Mostre » TULLIO PERICOLI. Paesaggi (1999-2010)

Tullio Pericoli, Frammento, olio e matite su tavola, cm 14x15

TULLIO PERICOLI. Paesaggi (1999-2010)

In mostra una selezione di opere dell’artista marchigiano dedicate ai temi del paesaggio e del ritratto

a cura di Bernd Noack, il 08/07/2010

Dalle grandi tele ad olio ai piccoli delicati acquarelli, attraverso i segni e la materia emergono le linee di paesaggi, vedute e luoghi. Sono proprio i paesaggi - a cui attualmente sempre più l’artista ama dedicarsi - a giocare un ruolo determinante nella personale intitolata “Tullio Pericoli. Paesaggi (1999-2010)” che inaugura sabato 10 luglio a Bagolino (Brescia), nel nuovo spazio espositivo dello Studio d’Arte Zanetti.
Curata da Mario Zanetti in collaborazione con la storica dell’arte Michela Valotti, la mostra presenta una selezione di circa quaranta opere tra oli, acquarelli e disegni realizzati dal pittore, grafico e disegnatore marchigiano.

«Il segno ha la priorità sul gesto. La traccia scandisce percorsi di rara profondità»

«Mappe dell’anima da cui affiora vivo il legame con il natio paesaggio marchigiano in uno scambio continuo di riflessioni e soluzioni creative che ruotano attorno al tema dell’identità» scrive Michela Valotti - autrice del testo critico nel catalogo che accompagna la mostra edito da Compagnia della Stampa - sottolineando che «il segno ha la priorità sul gesto. La traccia scandisce percorsi di rara profondità, quasi che le superfici della carta, della tela o della tavola siano solo un pretesto per dire altro, per raccontare di storie di genti e di luoghi».

Tullio Pericoli, Cartolina dale Marche, 2008, acquarello su carta, cm 15x19

La proiezione del film “Fantasmi di voce - Antonio Stagnoli”, di Elisabetta Sgarbi

La personale si inserisce nel percorso di ampio respiro dello Studio d’arte Zanetti, uno spazio dedicato all’arte figurativa antica, moderna e contemporanea, e motore di incontri e progetti culturali fondati su una forte interrelazione fra arte e territorio.
In concomitanza con la mostra, lo Studio d’arte Zanetti ha organizzato per sabato 24 luglio alle ore 21.30 - nella sala del Teatro S.Filippo Neri, in via Parrocchia 14 a Bagolino - la proiezione del film “Fantasmi di voce Antonio Stagnoli”, presentato alla 60a Mostra d'Arte Cinematografica della biennale di Venezia, nel corso della quale saranno presenti la regista Elisabetta Sgarbi e il maestro Antonio Stagnoli.

    Scheda Tecnica

  • Tullio Pericoli. “Paesaggi (1999-2010)”
    dall’11 luglio al 29 agosto 2010
    Inaugurazione: sabato 10 luglio, ore 18 (sarà presente l’artista)
  • Curatore:
    Mario Zanetti
  • Studio d’Arte Zanetti
    Bagolino (BS), Via Fioravante Moreschi 2
  • Orario di apertura:
    mar-ven, ore 10.30-12.30 e 16-19.30; sab-dom, ore 10-12.30 e 15.30-19.30
    dall’1al 22 agosto lo Studio rimarrà aperto tutti i giorni con gli orari sopra menzionati e la sera dalle ore 21 alle ore 22.30
  • Catalogo:
    edito da Compagnia della Stampa, Massetti Rodella Editori, €10
  • Info:
    Studio d’Arte Zanetti
    Tel. (+39) 0365 902009 - Fax (+39) 0365 903749
    info@zanettiarte.com

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Valentina Redditi, il 21/03/2009

Tullio Pericoli, SEDENDO E MIRANDO, i paesaggi

La mostra di Tullio Pericoli, SEDENDO E MIRANDO, i paesaggi (1966 al 2009), citazione leopardiana che dà il nome anche a un dipinto in mostra, prende in esame l’intera ricerca sul paesaggio condotta dall’artista marchigiano (nato a Colli del Tronto in provincia di Ascoli, nel 1936 e vissuto da...

a cura di Redazione, il 21/03/2009

Pericoli, Tullio

Tullio Pericoli nasce a Colli del Tronto (Ascoli Piceno). Dal 1961 vive a Milano dove si afferma come pittore e disegnatore. A partire dagli anni '70 inizia a collaborare con la rivista "Linus", con il "Corriere della Sera" (dal 1974) e con il settimanale "L'...