Mostre » ANDREA BOYER

Andrea Boyer, disegno su cartoncino Schoellers, cm. 42,4x59,5 44

ANDREA BOYER

'Tra disegno e fotografia', la nuova mostra dell'artista lombardo

a cura di Bernd Noack, il 13/11/2010

La Galleria 44 Arte Contemporanea di Torino ospita fino al prossimo 23 dicembre 2010 "...tra disegno e fotografia", la nuova mostra personale dell'artista Andrea Boyer (Milano, 1956). Oltre ai suoi sorprendenti ed emozionanti lavori a matita, dal chiaroscuro esasperato, nello spazio espositivo piemontese sono presentate una serie di fotografie inedite dal grande rigore analitico e compositivo.

Tra disegno e fotografia

Nei disegni, luci e ombre sono date dai passaggi netti dal bianco al nero, gli sfondi appaiono senza un contorno preciso, sfumati con la matita; i temi sono il corpo umano, cappotti, giacche, impermeabili usati da uomini il cui volto non si vede mai. Nelle fotografie, tutte realizzate esclusivamente con luce naturale, le tonalità sono sempre contenute, la composizione rigorosa ed equilibrata e l’effetto decisamente naturale, mai alterato.

L’incontro con Giovanni Testori

Andrea Boyer nasce a Milano nel 1956. Dopo gli studi scientifici ed artistici, per anni lavora come fotografo professionista a Milano, per poi dedicarsi esclusivamente alla matita, alla pittura ed alla puntasecca. Nel 1991 incontra Giovanni Testori, che lo invita a tenere la sua prima mostra personale di disegni e incisioni alla Compagnia del Disegno di Milano e l’anno successivo alla biblioteca “Sormani” di Milano, dedicandogli in quella occasione un’importante testo critico. Da allora le sue opere sono state esposte in mostre personali e collettive in importanti gallerie pubbliche e private in Italia e all’estero.

Andrea Boyer, disegno su cartoncino Schoellers, cm. 31,5x57 44

Le parole di Alberto Agazzani

«…Se la metafisica di Andrea Boyer sia un moto dell’intelletto o, molto più difficilmente, un istinto primordiale (geneticamente) “modificato” è questione non da poco. Di certo la scelta dei soggetti segue un rigore estetico difficilmente ascrivibile all’istinto, così come pure la tecnica di rappresentazione utilizzata (sia essa il disegno o la pittura ad olio), lascia ben poco spazio alla casualità degli istinti. Eppure sia in un caso che nell’altro la perfezione ideale è solo apparente e cela, nella sovrapposizione dei segni e nel raffinato rapporto fra finito (pittura) e non-finito (disegno) (preparatorio) un’inquietudine sensuale che il pittore non controlla né dimostra di essere interessato a controllare. Il risultato è sorprendente e fatalmente seducente, addirittura più che se si trattasse di una pittura puramente e solamente istintiva.»

Scheda tecnica

  • Andrea Boyer… tra disegno e fotografia
    fino al 23 dicembre 2010
  • Galleria 44 Arte Contemporanea
    Torino, via della Rocca 4i
  • Orario di apertura:
    mar-mer, ore 16-19.30; gio-ven-sab, ore 10.30-12.30 e 16-19.30
  • Info:
    Tel. (+39) 011 8123629
    info@galleria44.com
    Galleria 44 Arte Contemporanea

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader