Mostre » MICHELE ZAZA. Il sogno del viaggiatore

Michele Zaza. Il sogno del viaggiatore

MICHELE ZAZA. Il sogno del viaggiatore

A Milano in mostra uno dei grandi interpreti della ricerca artistica degli ultimi 30 anni

a cura di David Bernacchioni, il 23/11/2009

Curata da Flaminio Gualdoni, la mostra “Il sogno del viaggiatore” aprirà i battenti domani, martedì 24 novembre, nelle sale della Galleria Bianconi di Milano. Nella sua nuova personale, Michele Zaza presenta una serie di lavori fotografici inediti e site specific, concepiti appositamente per l’esposizione nella galleria milanese, da sempre attenta alle molteplici evoluzioni dell’arte contemporanea.

In mostra le ultime opere realizzate da Zaza

“Il sogno del viaggiatore” è dedicata interamente alle opere dell’ultima stagione di Zaza, quella che si trova nel tempo della maturità dell’artista e che assume sempre più il carattere di un viaggio che si dipana come spazio poetico entro le misure del vivere.

In questa sua attuale ricerca, ideale viaggio fisico e metafisico, tutto si fa sostanza d’opera: il luogo, i corpi plastici, le immagini fotografiche, in una trama non univoca di relazioni, rimandi, livelli di percezione e introiezione, da cui scaturisce un’immagine che si impregna di valori tra il totemico e il feticistico, tra l’allusivo e il fantasticante.

Il valore di sacralità dell’immagine

Ideale fil rouge che si dipana in tutte le opere dell’esposizione appare la tensione che spinge l’artista verso il valore di sacralità dell’immagine. Così protagonista assoluto è il corpo fisico che “viaggia” costituendosi in un corpo secondo, mentale, fatto di coscienza metafisica.

"mettere insieme terra, cielo, uomo e coscienza"

L’artista propone, infatti, attraverso le sue opere un viaggio, che è insieme d’esperienza e di sapienza, in cui, come scrive lo stesso Zaza, “mettere insieme terra, cielo, uomo e coscienza”. E protagonisti di questo viaggio sono proprio i corpi plastici trasfigurati dall'artista mediante il maquillage blu, che restituiscono allo spettatore un'atmosfera magica e carica di simboli, in cui lo spazio diviene un luogo sacro, riferito metaforicamente alla struttura dell'universo, alla terra, e insieme al cielo. Uno spazio dove ritrovare la dimensione poetica e mitica dell’uomo, una sorta di viaggio in cui coesistono tempo, spazio, nascita, morte, finito, infinito,contingenza e trascendenza.

Scheda tecnica

  • Michele Zaza. Il sogno del viaggiatore
    dal 24 novembre al 24 dicembre 2009
    Inaugurazione: martedì 24 novembre, ore 18-21
  • Curatore:
    Flaminio Gualdoni
  • Galleria Bianconi
    Milano, via Fiori Chiari 18
  • Orario di apertura:
    lun-sab, ore 10.30-13 e 14-19
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Ufficio stampa:
    Arte e Comunicazione srl
    Sal. Maggiolo di Nervi, 6/2 - 16167 Genova
    Tel. (+39) 010 4040458
  • Corso Italia, 9 - 20122 Milano
    Tel. (+39) 02 58110731
    info@artecomunicazione.com
  • Info:
    Tel. (+39) 02 72007053
    Renata Bianconi renata.bianconi@galleriabianconi.com

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di David Bernacchioni, il 06/11/2008

Michela Zaza. PAESAGGIO MAGICO

Ospitata negli spazi della Galleria Enrico Fornello di Prato a partire da martedì 25 novembre, la mostra personale “Michele Zaza. Paesaggio magico” intende abbracciare la specificità dell'opera dell'artista in tutta la sua pienezza, accostando opere degli anni '70 alla sua ultim...