Eventi » CARAVAGGIO

Bacco,1597. Olio su tela, 95 x 85 cm. Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze – Galleria degli Uffizi

CARAVAGGIO

In occasione dei 400 anni dalla morte di Michelangelo Merisi, Roma ospita 24 capolavori assoluti scelti fra i soli accreditati come autografi del grande artista

a cura di Valentina Redditi, il 03/03/2010

Ideata da Claudio Strinati e curata da Rossella Vodret e Francesco Buranelli, la mostra dedicata a Michelangelo Merisi da Caravaggio, vuole offrire al pubblico solo e soltanto la produzione certa, la summa indiscutibile del Maestro. Ospitata nelle sale delle Scuderie del Quirinale a Roma fino al prossimo 13 giugno 2010, quest’esposizione presenta una carrellata di quadri straordinari, perché straordinaria è la tecnica, la visione e l’innovazione di Caravaggio nell’arte. Tutti elementi che ne hanno fatto un pittore unico, molto amato dal pubblico più vario, perché nessuno ha saputo come lui, prima e dopo, dare luce al buio.

Leggi "Il pittore Michelangelo Merisi da Caravaggio" di Claudio Strinati (estratto dal saggio in catalogo)

Leggi "Caravaggio assoluto", di Francesco Buranelli e Rossella Vodret (estratto dal saggio in catalogo)

Caravaggio non dipinse molto in vita sua. Perché la vita prese spesso il sopravvento sull’arte. Nonostante ciò, nel corso dei secoli sono state attribuite a Michelangelo Merisi molte opere. Per alcuni troppe, per altri semplicemente “dubbie”.

Un percorso teso ad esaltare il confronto inedito tra opere e soggetti

La carriera artistica di Caravaggio sarà rappresentata lungo i due piani espositivi delle Scuderie in un percorso teso ad esaltare il confronto inedito tra opere e soggetti. Così, accanto al Ragazzo con canestra di frutta dalla Galleria Borghese, una delle sue più importanti opere giovanili, si vedrà, per esempio, il Bacco degli Uffizi, dove Caravaggio dipinse un’altra eccelsa natura morta, due opere che mai sono state messe prima a confronto diretto, senza contare l’eccezionale presenza della Canestra di frutta della Pinacoteca Ambrosiana di Milano, mai prima uscita dalla sua sede storica.
Opere conosciutissime provenienti dai più importanti musei al mondo

Suonatore di Liuto, 1595 – 1596. Olio su tela, 94 x 119 cm. Museo Statale dell’Ermitage, San Pietroburgo. Photograph © The State Hermitage Museum. Photo by Natalia Antonova, Inessa Regentova

In mostra tutte opere conosciutissime

Il confronto diretto tra soggetti caravaggeschi vuole essere uno dei tanti fil rouge della mostra, ma non il solo. Le opere sono tutte conosciutissime, alcune forse più facilmente visibili come le due versioni della Cena in Emmaus rispettivamente dalla National Gallery di Londra e dalla Pinacoteca di Brera (opera su cui nuove indagini tecnico scientifiche a cura dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze hanno portato importanti rivelazioni documentate in mostra) o ancora i Musici dal Metropolitan Museum di New York;

il Suonatore di liuto dall’Ermitage e l’Amore vincitore dalla Gemaldegalerie di Berlino o le tre versioni del San Giovanni Battista rispettivamente dai Musei Capitolini – fresco di restauro - e dalla Galleria Corsini di Roma e dal Nelson-Atkins Museum di Kansas City (certo il più lontano e forse meno visto) - altre più raramente concesse per mostre come la Deposizione dai Musei Vaticani o l’Incoronazione di Spine dal Kunsthistorisches Museum di Vienna, i Bari dal Kimbell Art Museum di Forth Worth o la straordinaria Annunciazione dal Museo di Nancy, restaurata per l’occasione a Roma nei laboratori dell’IsCR (L’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro) in un progetto congiunto Italia-Francia che ha ridato nuova leggibilità ad un quadro davvero sorprendente.
Leggi l'elenco completo delle opere in mostra

Roma sede ideale per una mostra antologica su Caravaggio

Musici, 1594 – 1595. Olio su tela, 92,1 x 118,4 cm. The Metropolitan Museum of Art, Rogers Found, 1952. New York © 2009. Image copyright The Metropolitan Museum of Art/Art Resource/Scala, Firenze

Accanto alle Scuderie del Quirinale Roma si rende sede ideale di una mostra antologica delle opere di Caravaggio permettendo al pubblico di ammirare, accanto alle opere pervenute da tutto il mondo alle Scuderie, le opere in situ, nelle varie chiese per le quali furono commissionate, offrendo, attraverso percorsi mirati e appositamente studiati per la città, la possibilità unica e indimenticabile di vedere riunita insieme grande parte della produzione storicamente riconosciuta del Caravaggio, in una sorta di omaggio riconoscente e rinnovato.

Un punto di riassunto e di nuova partenza

Dal punto di vista degli studi scientifici, l’esposizione, ideata da Claudio Strinati e a cura di Rossella Vodret e Francesco Buranelli, segna una sorta di rinnovamento, quasi un punto di riassunto e nuova partenza rispetto alla grande messe di scritti filologici, documentari e tecnico-scientifici degli ultimi vent’anni, spesso di difficile accesso al pubblico non specialistico.

Il catalogo

Il catalogo, edito da Skira, e a cura di Claudio Strinati, di taglio semplice e divulgativo, nasce, quindi dall’impegno dei curatori della mostra, di molti studiosi del Caravaggio e con l’apporto prezioso del Comitato Nazionale per le celebrazioni caravaggesche nel Quarto Centenario della morte di Michelangelo Merisi, presieduto da Maurizio Calvesi.
Il catalogo Skira

Canestra di frutta, fine del XVI secolo. Olio su tela, 48 x 62 cm. Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Pinacoteca Ambrosiana Milano © 2009. Foto Scala, Firenze

Gli incontri di approfondimento

In occasione della mostra, le Scuderie del Quirinale proporranno, come oramai da consuetudine, 7 incontri di approfondimento sui temi della mostra con altrettanti conclamati studiosi del Caravaggio, con cadenza settimanale alle ore 18.30 nella sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni a partire dal 25 febbraio. Mentre i Servizi Educativi-Laboratorio d’arte proporranno per gli adulti “spot! lettura guidata di un opera”, ogni secondo venerdì del mese alle ore 19 a partire dal 12 marzo, per i più giovani “Luce in scena!”, visita e laboratorio per conoscere il linguaggio del “pittore della luce tenebrosa”. In programma attività per ragazzi dai 7 agli 11 anni tutti i fine settimana (prenotazioni e informazioni: 06.39967500 www.scuderiequirinale.it).

Chi sostiene e promuove l’evento

L’esposizione è Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale di Roma, coprodotta con MondoMostre e realizzata con il supporto di Cariparma.

Scheda tecnica

  • Caravaggio
    fino al 13 giugno 2010
  • Mostra ideata da:
    Claudio Strinati
  • Curatori:
    Rossella Vodret, Francesco Buranelli
  • Scuderie del Quirinale
    Roma, via XXIV Maggio 16
  • Orario di apertura:
    dom-gio, ore 10-20; ven e sab, ore 10-22.30.
    L’ingresso è consentito fino a un’ora prima della chiusura.
  • Biglietti:
    Intero € 10; ridotto € 7.50
  • Informazioni e prenotazioni:
    singoli, gruppi e laboratori d’arte tel. 06 39967500; scuole 06 39967200
  • Allestimento:
    Michele De Lucchi
  • Catalogo:
    Skira
  • Uffici stampa:
    Azienda Speciale Palaexpo
    Barbara Notaro Dietrich
    Tel. (+39) 06 48941212
    b.notarodietrich@palaexpo.it
    Segreteria: Dario Santarsiero
  • MondoMostre
    Sveva Fede
    Tel. (+39) 06 6893806
    ufficiostampa@mondomostre.it
    Rossano Borraccini
  • Info:
    Scuderie del Quirinale
    Mondo Mostre

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 03/03/2010

SPECIAL / Incontro con Caravaggio

La mostra (Roma, Scuderie del Quirinale, fino al 13 giugno 2010) vuole presentare all’attenzione dei visitatori soltanto opere del Caravaggio “sicure”. Nel corso della sua vita, infatti, il pittore non produsse molto ma negli ultimi cento anni numerosi esperti e storici dell’arte gli hanno att...