Eventi » RODIN. Le origini del genio (1864-1884)

Auguste Rodin, Il Pensatore 184,5 x 107 cm

RODIN. Le origini del genio (1864-1884)

A Legnano la più importante e ampia mostra mai realizzata in Italia sullo scultore che rivoluzionò la plastica contemporanea

a cura di Angelo Pinti, il 15/11/2010

65 sculture, 26 disegni e 19 dipinti inediti, fotografie originali dell'epoca - per un totale di 120 opere di cui oltre la metà inedite per l'Italia - rappresentano l’eccezionale offerta espositiva di “Rodin. Le origini del genio (1864-1884)”, la più importante e ampia mostra mai realizzata nel nostro Paese sul grande artista francese (Parigi 1840 - Meudon 1917), in programma dal 20 novembre 2010 al 20 marzo 2011 a Legnano, nelle sale di Palazzo Leone da Perego.

La partnership con il Musée Rodin di Parigi

La rassegna documenta il periodo di formazione di Rodin, fondamentale per l’evoluzione della sua attività, dai primi anni Sessanta dell’Ottocento fino alla progettazione della grandiosa Porta dell’Inferno realizzata nel 1884. Curata da Aline Magnien, conservatore-capo del patrimonio e direttore del servizio delle collezioni del Musée Rodin di Parigi, e da Flavio Arensi, direttore di SALe - Spazi d’Arte Legnano, con la collaborazione di François Blanchetière, conservatore del patrimonio del Musée Rodin, la mostra è frutto di un’importante partnership tra la Città di Legnano e il Musée Rodin di Parigi, ed è nata da un progetto dei due curatori insieme allo scultore Ettore Greco e Claudio Martino.
Posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana, l’iniziativa si avvale del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il patronato di Regione Lombardia e i patrocini della Provincia di Milano, dell'Ambasciata di Francia in Italia, del Centre culturel français de Milan e del supporto di Civita per l’organizzazione e la promozione.

Auguste Rodin, L'uomo dal naso rotto, 1864, bronzo, 31,5 x 15 x 17 cm

Un viaggio dalle prime esperienze alla piena affermazione di una poetica personale e dirompente

“Rodin. Le origini del genio (1864-1884)” proporrà in Palazzo Leone da Perego, capolavori assoluti dello scultore che rivoluzionò la plastica contemporanea, come il Giovanni Battista, il Pensatore, il Bacio, le Grandi Ombre e altri ancora, in un viaggio che congiunge le prime esperienze, maturate all'interno della bottega di Carrier-Belleuse, fino alla piena affermazione di una poetica personale e dirompente.
La mostra presenterà inoltre 28 gessi, ossia le forme originali da cui si è realizzata la fusione: un prestito di entità e qualità eccezionali, mai concesso fino ad ora, tanto per la fragilità quanto per l'importanza che tali opere - tra cui il Giovanni Battista e il Pensatore - rivestono nell’allestimento del Museo parigino.

In esposizione anche i dipinti conservati dal Musée Rodin

Per la prima volta in Italia saranno esposti i 19 dipinti, per lo più vedute della foresta di Soignes (Belgio), e alcuni lavori accademici e copie dei grandi maestri del passato, conservati negli archivi del Musée Rodin. In anteprima viene anche presentato un ritrovamento recente, la Jardinière, ossia un vaso decorativo collocato sul celebre Vaso dei Titani, in verità un piedistallo. L'opera, così nel suo formato originale, è stata ricomposta pochi mesi fa a Parigi dopo il ritrovamento di François Blanchetière e per l'occasione legnanese verrà nuovamente assemblata.

L’audioguida gratuita e il catalogo Allemandi & C.

Auguste Rodin (Parigi 1840 - Meudon 1917)

Un’audioguida gratuita, realizzata da Storyville, con la voce dei curatori, accompagneranno i visitatori all’interno del percorso; saranno predisposte, in collaborazione con Opera d’Arte, visite guidate per i gruppi organizzati e attività didattiche per le scuole cui sarà dedicato uno speciale spazio laboratorio.
Il catalogo edito da Umberto Allemandi & C., disponibile anche in formato digitale, conterrà i testi dei curatori e di Catherine Lampert, Barbara Musetti, June Hargrove, François Blanchetière, Véronique Mattiussi.

Le sculture in onore di Rodin nel centro di Legnano

Per tutto il periodo di apertura, nel centro di Legnano saranno esposte alcune opere scultoree in omaggio a Rodin, fra cui la Porta d'Oriente di Mimmo Paladino e L'uomo eroico di Ettore Greco, che si aggiungono alle recenti installazioni di opere monumentali di Aligi Sassu e Ugo Riva già allestite negli scorsi anni.
Nel salone delle mostre della Banca di Legnano (largo Franco Tosi 9), dal 20 novembre 2010 al 20 marzo 2011, verrà presentato il ciclo fotografico che Bruno Cattani elaborò per conto del Musée Rodin nel triennio 1999-2001 ritraendo i capolavori di Camille Claudel e Auguste Rodin. La mostra, che consta di una quarantina di scatti in bianco e nero, mette in relazione la vicenda artistica dei due scultori e amanti. Camille entra ventenne nell'atelier di Rodin nel 1884; l'esposizione alla Banca di Legnano dunque comincia dove termina la grande monografica dedicata al maestro francese e mette in luce lo sviluppo della sua opera e quella della sua geniale allieva.
Al bookshop di Palazzo Leone da Perego, sarà in vendita una tiratura d'artista di Bruno Cattani, “Omaggio a Auguste Rodin”.

Le parole del sindaco di Legnano, Lorenzo Vitali

Auguste Rodin, Bambini che si abbracciano, variante, gesso dipinto, 36,5 x 49,1 x 25,4 cm

Lorenzo Vitali, sindaco di Legnano, sottolinea “come questa mostra sia una tappa fondamentale della crescita culturale non soltanto cittadina, ma dell'intero territorio, anche in virtù del programma condotto negli ultimi dieci anni, che ha portato in città alcuni fra i grandi protagonisti della storia dell'arte, alternando attenzione per il passato e interesse per gli artisti del futuro. “Rodin. Le origini del genio” è la più importante esposizione mai allestita sull'opera del genio francese in Italia ed è frutto di tre anni di studi attenti e di scambi serrati col Musée Rodin di Parigi. Sono certo – prosegue Vitali - del successo di questa iniziativa, unica e di straordinario valore, ulteriore conferma del metodo e della qualità che in questo decennio hanno contraddistinto il lavoro dei nostri uffici culturali e del nostro staff scientifico. Sono felice – continua il Sindaco – che il Musée Rodin abbia deciso di co-produrre la mostra, confermando la bontà del progetto scientifico e premiando l'impegno della nostra comunità a promuovere eventi culturali ed artistici di respiro internazionale”.

    Scheda Tecnica

  • RODIN. Le origini del genio (1864-1884)
    dal 20 novembre 2010 al 20 marzo 2011
  • Curatori:
    Aline Magnien e Flavio Arensi, con la collaborazione di François Blanchetière
  • Palazzo Leone da Perego
    Legnano (MI), via Gilardelli, 10
  • Orario di apertura:
    mar-dom, ore 9.30-19; lun chiuso
    La biglietteria chiude mezz’ora prima
  • Biglietti:
    Intero € 9; ridotto € 7 (under 18 e over 65, gruppi di minimo 15 - massimo 25 persone, titolari di coupon e convenzioni); ridotto speciale scuole € 3; ingresso libero per minori di 6 anni, un accompagnatore per gruppo, due insegnanti accompagnatori per classe, giornalisti accreditati, disabili e accompagnatore, guide turistiche.
  • Info:
    Sito web della mostra
    Tel. (+39) 02 43353522
    servizi@civita.it

    Prenotazioni visite guidate e attività didattiche per le scuole
    OPERAd’ARTE, Milano
    Tel. (+39) 02 45487400
    info@operadartemilano.it

    Ufficio stampa: CLP Relazioni Pubbliche
    Tel. (+39) 02 433403 - 02.36571438; Fax 02.4813841
    press@clponline.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 15/11/2010

SPECIAL / Rodin: le sezioni della mostra

Curata da Aline Magnien e Flavio Arensi, con la collaborazione di François Blanchetière, la mostra “Rodin. Le origini del genio (1864-1884)” offre ai visitatori un percorso espositivo straordinario, organizzato in più sezioni, che ripercorre il periodo di formazione dell’artista dai primi anni...