Mostre » Monika Grycko. Dall’animale all’uomo: una storia incredibile

Monika Grycko, Hybrid, 2008, 3 busti in ceramica dipinta ad olio, 45x30x60 cm

Monika Grycko. Dall’animale all’uomo: una storia incredibile

A Milano una personale dell’artista polacca selezionata nell’ambito dei Premi Speciali di Arte Laguna 2009

a cura di Bernd Noack, il 27/09/2010

Inquietanti icone della nostra natura, in perenne tensione tra realtà e fantasia, stato primitivo ed evoluzione. Sono le sculture realizzate in ceramica dall’artista polacca Monika Grycko (Varsavia, 1969), protagonista della mostra personale intitolata “Dall’animale all’uomo: una storia incredibile” che inaugura domani, martedì 28 settembre, negli spazi della Galleria milanese Bianca Maria Rizzi.

Opere che si interrogano sulla capacità dell’uomo di adattarsi ai cambiamenti

In un affascinante e visionario percorso espositivo, le figure antropomorfe e le parti di esseri ibridi rievocano creature mitologiche che restituiscono allo spettatore la personale visione del genere umano dell’artista polacca, selezionata nell’ambito dei Premi Speciali dell’edizione 2009 del Premio Internazionale Arte Laguna.
Il lavoro di Monika Grycko, da sempre incentrato sullo studio della figura e della natura umana in rapporto all’ambiente che lo circonda, si interroga sulla capacità dell’uomo di adattarsi ai cambiamenti e alle trasformazioni, siano essi naturali o “indotti”, della realtà che egli abita.

Oltre al dato puro scientifico, il vissuto soggettivo di disorientamento e di estraniazione

Come sottolineato da Cecilia Maria di Bona nel testo critico che accompagna la mostra, «Osservare le sculture di questa giovane polacca è quasi come entrare in un laboratorio di analisi etno-antropologiche centrate sul percorso dell’evoluzione dell’uomo; ma, al tempo stesso, ci si accorge di come la sua fine sensibilità – attraverso una forma di acuta intelligenza emotiva ed empatica – riesca a cogliere, oltre al dato puro scientifico, il vissuto soggettivo di disorientamento e di estraniazione, sorto da scompensi e da lacerazioni interiori che la sovrastante incomprensibilità del destino evolutivo dell’uomo ha ingenerato nell’individuo, e segnatamente nell’individuo più fragile e sensibile.» (leggi l'intero testo)

Monika Grycko: principali mostre personali e collettive

Nata a Varsavia (Polonia) nel 1969, Monika Grycko vive e lavora a Faenza.
Tra le sue principali mostre personali:
• “Fatal Atraction”, Centro d'Arte Contemporanea, Varsavia (Polonia)
• “Transplantman”, Palazzo Sforza Cotignola, Ravenna (Italia)
• “Movimento extremo”, Circolo degli Artisti, Faenza (Italia)

Tra le collettive a cui ha preso parte citiamo invece:
• “The effects of consumerism”, Wimbledon School of Art, Londra (Regno nito)
• “The states of body and mind”, Performart Gallery, La Spezia (Italia)
• “Corpi rituali”, Centrale Enel di Nove e Galleria Comunale, Vittorio Veneto (Italia)

    Scheda Tecnica

  • Monika Grycko | Dall’animale all’uomo: una storia incredibile
    dal 28 settembre al 26 ottobre 2010
    Inaugurazione: martedì 28 settembre 2010, ore 18
  • Galleria Bianca Maria Rizzi
    Milano, Via Molino delle Armi 3
  • Orario di apertura:
    mar-gio-ven, ore 15-19.30; mer, ore 13-19.30; sab, ore 11-13 e 15-19.30; lun e mattino su appuntamento
  • Info:
    Galleria Bianca Maria Rizzi
    Tel. (+39) 02 58314940
    info@galleriabiancamariarizzi.com
  • Premio Internazionale Arte Laguna (per scaricare bando 2010)
    c/o ARTE LAGUNA
    Via Roma, 29/A - 31021 Mogliano V.to (TV)
    Tel. (+39) 041 5937242 - Fax (+39) 041 8627948
    info@premioartelaguna.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader