Eventi » Angelo Cruciani. CUBO D’ARTE

“Cubo dell’Apocalisse”, 2010 (particolare)

Angelo Cruciani. CUBO D’ARTE

Famiglia Margini proroga la mostra milanese “Apokalypse” presentando un’installazione che esalta l’interattività fra spettatore e opera

a cura di Redazione, il 27/05/2010

In seguito al grande successo di pubblico e critica ottenuto dalla mostra “Apokalypse”, personale di Angelo Cruciani allestita nella sede milanese dell’associazione culturale Famiglia Margini, l’esposizione è stata prorogata fino al 20 giugno 2010. Per l’occasione la mostra sarà arricchita di nuove opere e prevede per oggi (giovedì 27 maggio) la presentazione inedita del “Cubo d’Arte”: forma che riassume e amplifica, attraverso il design, la ricerca di Cruciani sull’interattività fra spettatore e opera, che nella fattispecie ha carattere sperimentale: per la prima volta infatti lo spettatore è chiamato a vivere l’interno dell’opera d’arte per poter recuperare, in solitudine, estraniandosi dall’ambiente circostante, quell’attenzione di cui l’oberazione visiva ci priva.
Il Cubo è la risposta alla distrazione, poiché costringe lo spettatore a entrare nell'opera a 360° e lo imprigiona per circa un minuto.

Una performance “cruda”, ma con un sorprendente risvolto positivo

Una performance emozionante che coinvolgerà il visitatore e che si preannuncia cruda, ma con un sorprendente risvolto positivo! La mostra riesce ad intercettare l’osservatore, anche casuale, e a entrare in efficace contatto con lui, proiettandolo in una dimensione altra, quella che le opere esposte pongono in essere. Memoria e visionarietà si fondono con la tecnologia facendo vibrare le emozioni di chi affronta un’opera che cancella tempo e spazio, le immagini entrano in relazione in un percorso che si sofferma su quel micropunto in equilibrio fra morte e vita, fine e inizio.

Un incontro prima visivo e poi mentale

Il Cubo si colloca sulla soglia di un incontro prima visivo e poi mentale, ma l’accesso ultimo è sempre quello della dimensione interiore del visitatore. Il nesso con le opere in mostra diviene quindi l’apertura a complessità differenti, un riflettere sulla connessione di punti di vista che non sempre convergono, ma ruotano attorno all’osservare stesso come ingresso in una dimensione altra mediante un processo di incontro.

Ideale punto d’incontro fra arte e design

“Cubo dell’Apocalisse”, 2010 (particolare)

Il Cubo dell’Apokalypse non racchiude solo immagini, ma suoni che vibrano e mutano. L’elemento, di 2.5 metri cubici, si presenta neutro all’esterno, consentendo di vivere al suo interno un’esperienza sensoriale-visiva. Ideale punto d’incontro fra arte e design, l’installazione costringe a un’attenzione che viceversa il mondo nega, stimola ogni percezione e porta lo spettatore a concentrarsi in un isolamento che amplifica la sensorialità.

La proiezione del video “Apocalipse in Berlin”

All’interno della mostra “Apokalypse” sarà proiettato il video “Apocalipse in Berlin” realizzato in collaborazione con il regista Carlo Fatigoni ed i Santifolli, presentato nel 2009 in occasione della Berlinale. L’Esposizione è visibile sul sito della www.apokalypse.co.uk (fotografie di Fabio Lanza).

Angelo Cruciani con Grace Zanotto e l’organico di Famiglia Margini, reduci dal grande successo della mostra “Terzo Rinascimento” a Palazzo Ducale di Urbino con oltre 30.000 presenze, si apprestano a realizzare un altro grande evento,
la mostra “Anni ‘00, il decennio irreale” in programma dal 24 giugno a Milano, che vedrà la partecipazione di Fabbrica Borroni.
Il percorso di “Esposizioni Sociali” proposto dall’Associazione Culturale propone mira una rieducazione sensoriale dello spettatore, che attraverso l’arte si riappropria del rapporto emotivo con il Mondo.

    Scheda Tecnica

  • Angelo Cruciani. “APOKALYPSE”
    fino al 20 giugno 2010
    Installazione “Cubo d’Arte”: dal 27 maggio al 20 giugno 2010
  • Curatore:
    Grace Zanotto
  • Testi critici:
    Stefano Bianchi e Paolo Thea
  • Galleria Famiglia Margini
    Milano, via Simone D’Orsenigo 6
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni su appuntamento, ore 11-20
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Catalogo:
    In mostra
  • Info:
    Galleria Famiglia Margini
    Tel. (+39) 02 55199449 - cell. (+39) 328 7141308
    famigliamargini@gmail.com
    Flavia Lanza (Art Project Manager): cell. (+39) 340 9245760
    Sito web della mostra
    Sito web di Angelo Cruciani

    Patrocinio:
    Amnesty International

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Valentina Redditi, il 08/07/2009

RAZZISMI

Curata da Grace Zanotto, la mostra “Razzismi” propone le opere di una rosa di artisti storicamente impegnati in situazioni limite. Inaugura domani giovedì 9 luglio 2009 (per rimanere aperta fino al prossimo 15 settembre) la nuova indagine introspettivo-sociale proposta nelle sale dell'ir...

a cura di Bernd Noack, il 11/02/2009

THE HOPE CAN BE A CROSS - La speranza può essere una croce

All'interno della collettiva milanese "The Butcher Boy Reloaded", sarà in mostra da domani, e fino al prossimo 19 febbraio 2009, la nuova opera provocatoria del'artista Angelo Cruciani, con Gesù Cristo e Barak Obama protagonisti attraverso in un intreccio iconografico. ...

a cura di Redazione, il 21/01/2009

Arte Fiera: in arrivo il Tortellino Killer

Cento esemplari numerati di "Tortellino Killer", di colore nero e con un teschio bianco dipinto a mano su ciascuno da Angelo Cruciani, saranno seminati durante l'inaugurazione di Arte Fiera 2009 a Bologna....