Mostre » ANIMAE... Uno sguardo dentro

Opera di Domenico Grenci

ANIMAE... Uno sguardo dentro

Eleonora D’Andrea presenta a Milano una personale di Domenico Grenci

a cura di Redazione, il 26/01/2011

La Galleria Eleonora D’Andrea presenta a partire da oggi, mercoledì 26 gennaio, e fino al 27 marzo 2011, negli spazi della sua sede milanese di via Settembrini 26, una mostra personale del giovane artista Domenico Grenci intitolata “ANIMAE... Uno sguardo dentro”.
L’esposizione si inserisce perfettamente in un percorso di ricerca artistica che lega artista e gallerista da quattro anni e che vede il suo culmine nelle esposizioni presentate nel 2010-2011: nella primavera passata nella galleria di Prato, attualmente a Milano, e nella prossima primavera presso la Rocca di Bazzano (BO).

Le Belle Arti di Bologna e i numerosi riconoscimenti in Italia e all’estero

Nato ad Ardore (RC) nel 1981, Grenci si è diplomato al Liceo Classico di Locri e ha successivamente conseguito la laurea presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Dopo due anni come tutor presso lo stesso Istituto, ha deciso di dedicarsi pienamente alla Pittura lasciando il lavoro universitario. Attualmente vive e lavora a Bologna.
Durante la sua carriera ha partecipato attivamente a workshop e ha conseguito importanti premi italiani ed esteri. Ricordiamo il Premio Morandi per l’incisione (2005), il Premio S.A.M.P. (2006) con acquisizione dell’opera da parte della Fondazione CARISBO, il Premio Celeste (2007) il primo premio del Goldener Kentaur a Monaco di Baviera (2007); il primo premio al Maggio Fiorito a Cento di Ferrara (2008) e il Premio delle Arti di Catania. Le sue opere sono presenti in molte collezioni importanti, quale la collezione della già citata Fondazione CARISBO e dell’azienda mondiale Tetrapack, che dal 2008 espone le sue opere nella hall della sua sede modenese.

Opera di Domenico Grenci

Media della modernità per indagare la psicologia celata dietro i volti

Artista emergente di indiscutibile sensibilità, Domenico Grenci si muove su una base figurativa e se ne stacca in maniera innovativa, utilizzando media della modernità per indagare la psicologia celata dietro i volti raffigurati.
Attraverso l’uso del bitume steso a pennellate, l’artista crea zone di umidità che ne espandono il colore, creando delle immagini vaghe cariche di forza e immediatezza espressiva. Con un linearismo accurato, propone armonie perfette ed equilibri bilanciati, ricercando una bellezza vista come esperienza intima ed estetica. Eppure queste donne, dall’immagine sbavata, non sono rassicuranti, ma sono fragili e irrequiete, vittime dei canoni mediatici di bellezza femminili della nostra epoca e della mercificazione del loro stesso corpo.

Scatti che sembrano rubati a persone che si mostrano per ciò che sono

Il colore ottenuto è costituito dalle varie tonalità del seppia, colore che ci ricorda le vecchie stampe fotografiche. E di istantanee sembra trattarsi: come l’antica leggenda degli indiani d’America sosteneva che la fotografia rubasse loro l’anima, così queste immagini sembrano essere lo scatto rubato a una persona che, abbandonando tutte le difese, si mostra per quello che è, in tutta la sua nudità. L’immagine dipinta smette di essere una mera raffigurazione del reale più superficiale, ma ci spinge di fronte a una natura traballante, a un’inquietudine che lascia trasparire sofferenza e turbamenti dell’anima, che rompe la nostra quotidianità spingendoci ad abbandonare la maschera per approcciarci all’immagine con la maggiore sincerità.

    Scheda Tecnica

  • Domenico Grenci. “ANIMAE... Uno sguardo dentro”
    dal 26 gennaio al 27 marzo 2011
    Inaugurazione (presente l’Artista): mercoledì 26 gennaio, ore 18.30; sabato 12 febbraio, ore 15.30-18.30
  • Galleria Eleonora D’Andrea Contemporanea
    Milano, Via Settembrini 26
  • Orario di apertura:
    mar, mer, gio, ore 16.30-20; lun, ven, sab, dom, su appuntamento
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Catalogo:
    in galleria
  • Info:
    Galleria Eleonora D’Andrea Contemporanea
    Tel. (+39) 0574 574670
    Cell. (+39) 3452816111

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader