Special » SPECIAL / Il nuovo Spazio Arti e Mestieri

Una bottega artigiana all'interna dello Spazio SAM

SPECIAL / Il nuovo Spazio Arti e Mestieri

Tutto quel che c’è da sapere sulla sede che punta a promuovere Firenze come polo internazionale dell’artigianato artistico

a cura di Redazione, il 21/04/2009

Il nuovo centro polifunzionale che sarà ribattezzato SAM (Spazio Arti e Mestieri) si sviluppa su una superficie di oltre 3.500 metri quadri con 35 botteghe (superficie complessiva di 1.100 metri quadri) attive nei settori della lavorazione del legno, della decorazione, della scultura, della pittura, della lavorazione del ferro, della stampa e delle incisioni, dei restauri e in tanti altri settori dell’artigianato artistico di qualità.

Realizzati anche nuovi spazi pubblici

Il recupero edilizio del Conventino ha permesso anche la realizzazione di nuovi spazi pubblici (un giardino con annesso un chiostro su circa 900 metri quadri), sei mini appartamenti per l’edilizia residenziale pubblica (quattro ubicati nella struttura adiacente all’ingresso di via Villani e due nell’ex alloggio del custode in via Giano della Bella) per una superficie complessiva di 260 metri quadri, uno spazio front-office come punto informativo e di promozione dell’artigianato artistico e spazi per la formazione di giovani artigiani (circa 150 metri quadri). L’intervento di recupero ha permesso anche l’ampliamento degli spazi collettivi e dei servizi igienici (per complessivi 750 metri quadri).

Il Vecchio Conventino prima della ristrutturazione

Diciotto artigiani selezionati attraverso bando pubblico

Gli artigiani attualmente presenti nel Conventino sono quindici e gli altri diciotto saranno selezionati grazie a un bando pubblico indetto dal Comune di Firenze che definisce criteri qualitativi e produttivi. Due “botteghe artigiane” saranno lasciate libere per poter ospitare, di volta in volta, artigiani del mondo che arrivano da fuori Firenze per proporre la propria attività, per imparare e per scambiare esperienze lavorative.
I costi di locazione mensile per gli artigiani saranno di circa 12 euro al metro quadro comprensivi anche dei servizi e delle utenze.

La Spazio SAM sede della Fondazione di Firenze per l’Artigianato Artistico

Nel Conventino avrà sede anche la Fondazione di Firenze per l’Artigianato Artistico.
A SAM sarà possibile vendere ed acquistare prodotti realizzati dagli stessi artigiani, con un “marchio di fabbrica” che li caratterizzerà come creazioni “doc”.
Annualmente saranno realizzate mostre sull’arte e l’artigianato e sulla commistione tra esse. Convegni, seminari, workshop, laboratori didattici per bambini e adulti. Non mancheranno incontri e scambi culturali e iniziative con altre analoghe istituzioni in Italia, in Europa e nel mondo. SAM produrrà piccoli libri, cataloghi, i cosiddetti “Libri a mano”. Fatti a mano e fatti in casa ma ogni libro potrà anche essere scaricato da internet e chiunque potrà avere la propria copia. Un kit di montaggio, o meglio un suggerimento, per rilegare il libro in proprio. Un primo esempio di “libro fatto a mano” è proprio il catalogo della mostra “MADE”, il primo evento che inaugurerà il Conventino.

La struttura dopo gli interventi di recupero

Gli interventi di recupero del Vecchio Conventino

Il progetto per il recupero del Conventino è stato curato dai tecnici dell'ufficio ERP (coordinamento architetto Roberto Melosi, responsabile del progetto e direttore dei lavori Massimo Padellini) ed è stato partecipato con gli artigiani, le associazioni e i comitati cittadini in un percorso coordinato dalla Fondazione Giovanni Michelucci che si è svolto presso la sede del Vecchio Conventino in via Villani. L’attività del laboratorio partecipativo è cominciata il 22 maggio 2002.
Gli interventi di restauro del Conventino, iniziati nel 2004, sono costati 3 milioni e 900.000 euro.

L’ultima di una serie di strutture restituite alla città di Firenze

Il progetto partecipativo del Conventino ha preso parte anche alla mostra “Le città cuore d’Europa” che (organizzata dall’associazione del Piano Strategico si è svolta nel 2004 spostandosi in alcuni luoghi della città).
Il Conventino in via Giano della Bella è l’ultima struttura, in ordine di tempo, che è stata recuperata e restituita alla città di Firenze: le Murate, l'ex convento di San Gaggio a Porta Romana, le Leopoldine in piazza Tasso e le Leopoldine in piazza Santa Maria Novella rappresentano altri obiettivi portati a termine.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di David Bernacchioni, il 21/04/2009

Firenze: inaugura lo Spazio SAM per l’artigianato artistico

Il sindaco di Firenze Leonardo Domenici ha presentato oggi alla stampa i lavori di ristrutturazione del Vecchio Conventino in via Giano della Bella, nello storico quartiere di San Frediano, grazie ai quali la struttura potrà ora ospitare il nuovissimo Spazio SAM per l’artigianato artistico....