Mostre » SEMI_SENTI

Salicesmall. Foto di Federico Forlani

SEMI_SENTI

Il giovane Federico Forlani protagonista del prossimo appuntamento di “Semi – Giovani artisti italiani a raccolta”

a cura di David Bernacchioni, il 27/11/2010

Gli spazi della FAT Art Gallery & Bar bookshop del CAOS Centro Arti Opificio Siri di Terni ospitano, fino al 31 dicembre 2010, “Semi_Senti”, la nuova mostra personale del giovanissimo e talentuoso artista emiliano Federico Forlani (Ferrara, 1989). L’evento è il quarto ed ultimo appuntamento della prima annualità di “Semi – Giovani artisti italiani a raccolta”, progetto creato e curato da Chiara Ronchini per Indisciplinarte, interamente dedicato all’arte italiana emergente. Tra le finalità del progetto, mostrare lo spirito libero dell’arte, all’interno del quale artisti di una stessa generazione propongono mostre personali prive di ogni restrizione.

Gli scatti di Federico Forlani

I lavori fotografici di Federico Forlani scavano dall’interno verso l’alto, cercando un dialogo intimo nell’ermetica esistenza della quotidianità. Pacate, intense e nello stesso tempo severe, uniche nella loro forma, le opere di Forlani eccitano, svelano, evidenziano, pulsano, respirano, riposano e pensano.

A volte incutono paura, altre cercano una carezza, un contatto o semplicemente un’intesa; piene di significati e libere da ogni giudizio, si muovono individualmente nell’universo dei piccoli gesti e delle grandi intenzioni. Leggere ed eleganti come fossero sospese, riescono sempre a toccare il cuore e ad invadere la mente.

Una visione dal piccolo verso il grande, che impulsivamente e necessariamente impressiona il soffio dell’esistenza delle persone, della natura e degli oggetti.

Sangue, o niente, nonna. Foto di Federico Forlani

“la fotografia delle piccole cose”

E’ la fotografia delle piccole cose; l’universale nel particolare, l’infinito nel finito che alimentano l’arte di questo giovane artista che sembra muoversi in un mondo parallelo fatto esclusivamente di sentire.

Note biografiche

Federico Forlani nasce a Ferrara il 30 novembre 1989, dove attualmente vive e lavora.
Interessato da sempre alla sperimentazione e all'interazione di diversi linguaggi espressivi, il suo lavoro spazia dalla fotografia alla video arte, dal videoclip al documentario.

Le importanti collaborazioni

Dopo numerose pubblicazioni nazionali e internazionali, tra cui "Cassero Magazine", "Ganymede Magazine", "Try State Magazine", la copertina del romanzo "Col senno di poi" di Nicola Perilli, e dopo le collaborazioni teatrali per gli spettacoli A.L.I.C.E del regista Massimiliano Briarava Cossanti e per lo spettacolo La Stanza delle spose di Mirko Artuso, collabora da tempo con Mustafa Sabbagh, un dei maggiori fotografi di moda internazionali.

Sangue, o niente, Pitero 2. Foto di Federico Forlani

Nel 2010 è parte di importanti collettive, tra cui "Emozioni Morali" curata da Cristina Muccioli, e "La mansuetudine dell'abiura", curata da Francesco Paolo Del Re per SpongeGallery.

L’apprezzamento di Peter Weiremair

Nel tempo il suo lavoro, giovane, innovativo e originale, viene notato dal famoso critico ed editore viennese, oltre che ex direttore della GAM – Galleria Arte Moderna di Bologna, Peter Weiremair, che decide di inserirlo all'interno del saggio di prossima pubblicazione (dicembre 2010) "The Staged Body - Storia del nudo in fotografia", fianco a fianco con importantissimi artisti come Marina Abramovic, Vanessa Beecroft, Helmut Newton e tanti altri.

Sempre grazie all'importante collaborazione con Peter Weiermair, nel prossimo semestre l'arte di Federico Forlani sarà parte della Biennale di Alessandria e di una importante collettiva dal titolo "Dormire", che si svolgerà a Vienna. Presto sarà presentato anche il suo primo documentario, "Orma Leggera".

Scheda tecnica

  • Federico Forlani. Semi_Senti
    “Semi – Giovani artisti italiani a raccolta”
    Progetto creato e curato da Chiara Ronchini per Indisciplinarte
    fino al 31 dicembre 2010
  • FAT Art Gallery & Bar bookshop del CAOS Centro Arti Opificio Siri
    Terni, via Campofregoso 98
  • Con il sostegno di:
    Governo italiano – Ministro della Gioventù
    Regione Umbria
    Comune di Terni – Assessorato alla Cultura
    CAOS
    ACT
    FAT
    Indisciplinarte
  • Biglietti:
    Ingresso libero (con possibilità di acquistare le opere esposte)
  • Orario di apertura:
    lun-sab, ore 10-20
  • Ufficio Stampa:
    Indisciplinarte
    Luca Dentini
    stampa@indisciplinarte.it
    Tel. (+39) 340 3886992
  • Info sull’artista:
    http://federicoforlani.blogspot.com/
  • Info:
    CAOS Centro Arti Opificio Siri
    Tel. (+39) 0744 285946
    info@caos.museum

    Chiara Ronchini
    chiara.ronchini@hotmail.it
    Tel. (+39) 348 0526488

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader