Eventi » Il suono figurato, artisti a confronto con il tema musicale nella pittura

Il suono figurato, artisti a confronto con il tema musicale nella pittura

a cura di Redazione, il 06/06/2007

In occasione della manifestazione “Imola in Musica 2007”, si inaugura il 9 giugno a Palazzo Ludovico la mostra “Il suono figurato”, prodotta e organizzata da Mariella Gnani, Cristina Gatti, Panstudio architetti associati e Arthemisia. Il progetto espositivo, a cura di Stefano Cecchetto, si propone di mettere a confronto le esperienze realizzate per la musica da quattro artisti, diversi per formazione e uso delle tecniche espressive, che hanno dedicato alcuni aspetti del loro lavoro alla ricerca di una “sintonia” tra musica e pittura. Alle loro rappresentazioni del “tema musicale” in pittura si accompagnerà una performance dal vivo sul tema della “ninfa” come relazione tra immagine e intelletto. Il “clima” culturale che si respira visitando l’esposizione si preannuncia come un soffio di vento nuovo che riporta però indietro, a un tempo in cui la convergenza delle arti era indispensabile alla creatività, e la personalità dell’artista non rimaneva chiusa in canoni specifici o in binari pre-destinati. In questo contesto, tutte le arti: musica, letteratura, arti visive, architettura, rompono la frontalità del loro rapporto tradizionale per convergere all’interno di un flusso comune che spinge verso un mare aperto, fatto di scontri e confronti, assolutamente vitale.
Il percorso espositivo inizia con Eraldo Mauro e il suo “Cinque colori opachi-Cinque suoni trasparenti”: un’indagine mirata al confronto tra la singola nota, il colore appunto, e il suo processo di trasformazione in “suono” attraverso l’uso di una luce interiore che poi si esterna nell’intensità di una nota cromatica. Cinque colori di base (tre primari, più bianco e nero) sono la componente elementare per qualsiasi elaborazione cromatica, come lo sono le singole note, che abbinate tra loro danno vita ad altre forme, ad altri suoni.
Il percorso della memoria attraversa invece l’opera di Mauro Sambo; una ricognizione sul ricordo, filtrata attraverso la manipolazione digitale dell’immagine fotografica. “I miei strumenti musicali” evoca le reminiscenze dell’artista, mediante un percorso parallelo tra immagine e parola, legato all’uso di oggetti quotidiani, e agli strumenti musicali utilizzati dallo stesso per le sue performances sonore.
Più stretto intorno alla tradizione pittorica, con l’uso di materiali raffinati e di una tecnica ineccepibile, il lavoro di Elisa Montessori e Dario Serra indaga gli aspetti di una “costruzione emotiva” che lascia sulla carta la testimonianza di un’introspezione filtrata attraverso il segno di una musicalità interiore.
Le “Carte da Musica” di Elisa Montessori e Dario Serra riflettono nell’opera, l’armonia del gesto e la spiritualità di una composizione legata all’ideale romantico, impresso nella carta con l’asperità di una luce nuova: come un “sogno austero”, viatico di una forza antica.
La carta da musica utilizzata come foglio libero, come strumento di sovrapposizione per una scrittura che diventa segno, è una calligrafia celata, un linguaggio da decifrare come una sequenza musicale, una metafora della vita stessa: adagio, largo, andante con brio, pausa, silenzio. La mostra viene inoltre “attraversata”, durante l’inaugurazione (sabato 9 giguno), dal carattere espressivo e dalla creatività del filmosofema “Nymphosofia (Ninfosofia)” di Emiliano Montanari, attuata dalla performer Tying Tiffany: presenza viva di un suono che ri-percorre l’esposizione con la forza di un’esecuzione musicale che produce altri suoni, differenti segnali. Performance che sarà registrata e si potrà rivedere in un video in mostra.

Scheda tecnica


“Il suono figurato”. Mostra collettiva

dal 10 al 24 giugno 2007
Inaugurazione: sabato 9 giugno 2007, ore 18


Palazzo Ludovico
Imola, via Emilia 18

Orario di apertura:
Tutti i giorni, ore 18-22

Ingresso gratuito

Per informazioni sul programma:
Comune di Imola-Imola in Musica
Tel. (+39) 0542 602300 - 602131 - Fax (+39) 0542 602348
progetto.giovani@comune.imola.bo.it
Imola in Musica


stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader