technology, Abuja, Nigeria (progetto vincitore del concorso ) 2006/2010

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader