Mostre » LINO STRANGIS. Camping of Metaphorical Processes

LINO STRANGIS. Camping of Metaphorical Processes

Il giovane video artista al centro di una nuova esposizione che approfondisce, tra l’altro, gli aspetti teorici della sua produzione

a cura di Bernd Noack, il 27/04/2009

La celebre Sala 1 - Centro Internazionale d’Arte Contemporanea di Roma ospita la nuova mostra dell’artista calabrese (Lamezia Terme, 1981), già conosciuto al pubblico per Segnali Viandanti/Video Art Mini-Store. Curata da Eloisa Saldari, l’esposizione “Lino Strangis. Camping of Metaphorical Processes” sarà inaugurata giovedì 30 aprile 2009.

Un approfondimento sulla produzione di Strangis

La mostra, che vuole offrire una ricognizione sulle esperienze condotte da Lino Strangis negli ultimi anni, è soprattutto un approfondimento sugli aspetti teorici della produzione di questo giovane artista (Lamezia Terme, 1981) già conosciuto al pubblico per Segnali Viandanti/Video Art Mini-Store.

Le quattro installazioni audiovisive in mostra

Camping of Metaphorical Processes prevede la presenza di quattro installazioni audiovisive monocanale realizzate tra il 2008 e il 2009, - One Moment, Multy Identity Man, La Città che Sale e Scende, No Gravity Match on the World - di cui tre poste all’interno di tende canadesi, una serie di stampe e una postazione audio.

Le videosculture di Strangis

Le videosculture di Strangis sono works in progress realizzati con riprese di eventi in cui l’artista si è imbattuto casualmente, oppure con “frammenti strappati al cinema e alla televisione”. In ogni video la traccia di partenza dura pochi secondi e solo in seguito alle alterazioni attuate in fase di post-produzione Strangis ottiene l’opera finale.

Still tratto dall'installazione audiovisiva monocanale “La voce degli inascoltabili” (2008), nucleo centrale della mostra “Segnali dal pianeta Terra”, evento tenuto da Strangis nel maggio dello scorso anno al Gottardo occupato di Roma

"Non mi interessa raccontare storie"

I “processi metaforici” non sono che il risultato dell’interesse dell’artista, non tanto per il dato reale, quanto per l’elaborazione formale e concettuale delle visioni raccolte, considerata “vero e proprio veicolo di senso”. “Non mi interessa raccontare storie” dice l’artista, “ma creare processi che propongano concetti in forma di metafora”.

Le musiche composte dallo stesso Strangis

I video di Lino Strangis sono tutti accompagnati da musiche composte ed eseguite dall’artista e che conferiscono all’opera una forte componente simbolica ed evocativa.

Presentati anche dei video inediti dell’artista

Per la durata di Camping of Metaphorical Processes sarà possibile vedere per la prima volta il video inedito No Gravity Match on the World (2009) ed i video One Moment e Multy Identity Man, selezionati alla IV edizione di Magmart. Video Under Volcano. International Videoart Festival di Casoria.

Il catalogo-dvd

In occasione della mostra, realizzata in collaborazione con la Galleria Gallerati e con il patrocinio del MLAC - Museo Laboratorio d’Arte Contemporanea, sarà presentato il catalogo-dvd ad edizione limitata contenente testi di Enrico Cocuccioni, Marco Maria Gazzano, Domenico Scudero, Eloisa Saldari, e altri.

Scheda tecnica

  • Lino Strangis. Camping of Metaphorical Processes
    dal 30 aprile al 23 maggio 2009
    Inaugurazione: giovedì 30 aprile, ore 18.30
  • Curatore:
    Eloisa Saldari
  • Sala 1 – Centro Internazionale d’Arte Contemporanea
    Roma, piazza di Porta San Giovanni 10
  • Orario di apertura:
    mar-sab, ore 16.30-19.30
  • Info:
    Tel. (+39) 06 7008691
    salauno@salauno.com
    Sala 1

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 21/05/2008

LINO STRANGIS. Segnali dal pianeta Terra

Giovedì 22 maggio si inaugura presso il Gottardo occupato (Viale Gottardo 177, Roma) il primo degli eventi speciali legati al work in progress di Lino Strangis dal titolo Segnali Viandanti/Video Art Mini-Store. Per questa occasione l’artista sviluppa fino alle estreme conseguenze la poetica al...