Mostre » CIRO VITALE. Ti dico degli assenti

Ciro Vitale. serie Frammenti (Zuava)

CIRO VITALE. Ti dico degli assenti

Storia e forza del ricordo attraverso disegni, video, installazioni del giovane artista campano

a cura di Bernd Noack, il 30/01/2010

Inaugura giovedì 4 febbraio 2010 nelle sale della Galleria Arte Borgogna la prima personale milanese del giovane artista Ciro Vitale. Curato da Francesca Guerisoli e patrocinato dall'Istituto di Storia Contemporanea “Pier Amato Perretta” di Como, l’evento espositivo parte proprio dalla riflessione di Vitale su come la società in cui viviamo sia “naturalmente” predisposta a dimenticare, sentendo quindi come un'urgenza la necessità di riaffermare alcuni valori fondanti della nostra storia.

Un collegamento tra passato e presente

Le opere di Vitale che nascono dalla storia e dalla memoria si relazionano con l'oggi attraverso protagonisti tradotti in simboli. In mostra, per mezzo della narrazione – lineare, per associazioni o per dettagli – insita nelle opere, l'artista attua un collegamento tra passato e presente, a livello temporale ed empatico, tra le persone, i luoghi, e i fatti.

Ciro Vitale, In Absentia #1

La serie “Frammenti”

La serie Frammenti riporta al tempo alla base dei lavori esposti. Dieci disegni tratti da dettagli di fotografie di famiglia degli anni trenta e quaranta, a cui è sottratta l'identità individuale a favore della rievocazione di una memoria collettiva, diventano icone di quei decenni.

Il video “In Absentia”

Il video In Absentia, costituito da stralci di filmati d'archivio montati insieme a riprese inedite, rappresenta un intreccio di episodi della storia italiana contemporanea dove sono emerse logiche antidemocratiche a cui si è contrapposta una forte reazione popolare. Attraverso i dittici fotografici In Absentia#1 e In Absentia#2, l'artista attua una riflessione sulla scomparsa di coloro i quali hanno vissuto in prima persona la Resistenza partigiana e con essa della memoria che direttamente custodiscono. Qui, i ritratti di ex partigiani, realizzati da Vitale nel 2009, sono affiancati a fotografie di luoghi-simbolo, le montagne del lecchese, costituendo una sintesi emozionale, narrativa e visiva.

L’installazione “Senza titolo (Omaggio alla memoria di Piazzale Loreto)”

Ciro Vitale. serie Frammenti (Monumento anonimo)

Elemento principe dell'installazione Senza titolo (Omaggio alla memoria di Piazzale Loreto) è il suono, attraverso cui l'artista collega idealmente uno dei luoghi della Resistenza, Piazzale Loreto, con una sala della Galleria Borgogna. Su un tavolo luminoso sono posizionati quindici lightbox con i ritratti fotografici sbiaditi dei “martiri di Piazzale Loreto”; l'elemento sonoro è costituito da una registrazione audio effettuata il 10 agosto 2009 nello stesso luogo e giorno in cui, nel 1944, furono giustiziati ed esposti al pubblico i corpi dei quindici partigiani. Con questo lavoro, l'artista da un lato intende restituire l'alto valore simbolico a Piazzale Loreto e dall'altro ne denuncia la scomparsa.

Opere intrise di umanità

Le opere di Ciro Vitale si presentano essenziali dal punto di vista formale e al tempo stesso intrise di umanità: il calore di una voce, lo sguardo di un personaggio ritratto, la forza di un dettaglio entrano in relazione e in contrasto con il minimalismo dei mezzi impiegati.

Scheda tecnica

  • Ciro Vitale. Ti dico degli assenti
    dal 5 febbraio al 19 marzo 2010
    Inaugurazione: giovedì 4 febbraio, ore 18
  • Curatore:
    Francesca Guerisoli
  • Galleria Arte Borgogna di Gianni Schubert
    Milano, via Visconti di Modrone 20 (MM San Babila)
  • Orario di apertura:
    lun-mer-ven, ore 15-19; mar-gio, ore 10-18
  • Ufficio stampa:
    Rosa Carnevale
    rosacr@hotmail.it
  • Info:
    Tel. (+39) 02 780884

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader