Eventi » APOCRIFI. Memorie e leggende oltre i Vangeli

Caravaggio. Il riposo durante la fuga in Egitto, 1596-97. Galleria Doria Pamphili, Roma

APOCRIFI. Memorie e leggende oltre i Vangeli

Ad Illegio (Ud) in mostra ottanta capolavori tra pitture su tavola lignea, dipinti su tela, sculture, altari ed incisioni provenienti dai musei più autorevoli d’Europa. In esposizione anche uno straordinario Caravaggio

di Giovanni Cozzarizza, il 07/05/2009

Prosegue nella tradizione dell’elevatissimo standard, l’attività espositiva del Comitato di San Floriano di Illegio, piccolo centro montano nel cuore della Carnia (in provincia di Udine). Questo minuscolo paese, capace di produrre rassegne straordinarie, diventa ancora una volta prim’attore e scrigno di un avvenimento artistico di portata cosmopolita con “Apocrifi. Memorie e leggende oltre i Vangeli”, in programma fino al prossimo 4 ottobre 2009.

Le parole di monsignor Angelo Zanello, presidente del comitato promotore

L’evento fa seguito alle precedenti cinque grandi mostre internazionali tra le quali ricordiamo le ultime, in ordine di tempo: “Genesi, Il mistero delle origini” nel 2008 e “Apocalisse, l’ultima rivelazione” nel 2007. L’intento della mostra – come spiega monsignor Angelo Zanello, presidente del Comitato promotore e parroco di Tolmezzo e Illegio – é di sollevare “il velo di mistero che spesso s’immagina avvolgere gli antichi Vangeli apocrifi, ossia quelli che non entrarono nel canone delle Sacre Scritture, ma che talvolta lasciarono il segno in tanta parte della tradizione iconografica e devozionale cristiane”.

Guercino. Cristo resuscitato appare alla vergine, 1628-30. Pinacoteca Comunale di Cento (Fe)

In mostra opere provenienti dai più importanti musei europei

Ottanta capolavori sono presentati a costituire uno straordinario panorama di pitture su tavola lignea, dipinti su tela, sculture, altari ed incisioni - dal Medioevo ad oggi - selezionati dalle sedi museali più prestigiose d’Europa, come i Musei Vaticani, gli Uffizi di Firenze, la Galleria Borghese e la Galleria Doria Pamphilj di Roma, l’Accademia Carrara di Bergamo, la Galleria Tretyakov di Mosca, i Musei Reali di Arte e Storia di Bruxelles e diverse altre importantissime sedi.

Dal Guercino al Albrecht Dürer, da Pomponio Amalteo a Mazzolino

Nell’elegante e suggestiva sede della Casa delle Esposizioni si potranno ammirare, tra le altre, opere di Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino, Albrecht Dürer, Andrea Pozzo, Pomponio Amalteo, Ludovico Mazzolino, insieme con antiche e rare icone russe e bizantine. Illegio, inoltre, esporrà eccezionalmente (solo fino al 18 maggio) lo straordinario dipinto “Il riposo durante la fuga in Egitto” di Caravaggio. Questo capolavoro, del 1596 circa, lasciò la storica Galleria Doria Pamphilj di Roma soltanto in tre occasioni nella sua storia, alla volta di Londra, Parigi, Washington.

Fino al 18 maggio in mostra anche “Il riposo durante la fuga in Egitto” di Caravaggio

Naturalmente è proprio la tela del Caravaggio a tenere la scena, anche per le “rivelazioni” che sono state fatte durante la presentazione a Roma nella sede dell'ambasciata d'Italia presso la Santa Sede, dal ministro della cultura vaticano Monsignor Gianfranco Ravasi e dal sottosegretario ai beni culturali Francesco Giro.

Così il curatore don Alessio Geretti sulla tela di Caravaggio

Spiega, infatti, il curatore don Alessio Geretti che la tela contiene un messaggio in codice: lo spartito musicale che san Giuseppe tiene in mano di fronte all'angelo è un mottetto composto dal fiammingo Noel Bauldewijn nel 1519. Si tratta del «Quam pulchra es et quam decora», dedicato alla Vergine Maria ed ispirato dal Cantico dei Cantici. «È una specie di didascalia cifrata che ci spiega lo spirito mistico con cui l'artista ha dipinto questo capolavoro, il messaggio che il committente gli ha domandato di inscrivere nella scena», commenta don Geretti.

Il manifesto dell'evento

Il dipinto offre un’ulteriore prova, aggiunge l’ecclesiastico, che permette “di riscoprire quanto a fondo l'immaginario collettivo cristiano sia stato integrato e arricchito da alcune pagine dei Vangeli apocrifi”.

La presentazione romana si è avvalsa anche di un excursus, a cura di monsignor Ravasi, sui tre elementi di «mistero e nascondimento», «eccesso» e «nobiltà» presenti nei vangeli apocrifi.

Scheda tecnica

  • APOCRIFI. Memorie e leggende oltre i Vangeli
    fino al 4 ottobre 2009
  • Curatore:
    Alessio Geretti
  • Casa delle Esposizioni
    Illegio (Ud)
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 10-19; lun chiuso; aperture straordinarie lun 11/5 – 1/6 – 17/8
  • Biglietto:
    Intero € 7; ridotto € 5
  • Catalogo:
    SKIRA editore, Milano. A cura di Serenella Castri
  • Info:
    Tel. (+39) 349 2557768
    Sito web della mostra

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader