Eventi » LUCCADigitalPHOTOfest

Bert Stern, The Last Sitting, Courtesy Collezione Giuliana Scimé

LUCCADigitalPHOTOfest

Al via la sesta edizione del prestigioso Festival internazionale dedicato alla fotografia e alla video arte

a cura di David Bernacchioni, il 18/11/2010

È La Donna, fotografa e artista, soggetto o musa ispiratrice, il tema dell’edizione 2010 del LUCCADigitalPHOTOfest, in programma dal 20 novembre al 12 dicembre nella bellissima città toscana. Com’è ormai tradizione, il festival internazionale dedicato alla fotografia e alla video arte, uno degli eventi in Europa di maggior prestigio per il settore, offrirà agli appassionati numerose sessioni e proposte, alle quali si aggiunge quest’anno un nuovo focus, il LUCCAdigitalBOOK Contest dedicato all’editoria specializzata, che si andrà così ad affiancare agli altri concorsi internazionali lanciati dalla manifestazione: il ROBERTO DEL CARLO LUCCAdigitalPHOTO Contest (vinto nel 2010 da Sara Munari) dedicato alla fotografia e il LUCCAdigitalVIDEO Contest riservato alla video arte.

17 mostre, workshop, conferenze di grandi autori, incontri

Il programma della sesta edizione del LDPF si presenta più ricco che mai: 17 mostre, alcune in anteprima assoluta, e numerosi eventi tra workshop, conferenze di grandi autori, incontri al Photocafè e lettura dei portfolio, tutti ambientati in sedi inconsuete ed affascinanti di uno dei centri storici più integri e suggestivi del mondo (il programma della manifestazione è consultabile, aggiornato, sul sito ufficiale della manifestazione)
Ospite d’Onore del LDPF 2010 è l’eclettica artista statunitense Sandy Skoglund che, il 27 novembre al Teatro del Giglio, riceverà il LUCCAdigitalPHOTO Award.

IL FESTIVAL IN SINTESI: LE MOSTRE FOTOGRAFICHE

Richard Avedon: Marilyn Monroe interpreta Clara Bow, 22 Dicembre 1958

“The power of imagination” un’ampia retrospettiva di fotografie, che ripercorre la brillante carriera di Sandy Skoglund, in collaborazione con la galleria PaciArte di Brescia. In mostra anche una delle sue più celebri istallazioni. Autrice di fama internazionale, ha conquistato l’attenzione della critica e del pubblico con le sue fantastiche messe in scena.
Villa Bottini fino al 30 gennaio

In anteprima assoluta la mostra “Bye bye baby, Marylin”, un omaggio al simbolo della femminilità: Marylin Monroe, circa 80 immagini dalla collezione privata di Giuliana Scimé.
La mostra che è dedicata al grande pubblico, nel contempo è anche un impeccabile percorso artistico per i ‘palati più raffinati’ della fotografia, è curata da Giuliana Scimé e si suddivide in tre sezioni: i grandi fotografi (Richard Avedon, George Barris, Bruno Bernard Andre de Dienes, John Florea, Philippe Halsman, Tom Kelley, Bert Stern); professione e vita privata (immagini di fotografi professionisti degli studi cinematografici per la pubblicità dei film e immagini che raccontano i vari momenti della vita di Marilyn); ‘Marilyn e il desiderio collettivo’ (la riaffermazione del mito attraverso una serie di oggetti rari e divertenti ispirati alla diva).
Palazzo Ducale fino al 30 gennaio

“Horst P. Horst”, in collaborazione con la Staley-Wise Gallery di New York, 50 fotografie di Horst P. Horst: moda, ritratti e studi di nudo, tra cui alcune rarissime stampe vintage e platino inedite in Europa. La mostra è a cura di Enrico Stefanelli. Horst P. Horst è stato uno dei più celebrati fotografi di glamour, un genio insuperato per la sapienza delle sue coreografie e per l’uso delle luci.
Palazzo Ducale fino al 30 gennaio

Giorgia Fiorio, Cerimonia della Sema. Dervisci rotanti Mevlevi Mevlevi. Konya, Turchia 2004

“Francesca Woodman”, l’inquieta autrice americana, 20 immagini dalla collezione privata di Carla Sozzani. Il suo lavoro è un complesso ed intimo diario delle sue emozioni, ansie, desideri e sogni, pensieri e drammi adolescenziali.
Palazzo Ducale fino al 12 dicembre
A Carla Sozzani sarà assegnato il Premio Speciale alla Carriera per celebrare i vent’anni della galleria di Corso Como 10. L’attività illuminata della galleria ha contribuito in modo considerevole alla diffusione della fotografia in Italia, proponendosi quale polo culturale di scambio internazionale.

“Il dono”, analisi di Giorgia Fiorio sulla relazione tra l’individuo e il sacro attraverso le immagini riprese in trentotto missioni in trenta Paesi nei cinque continenti.
Il libro “Il dono” ha ottenuto il patrocinio dell’Unesco per la salvaguardia del patrimonio immateriale.
Palazzo Guinigi fino al 12 dicembre

“10013, Tribeca” è l’ultimissimo progetto di Donna Ferrato, che, con il lavoro “Living with Enemy”, denuncia della violenza domestica sulle donne, ha ricevuto nel 1985 “The W. Eugene Smith Grant in Humanistic Photography”.
“10013, Tribeca” è una ricerca in progress condotta nel quartiere di Tribeca a New York che nel corso degli anni ha subito radicali trasformazioni.
Palazzo Guinigi fino al 12 dicembre

Michel Comte Estate / I-Management SA: Tina Turner Vanity Fair US, 1993

“Not only women” di Michel Comte: espone i nudi e ritratti di donne (modelle, attrici e artiste) più significativi realizzati dall’autore nel corso della sua carriera.
La mostra è a cura di Maurizio Vanni, Serena Baccaglini, Luigi Perna ed Enrico Stefanelli. In coproduzione con il Lucca Center of Contemporary Art e l’ Archivio Comte di Zurigo.
LU.C.C.A fino al 12 dicembre

Ancora in collaborazione con il LU.C.C.A., “Paralipomeni” di Paola Binante, oggetti ripresi su fondo bianco quali simboli dell’evoluzione sociale ed altri oggetti fotografati su fondo nero quali simboli della perdita della naturalità.
LU.C.C.A fino al 12 dicembre

Consueto l’appuntamento con il “World Press Photo”, il grande concorso di fotogiornalismo, le 200 fotografie premiate quest’anno dalla World Press Foundation.
Chiesa dei Servi fino al 12 dicembre

“Il Teatro della Vita” di Jan Saudek, fotografie in bianco e nero colorate a mano. Erotismo ed ironia si intrecciano in formule esplosive, in collaborazione con il Museo Ken Dami di Brescia.
Ex Manifattura Tabacchi fino al 12 dicembre

“Cvetana Maneva” è il titolo del ritratto-istallazione dei due artisti bulgari Boris Missirkov e Georgi Bogdanov che rendono omaggio a Cvetana Maneva, nota attrice bulgara di teatro e cinema. In collaborazione con la For Gallery di Firenze.
Chiesa dell’Alba fino al 12 dicembre

Giorgia Fiorio: meditazione. Banco sul fiume Ayerawaddy. Bagan, Myanmar 2003

LE MOSTRE DI VIDEO ARTE

“La messa è finita. La rinascita delle chiese sconsacrate in Italia” di Andrea Di Martino, progetto vincitore del premio ‘Amilcare Ponchielli 2010’.
Prodotto dal LDPF in collaborazione con il GRIN.
Ex Manifattura Tabacchi fino al 12 dicembre

“Prison Privacy”, istallazione dell’artista greca Rania Bellou, che s’impone per la composizione e l’interazione di diverse espressioni d’arte visiva: video, fotografia, disegno, testi, scultura e animazione.
Ex Manifattura Tabacchi fino al 12 dicembre

“Revolution” “Doomed” “Love”, trilogia di video dell’australiana Tracey Moffat realizzati in collaborazione con Gary Hillberg. L’artista usa clip esistenti tratte da film melodrammatici, unendole per creare nuove storie che diventano una sua reinterpretazione di un comportamento sociale capriccioso. Ex Manifattura Tabacchi fino al 12 dicembre

Credits della manifestazione

Il Festival è realizzato dall’Associazione Toscana Arti Fotografiche e dal Comune di Lucca, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, ed è sostenuto dalla Provincia di Lucca, dalla Camera di Commercio di Lucca, dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca.
Partner del festival: Nikon, Epson, Agos-Ducato, Canson e Roberto Del Carlo.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader