F » Faraone, Rossella

Immagine tratta dal sito web dell'artista

Faraone, Rossella

a cura di Redazione, il 13/10/2010

Rossella Faraone nasce a Roma, città nella quale ha studiato e posto le prime importanti basi della sua formazione professionale. Si iscrive all’Istituto d’Arte “Silvio D’Amico” di Roma dove scopre una particolare inclinazione per l’arte orafa e si diploma Maestro d’arte in Oreficeria e Metalli. Frequenta l'accademia orafa romana, ed inizia una serie di corsi di perfezionamento e specializzazione, tenuti dai più famosi maestri d’arte orafa romani e aretini, in scultura orafa, incastonatura, incassatura, smaltatura, oreficeria antica, cesello e sbalzo, incisione. Nel suo percorso di specializzazione, Rossella Faraone viene affascinata dalla scultura orafa di Benvenuto Cellini e dall’oreficeria etrusca, i cui tratti stilistici si imprimono nelle sue creazioni diventando al tempo stesso motivo di ispirazione per le sue creazioni.

Il primo laboratorio

Negli anni Novanta si trasferisce a Nereto, in provincia di Teramo, dove apre il suo primo laboratorio. Si avvicina così anche all’oreficeria abruzzese e ne studia in particolare la simbologia antica che ripropone poi nella sua personale e raffinata interpretazione della “Presentosa”. Le sue creazioni sono dei pezzi unici, realizzati completamente a mano, lavorati a scultura, cesello e sbalzo, e rappresentano la sintesi perfetta di tutte le contaminazioni stilistiche che l’hanno sempre affascinata, dall’arte etrusca al barocco, dal liberty allo stile impero.

Le “pittosculture gioiello”

I gioielli di Rossella Faraone sono stati esposti in varie località italiane ed in importanti mostre all’estero, riscuotendo ovunque grande ammirazione e apprezzamento; alcuni pezzi unici vengono venduti in esclusiva dalla galleria d’arte Savelli a Roma. Nel 2005 Rossella Faraone inizia a dar vita anche alle “pittosculture gioiello”: prende le materie nobili che è abituata a plasmare e trasformare in preziosi capolavori di scultura orafa, e li riversa sulla tavola dove li plasma per dare corpo, stavolta, al suo mondo interiore. Sono tavole di particolare bellezza, caratterizzate da una marcata tridimensionalità, conferita con l’abile accostamento dei diversi tagli e volumi delle pietre preziose, e da un forte impatto cromatico reso con sapienti contrasti di colore degli smalti gioiello.

Prestigiosi riconoscimenti

L’oro e l’argento sono la perfetta liaison tra le due esperienze artistiche e accompagnano l’evoluzione dell’estro creativo, imprimendo al tempo stesso la riconoscibilità del suo stile. Nel dicembre 2005 Rossella Faraone viene invitata dal Lions Club di Giulianova (Te) a tenere una presentazione commentata del suo lavoro durante la quale vengono mostrate tutte le fasi di creazione di un gioiello. Nel 2006 le Pittosculture gioiello insieme ad alcuni dei gioielli più importanti di Rossella Faraone sono in mostra presso l’Hotel Quisisana di Capri. Nell’aprile dello stesso anno la Giunta Comunale di Nereto seleziona, tra le realizzazioni orafe della Val Vibrata, la Presentosa di Rossella Faraone per farne omaggio a donna Carla Voltolina Pertini. La Presentosa viene consegnata dal sindaco insieme all’orafa in occasione dell’inaugurazione della statua dedicata a Sandro Pertini, che fu insignito della cittadinanza onoraria di Nereto all’epoca della sua Presidenza della Repubblica.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader