J » Jünger, Kati

Kati Jünger

Jünger, Kati

a cura di Redazione, il 29/07/2009

Kati Jünger è artista dalla misteriosa ed affascinante personalità. Nasce in Germania, a Monaco di Baviera, in una famiglia nella quale, sin da bambina, si respira arte: il padre Hermann è stato uno dei più importanti interpreti del rinnovamento del gioiello artistico del Novecento, la madre è stata scultrice e nel resto della famiglia si annoverano fotografi, scultori, pittori.

I temi d'ispirazione naturale

L'opera di Kati Jünger è lavoro di grande respiro artistico nel quale si possono individuare alcune costanti: una di queste "matrici" è certamente rappresentata dall'influenza che i temi d'ispirazione naturale hanno esercitato sulla sua formazione tecnica ed estetica. Molte delle sue opere, infatti, sono ispirate a motivi floreali ripetuti in strutture modulari che vanno a formare un gioco di incastri a mosaico impreziositi da dettagli cromatici che ne esaltano ulteriormente le linee, talvolta volutamente irregolari quasi a ripetere la "perfetta imperfezione" di madre natura.

Una tecnica di altissimo livello

La sua è una ceramica di grande versatilità nella quale alla leggiadria di alcuni lavori più squisitamente tecnici, quali ad esempio la lunga teoria di splendide teiere, si contrappone la potenza delle opere di maggiori dimensioni, quali i vasi, nelle quali è più evidente l'approccio fisico ed istintivo mai disgiunto, però, da una tecnica sempre di altissimo livello.

L’influenza dell’arte araba e bizantina

Un'altra direttrice lungo la quale si muove l'opera di Kati Jünger è rappresentata dall'influenza che l'arte bizantina e quella araba hanno avuto sulla sua formazione artistica, soprattutto il motivo del mosaico che arricchito da smalti e, talvolta, impreziosito da oro ci riporta ai fasti ed ai capolavori dell'Impero di Bisanzio.

Tra ricerca e sperimentazione

Tutta questa ricchezza ispirativa non è però esclusivamente rivolta al passato. Kati Jünger come ogni grande artista vive il proprio tempo e, per certi versi, ne anticipa i cambiamenti. Ne sono testimonianza la ricerca e la sperimentazione che effettua proponendo talvolta accostamenti e contaminazioni tra la ceramica ed altri universi quali, per esempio, quello delle plastiche e delle resine con le quali ama mescolare la terracotta in un mix tra antico e moderno che rende il lavoro finale ancora più intrigante e ricco di significati, estetici e simbolici.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader