Cronaca » Urlo di Munch, la polizia ritrova il capolavoro rubato nel 2004

Urlo di Munch, la polizia ritrova il capolavoro rubato nel 2004

a cura di Redazione, il 01/09/2006

La polizia norvegese ha annunciato poche ora fa il ritrovamento del “grido” – più conosciuto come “L’Urlo” – e la “Madonna” di Edvard Munch, celebri dipinti rubati nel 2004 al museo Munchmuseet di Oslo. Secondo le prime informazioni diffuse dagli inquirenti, le opere sarebbero in buone condizioni. Inoltre non sarebbero stati effettuati fermi né pagati riscatti in denaro. La notizia del rinvenimento, di per sé clamorosa, era nell’aria dopo che David Toska, noto malvivente norvegese, nei giorni scorsi aveva chiesto uno sconto di pena in cambio di informazioni utili per il ritrovamento delle due opere rubate. Ma non è stato ancora chiarito se la sua collaborazione sia stata accettata e sia risultata determinante per il successo delle indagini.
I dipinti erano stati rubati nell’agosto 2004 proprio ad Oslo: due uomini armati e con il volto coperto fecero irruzione indisturbati nel Munchmuseet della capitale norvegese e portarono via “Il grido” e il quadro intitolato “Madonna” sotto gli occhi esterrefatti dei turisti, per poi fuggire a bordo di un’auto nera guidata da un complice. I due dipinti, del valore di almeno 83 milioni di euro, non sono ancora stati ritrovati. La tela trafugata nel 2004 è una delle quattro versioni de “Il grido” realizzate da Munch e all’epoca possedute dal museo. Le due rimaste sono conservate in magazzino. La quarta versione dell’opera, esposta alla Galleria Nazionale di Oslo, era stata anch’essa rubata nel febbraio 1994 durante la cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Lillehammer, e in seguito ritrovata intatta tre mesi dopo.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader