Eventi » ERMANNO NASON. Guerriero del vetro

Ermanno Nason, “Nudo di donna”

ERMANNO NASON. Guerriero del vetro

Il Museo del Vetro presenta un centinaio di opere del grande maestro muranese

a cura di Angelo Pinti, il 17/09/2010

Nessun maestro nella storia di Murano ha saputo scolpire il vetro come Ermanno Nason, e nessuno ha dimostrato una tale apertura, sincera, convinta (e per questo convincente) al moderno, all’astratto, all’informale. A partire da domani, sabato 18 settembre, il Museo del Vetro gli dedica una grande mostra che si intitola “Guerriero del vetro” e offre al pubblico un affascinante percorso espositivo formato da un centinaio di opere selezionate dalla vastissima produzione dell’artista.

Le collaborazioni con Picasso, Chagall, Fontana e tanti altri

Nason è nato a Murano nel 1928 ed è membro di una famiglia significativamente presente in ogni fase della storia muranese dal XVII secolo ai giorni nostri.
Prediletto dagli artisti de “La Fucina degli Angeli” di Egidio Costantini, Ermanno Nason collabora con Pablo Picasso, Jean Cocteau, Marc Chagall, Max Ernst, Hans Arp, Kokoshka, Nag Arnoldi, Borsi, Jean Le Witt, Fred Fay, Krayer, Antun Motika e Bergamini, Guttuso, Braque, Verde, Hundertwasser, Fontana, Pignon, Bellini, Minguzzi, Goldoni, Carraro, Fulvio Bianconi, traducendo in vetro ogni progetto, per quanto nuovo e insolito e raggiungendo l’eccellenza, in particolare, nella lavorazione “a massello”, cioè eseguita modellando il vetro nella massa incandescente.

Dai volti di donna in cristallo alla versione pop della testa della Statua della Libertà

Tra le opere esposte in questa mostra, che testimoniano solo una piccola parte della sua sterminata produzione, troviamo di tutto: dalla virtuosistica e perfetta riproduzione della saliera del Cellini ad una versione pop della testa della Statua della Libertà, dagli splendidi volti di donna in cristallo ai pulcinella di tiepolesca memoria, dall’enorme statua di Sansone al piccolo busto di donna degno di un Aristide Maillol.

Note biografiche di Ermanno Nason

Ermanno NAson, “Mano con forcella”

Ermanno Nason nasce a Murano nel 1928. Membro di una famiglia di famosi maestri vetrai, entra a 9 anni in fornace e supera l’esame di maestro a soli 18 anni. Fin dall’inizio si dimostra un vero talento, in particolare per l’esecuzione della figura umana e degli animali.
Dal 1952 al 1957 è “maestro di prima piazza” alla Mazzega; apre poi una propria fornace e lavora per qualche anno in società con il cognato Scarpa nella V.A.M. Dal 1964 al 1972 è alla Cenedese, e dal 1973 al 1992 si rimette in proprio fondando “Arte Ermanno Nason”.
La sua notorietà è indissolubilmente legata alla collaborazione con il “Centro Studi Pittori nell’Arte del Vetro” fondato nel 1951 da Egidio Costantini, poi chiamato, su suggerimento di Cocteau, “La Fucina degli Angeli”, che coinvolgeva i massimi artisti dell’epoca chiedendo loro disegni e progetti da realizzare in vetro a Murano.
La padronanza nella lavorazione “a massello”, raggiunta proprio in quegli anni, lo spinse alla predilezione per le grandi sculture, per la re-interpretazione audacemente moderna delle varie Pietà di Michelangelo, per le forme morbide ispirate ad Henry Moore, per i visi attoniti di Campigli e, in generale, per tutto quel repertorio dei fertili anni ’60.
Da buon “muranese”, che vede in ogni forma e in ogni soggetto una sfida ineludibile, una vetta da scalare per dimostrare a sé e soprattutto agli altri, di essere il migliore, Nason si è gettato con entusiasmo e coraggio nel suo lavoro proponendo una tale varietà di opere da lasciare oggi sgomenti davanti a tanta onnivora curiosità e a tanta vitalità.

I crediti della mostra

È, questo con l’arte di Nason, il quarto appuntamento espositivo organizzato grazie alla collaborazione con l’Associazione Vetrovetro, dopo Fare Vetro. Creatività e tecnica in cento opere (29 maggio - 28 ottobre 2008); RITROVARE IL MUSEO: Murano 1797-1859 dalle collezioni del Museo del Vetro (6 dicembre 2008 - 1 maggio 2009); e La rinascita dalla seconda metà del XIX secolo. Antonio Salviati e Vincenzo Zanetti (6 febbraio - 15 giugno 2010).
La mostra “Guerriero del vetro” è curata da Aldo Bova, così come il catalogo Skira, quest’ultimo con contributi di Aldo Bova, Silvio Fuso, Chiara Squarcina, Giampaolo Seguso e alcune interviste realizzate da Francesca Cadel. Progetto espositivo e allestimento sono a cura di Eraldo Mauro.
L’esposizione è realizzata con il patrocinio della Regione Veneto e il contributo di Banco San Marco, Ars Cenedese Murano srl, Ferro & Lazzarini srl.

    Scheda Tecnica

  • Ermanno Nason. “Guerriero del vetro”
    dal 18 settembre 2010 all’11 gennaio 2011
    Inaugurazione: sabato 18 settembre, ore 12 (a invito, fino a esaurimento dei posti disponibili)
  • Curatore:
    Aldo Bova
  • Progetto espositivo e allestimento:
    a cura di Eraldo Mauro
  • Museo del Vetro
    Murano (Venezia), Fondamenta Giustinian 8
  • Orario di apertura:
    fino al 31 ottobre: ore 10-18 (biglietteria 10-17.30)
    dal 1 novembre: ore 10-17 (biglietteria 10-16.30)
    chiuso 25 dicembre e 1 gennaio 2011
  • Biglietti:
    Ingresso con il biglietto del Museo: intero 6,50 euro; ridotto € 4 (ragazzi da 6 a 14 anni; studenti* dai 15 ai 25 anni, accompagnatori max. 2 di gruppi di ragazzi o studenti, cittadini ultrasessantacinquenni, personale* del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, titolari di Carta Rolling Venice, soci FAI); ingresso libero (residenti e nati nel Comune di Venezia; bambini 0/5 anni; portatori di handicap con accompagnatore; guide autorizzate; interpreti turistici* che accompagnino gruppi; 1 gratuità ogni 15 biglietti previa prenotazione;membri I.C.O.M.)
    *è richiesto un documento
  • Catalogo:
    Skira, a cura di Aldo Bova (con contributi di Aldo Bova, Silvio Fuso, Chiara Squarcina, Giampaolo Seguso e alcune interviste realizzate da Francesca Cadel)
  • Info e prenotazioni:
    Musei Civici Veneziani
    mkt.musei@fmcvenezia.it
    Call center 848082000 (dall’Italia)
    (+39) 04142730892 (dall’estero)

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader