K » Kolář, Jiří

Jiří Kolář, Senza titolo, 1985, chiasmage rilievo, cm 56,5 x 56,5

Kolář, Jiří

a cura di Redazione, il 19/03/2010

Jiří Kolář nasce a Protivín (Boemia del Sud) nel 1914 e muore a Praga nel 2002. Fu tra i principali esponenti dell’associazione ceca d’avanguardia Gruppo 42, che più delle altre scuole dell’avanguardia boema si prefisse un’intensa mutualità tra poesia e pittura. Sostenitore di un’estetica del seriale quotidiano, realizzò i primi collage già alla fine degli anni Trenta; nel 1937 si tenne infatti la sua prima esposizione personale al Teatro D37, Mozarteum di Praga. Negli anni Sessanta iniziò ad operare nell’ambito della poesia concreta, ibridando componimenti poetici con segni non verbali. A partire da questo archetipo testuale, ha esplorato in senso metalinguistico le innumerevoli varianti del collage. Nel 2000 Kolář, con atto notarile, ha delegato la Galleria Melesi di Lecco a costituire l’Archivio Jiří Kolář per l’Italia.

Le mostre più importanti

Una selezione delle esposizioni: Biennale di San Paolo del Brasile; Galleria Schwarz, Milano; Museum of Modern Art, Miami; Institut fur Moderne Kunst, Norimberga; Museum Haus Lange, Krefeld; Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, Parigi; Galerie Lelong, Paris; Centre George Pompidou, Parigi; Galerie Maeght, Barcellona; Art Gallery of Ontario, Toronto; The Solomon R. Guggenheim Museum, New York; Palazzo Madama, Torino; Padiglione Cecoslovacchia, Biennale di Venezia; PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, Milano; Museum of Modern Art, Oxford; ICA Institute of Contemporary Art, Londra; Konsthall, Malmo; Fundació Joan Miró, Barcellona; Nàrodnì Galerie, Praga; Stedelijk Museum, Schiedam; Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, Madrid; Galleria Nazionale d’Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma; Musée des Beaux-Arts de Dijon, Digione; Ludwig Museum of Contemporary Art, Budapest; Amos Anderson Art Museum, Helsinki.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader