Mostre » Tutte le stelle cadute / Le storie di San Lorenzo

Immagine riferita alla preparazione della performance Movement/Monument, di Tomaso De Luca con gli studenti della 5D del Liceo Artistico De Chirico che indosseranno le loro scarpe-sculture, rifacendo il percorso compiuto dagli abitanti del quartiere dopo il bombardamento di San Lorenzo del 19 luglio1943, sfollati a Villa Torlonia

Tutte le stelle cadute / Le storie di San Lorenzo

Una mostra che testimonia l’esperienza educativa di tre classi di tre Licei romani maturata nel corso dei workshop con gli artisti De Luca, Pietroiusti e Strinna

a cura di Bernd Noack, il 04/02/2011

Gli spazi della Fondazione Pastificio Cerere di Roma ospitano a partire da venerdì 4 febbraio 2011 per concludersi il prossimo 4 marzo, la mostra dei progetti realizzati durante i laboratori di “Curare l’educazione?”, l’iniziativa di educazione all’arte contemporanea curata da Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione e Maria Rosa Sossai, ideatrice e curatrice dell’Associazione non profit per l’arte contemporanea esterno22, realizzata con il contributo dell’Assessorato alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù di Roma Capitale e del Programma Europeo Gioventù in Azione.

‘Storie Parallele’, ‘Pubbligrafie’ e ‘Movement/Monument’

L’esposizione, dal titolo Tutte le stelle cadute / Le storie di San Lorenzo, testimonia l’esperienza educativa di tre classi di tre Licei di Roma maturata nel corso dei workshop con gli artisti Tomaso De Luca, Cesare Pietroiusti ed Elisa Strinna, svolti dal 15 gennaio al 3 febbraio presso il Pastificio Cerere e nel quartiere di San Lorenzo. I lavori in mostra, nati dalla collaborazione tra artisti e studenti, sono: ‘Storie Parallele’ di Cesare Pietroiusti con gli studenti della 5D del Liceo Artistico Ripetta, ‘Pubbligrafie’ di Elisa Strinna con la 2B del Liceo Classico Pilo Albertelli, ‘Movement/Monument’, come costruire un anti-monumento di Tomaso De Luca con la 5D del Liceo Artistico Giorgio De Chirico.

Una riflessione comune sulla storia e l’identità di San Lorenzo

I tre laboratori, diversamente strutturati, propongono una riflessione comune sulla storia e l’identità di San Lorenzo, restituendone un ritratto attuale e inedito, visto con gli occhi degli studenti, possibili frequentatori del quartiere, che è sede dell’Università La Sapienza - il più grande polo universitario italiano - e luogo della movida notturna della capitale.

Il lavoro con gli artisti Cesare Pietroiusti, Elisa Strinna e Tomaso de Luca

Partendo dall’ipotesi che le storie personali degli abitanti di un quartiere costituiscono un elemento di riconoscimento importante per una comunità, gli studenti del Liceo Artistico Ripetta, con Cesare Pietroiusti, hanno raccolto tracce di memoria che formalmente si concretizzano in un’installazione video, foto, disegni e testi.

Un'altra immagine riferita alla preparazione della performance Movement/Monument, di Tomaso De Luca con gli studenti della 5D del Liceo Artistico De Chirico che indosseranno le loro scarpe-sculture, rifacendo il percorso compiuto dagli abitanti del quartiere dopo il bombardamento di San Lorenzo del 19 luglio1943, sfollati a Villa Torlonia

Gli studenti del Liceo Classico Albertelli, con Elisa Strinna, hanno realizzato elaborati di vario genere. Facendo riferimento a linguaggi diversi, tra cui la scrittura, la musica e il video, si sono posti l’obiettivo di raccontare e mettere in relazione le varie realtà che caratterizzano e hanno caratterizzato la vita culturale e sociale del quartiere nel corso del tempo.

Durante la performance Movement/Monument, di Tomaso De Luca, gli studenti della 5D del Liceo Artistico De Chirico indosseranno le loro scarpe-sculture, realizzate durante le giornate del workshop, rifacendo il percorso compiuto dagli abitanti del quartiere dopo il bombardamento di San Lorenzo del 19 luglio1943, sfollati a Villa Torlonia.

Visite guidate gratuite per singoli e gruppi

La Fondazione Pastificio Cerere e l’Associazione esterno22 mettono a disposizione il proprio gruppo di mediatori culturali per organizzare visite guidate gratuite per singoli e gruppi tramite prenotazione.

Una tavola rotonda su ‘Gli stati generali dell’educazione, l’arte come metodo didattico’

Venerdì 11 febbraio inoltre, nella sala Pietro da Cortona in Campidoglio a Roma, è prevista una tavola rotonda aperta al pubblico su Gli stati generali dell’educazione, l’arte come metodo didattico, con la partecipazione di esperti che da anni sono impegnati nella sperimentazione di una didattica innovativa.

Il progetto ‘Curare l’Educazione?’

Il progetto Curare l’Educazione?, attraverso un modello di apprendimento che utilizza l’artista come strumento della didattica, si prefigge gli obiettivi di far comprendere ai partecipanti le dinamiche sociali di una comunità divisa da un gap generazionale; sviluppare un livello più consapevole di tolleranza e maturare la capacità di mediazione nelle relazioni sociali e interpersonali tra gruppi con esperienze culturali e sociali diverse; condividere e acquisire idee, informazioni e conoscenze che permettano una partecipazione attiva alla vita civile della comunità.

La Fondazione Pastificio Cerere

La Fondazione Pastificio Cerere, nata nel 2004 per volontà del suo presidente Flavio Misciattelli, si trova in una ex fabbrica che, dismessa la produzione nel 1960, si è nel tempo popolata di atelier di artisti, diventando negli anni Ottanta la sede del celebre “Gruppo di San Lorenzo”, con Nunzio, Bruno Ceccobelli, Gianni Dessì, Giuseppe Gallo, Piero Pizzi Cannella, Marco Tirelli…. Ancora oggi gli spazi dell’ex stabilimento industriale ospitano studi d’artista, loft, gallerie d’arte e scuole di fotografia. La Fondazione dal 2010 realizza una residenza per giovani artisti insieme ad Allianz e Civita, alla quale si affianca una residenza per curatori.

L’Associazione esterno22

esterno22 è un’Associazione culturale non profit fondata nel 2010 da un collettivo di studenti e dalla curatrice e critica d’arte Maria Rosa Sossai. Un luogo di incontro tra il mondo dell’educazione e l'arte contemporanea per condividere un approccio alternativo di trasmissione della conoscenza, uno spazio che utilizza la creazione artistica per stimolare forme autonome di pensiero. esterno22 propone workshop e progetti con artisti, critici, curatori ed esperti dei diversi linguaggi della cultura contemporanea.

Scheda tecnica

  • Tutte le stelle cadute / Le storie di San Lorenzo. Tomaso De Luca, Cesare Pietroiusti ed Elisa Strinna
    Mostra dei progetti realizzati durante i laboratori di “Curare l’educazione?
    dal 5 febbraio al 4 marzo 2011
    Inaugurazione: venerdì 4 febbraio, ore 18
  • Curatori:
    Marcello Smarrelli, Maria Rosa Sossai
  • Fondazione Pastificio Cerere
    Roma, via degli Ausoni 7
  • Orario di apertura:
    lun-ven, ore 15-19
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Visite guidate:
    gratuite, su prenotazione al Tel. (+39) 06 45422960
  • Come arrivare:
    MM Termini (linea A), MM Tiburtina (linea B), autobus linea 71
  • Uffici Stampa:
    Fondazione Pastificio Cerere
    Marta Colombo martacolombo@gmail.com
    Ilaria Gianoli ilariagianoli@tin.it

    Assessorato Politiche Educative Scolastiche della Famiglia e della Gioventù di Roma Capitale
    Concita De Simone concitadesimone@yahoo.it
  • Info:
    Fondazione Pastificio Cerere
    Tel. (+39) 06 45422960
    info@pastificiocerere.it
    www.pastificiocerere.it

  • info@esterno22.com
    www.esterno22.com

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader