Mostre » Jeannette Montgomery Barron. MY MOTHER’S CLOTHES

J. Montgomery Barron, serie "My Mother's Clothes", "Put a Few More Ruffles on, Oscar", courtesy the artist

Jeannette Montgomery Barron. MY MOTHER’S CLOTHES

Nella mostra alla Galleria Doozo di Roma, un’indagine sentimentale e poetica sulle origini della fotografa americana

a cura di Redazione, il 14/10/2011

La Galleria Doozo partecipa alla X Edizione di FOTOGRAFIA Festival Internazionale di Roma con la mostra “My Mother’s Clothes” della fotografa americana Jeannette Montgomery Barron, a cura di Stella Gallas e Cristina Nisticò. Ogni scatto esposto (fino al prossimo 13 novembre) evoca un ricordo della Madre Eleanor e della terra dove Jeannette è cresciuta.

Il libro-catalogo “My Mother’s Clothes”

“My Mother’s Clothes” è un’indagine sentimentale e poetica sulle origini della fotografa americana. Un viaggio iconografico a ritroso nella sua storia attraverso le immagini degIi accessori e dei vestiti appartenuti alla madre Eleanor. Una memoria personale raccontata con amore, gusto e raffinatezza, ricostruita da madre e figlia durante la malattia, quando Eleanor era ancora in grado di ricollegare un episodio della sua vita e della sua nazione a ogni capo d’abbigliamento, a ogni oggetto del suo guardaroba. Nel corso dell’inaugurazione, che ha avuto luogo lo scorso 27 settembre, Jeannette Montgomery Barron ha presenta il suo libro-catalogo “My Mother’s Clothes” (sfoglia l’anteprima del libro).

Note biografiche di Jeannette Montgomery Barron

J. Montgomery Barron, serie "My Mother's Clothes", "Pucci Sneakers", courtesy the artist

Jeannette Montgomery Barron nasce nel 1956 ad Atlanta e studia presso il Centro Internazionale di Fotografia di Manhattan, New York. La sua notorietà prende quota grazie ai ritratti dei personaggi del mondo dell'arte e della cultura newyorkese degli anni ’80. Tra gli altri: Jean-Michel Basquiat, William Burroughs, Dennis Hopper, John Lurie, Robert Mapplethorpe, Cindy Sherman, Salman Rushdie, Andy Warhol e artisti italiani del calibro di Sandro Chia, Francesco Clemente, Enzo Cucchi. Molte delle sue fotografie sono raccolte in libri nati dalla collaborazione con noti poeti e autori. Photographs and Poems con il poeta Premio Pulitzer Jorie Graham mentre Mirrors con Edmund White. In Session è raccolta una serie di ritratti scattati nello studio di Keith Haring nel 1985. Nel 2007 è artist in residence all’Accademia Americana di Roma dove lavora alla serie My Mother’s Clothes pubblicata nel libro omonimo. Le sue fotografie fanno parte di prestigiose collezioni di musei tra cui The Andy Warhol Museum, il Museum of Fine Arts di Houston, The High Museum of Art di Atlanta. Molti suoi lavori sono stati pubblicati da riviste come Vogue, Vanity Fair, The New Yorker. Vive e lavora a Roma dove si trasferisce nel 2003.

Guarda il video dell’intervista in inglese

    Scheda Tecnica

  • Jeannette Montgomery Barron. “My mother’s clothes”
    fino al 13 novembre 2011
  • Curatori:
    Stella Gallas e Cristina Nisticò
  • Orario di apertura galleria:
    mar-sab, ore 11-22
  • Galleria Doozo
    Roma, via Palermo 51/53
  • Info:
    Galleria Doozo
    Tel. (+39) 064815655
    info@doozo.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader