Mostre » ISOLA E NORZI. A Ballad of the Flooded Museum

Isola e Norzi, “Grande Vetro”, 2010, veduta dell’installazione del ‘dipinto’ astratto, ottenuto dal naturale sedimento delle alghe lungo il vetro dell’Acquario di NY a Coney Island. Courtesy gli artisti

ISOLA E NORZI. A Ballad of the Flooded Museum

Alla Fondazione Bevilacqua La Masa una mostra che riflette sulla relazione tra fiction e realtà, nonché sulla natura stessa dell’opera d’arte nella sua messa in scena al museo

a cura di Bernd Noack, il 11/08/2010

Aprirà i battenti giovedì 26 agosto, nei giorni d’inaugurazione della 12. Mostra lnternazionale di Architettura di Venezia, “A Ballad of the Flooded Museum”, esposizione degli artisti italiani Isola e Norzi curata da Paola Nicolin e ospitata nelle sale di Palazzetto Tito, sede istituzionale della Fondazione Bevilacqua La Masa. La mostra offrirà al pubblico una riflessione sull'acqua come elemento contraddittorio, che sostiene e insieme trascina, che preserva e distrugge, che ricorda e sommerge per sempre, cambiando radicalmente la percezione dello spazio, della luce e dei corpi.

Un’indagine ispirata ad alcuni esperimenti di Jacques Cousteau

Il progetto nasce da una ricerca intrapresa da poco più di un anno dal duo artistico, ispirata a Jacques Cousteau e legata in particolare ad alcuni esperimenti dedicati all'insediamento abitativo sui fondali marini al largo del Sudan, realizzati dal grande oceanografo francese nei primi anni Sessanta.
La natura dell'esperienza di Cousteau e la modalità attraverso la quale gli artisti se ne sono appropriati diventa lo spunto da cui partire per ragionare sul concetto stesso di profondità e di abisso, in senso fisico e psicologico. Accanto alla raccolta di materiale e documenti legati alla storia, gli artisti hanno proceduto alla loro re-interpretazione e re-attivazione, che si sviluppa in diverse direzioni (fotografia, disegni, video e installazioni scultoree), in un progressivo e costante salto di scala.

Isola e Norzi, “Bated Breath”, 2010, stampa lamda, 78 x 78 cm. installazione subacquea fatta di aria, Acquario di NY a Coney Island. Courtesy gli artisti

La relazione tra contesto e contenuto, tra spazio dell'esposizione, opera e spettatore

La mostra vuole dunque suggerire all’interno degli spazi domestici di Palazzetto Tito una possibile e poetica rappresentazione della relazione tra mondo sommerso e terra ferma, invitando a riflettere sulla percezione effimera dello spazio, sull’acqua come display, sulla relazione tra fiction e realtà e sulla natura stessa dell’opera d’arte nella sua messa in scena al museo. In questo modo gli artisti rivelano l'interesse per la relazione tra contesto e contenuto, tra spazio dell'esposizione, opera e spettatore. Particolare significato assume infatti il luogo espositivo, ovvero un palazzetto che sorge dall'acqua e che dall'acqua è spesso sommerso, come solo a Venezia può accadere.
La mostra è stata realizzata grazie al supporto di CAP - Contemporary Art Projects e allo sponsor tecnico TETRA.

Hilario Isola e Matteo Norzi: note biografiche

Isola e Norzi, “{acqua salata [acqua dolce (acqua distillata) acqua dolce] acqua salata}”, 2010, mixed media, 80 x 80 x 120 cm. Courtesy gli artisti

Hilario Isola e Matteo Norzi (entrambi Torino, 1976) collaborano dal 2003, portando avanti una ricerca artistica che parte da studi e interessi di storia dell’arte, museologia, e architettura. Il duo ha esposto il proprio lavoro in spazi pubblici e privati come David Roberts Art Foundation, Londra; Art in General, NY; Smack Mellon, NY; Sculpture Center, NY; Artists Space, NY; China National Academy, Pechino; HDLU, Zagabria; Valentina Bonorno Arte Conternporanea, Roma; Fondazione Spinola Banna per l’Arte, Torino.
Il loro lavoro e stato oggetto di recensioni ed articoli in diverse riviste, tra le altre, Artforum, Flash Art, C Magazine, Above Magazine, Abitare. Visiting Artists presso NYU New York University, nel biennio 2008 /2009 sono stati Artists in Residence presso Lower Manhattan Cultural Council di New York e Headlands Center for the Arts di San Francisco. Isola e Norzi vivono e lavorano a New York.

    Scheda Tecnica

  • Isola e Norzi. “A Ballad of the Flooded Museum”
    dal 27 agosto al 10 ottobre 2010
    Inaugurazione: giovedì 26 agosto, ore 19
  • Curatore:
    Paola Nicolin
  • Palazzetto Tito
    Venezia, Dorsoduro 2826
  • Orario di apertura:
    mer-dom, ore 10.30-17.30; lun-mar chiuso
  • Biglietti:
    Intero € 5; ridotto € 3
  • Info:
    Fondazione Bevilacqua La Masa
    Dorsoduro 2826, 30123 Venezia
    Tel. (+39) 041 5207797 - Fax (+39) 041 5208955

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader