Mostre » SICILIA 1968/2008, lo spirito del tempo

Renato Guttuso, La Vucciria, 1974, olio su tela, cm 300 x 300. Rettorato dell’Università degli Studi di Palermo. Foto di Fabio Sgroi

SICILIA 1968/2008, lo spirito del tempo

Al Riso - Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, una mostra illustra attraverso prestigiose opere di d’arte contemporanea, 40 anni di storia italiana e siciliana. L’iniziativa fa parte di “5venti”, una rete di progetti ideati da Renato Quaglia

a cura di Valentina Redditi, il 24/04/2009

Ci sarà tempo fino al prossimo 31 maggio 2009 per poter ammirare la mostra "Sicilia 1968/2008, lo spirito del tempo", curata da Valentina Bruschi, Salvatore Lupo, Renato Quaglia e Sergio Troisi. Ad ospitare l’evento, il settecentesco Palazzo Belmonte Riso, uno dei più interessanti esempi di residenza privata nobiliare palermitana neoclassica e sede del Riso - Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, anima del “museo diffuso” della Regione Siciliana.

Il "museo diffuso" ha trasformato l’isola in un grande laboratorio in progress che comprende attualmente i centri artistici di Palermo, Gibellina, Siracusa e Castel di Tusa.

Le opere in mostra "raccontano" quarant’anni di storia italiana e siciliana

"Sicilia 1968/2008, lo spirito del tempo" offre al visitatore una panoramica sugli ultimi quarant’anni di storia italiana e siciliana raccontati anche attraverso una selezione di opere d’arte contemporanea scelte tra quelle collezionate in Sicilia, quaranta: tante quante gli anni a cui ognuna fa riferimento.

Piero Dorazio, Dest II – Dest III, 1971, olio su tela, dittico cm 250 x 50 ciascuno. Collezione privata, Catania

L’esposizione suddivisa in due percorsi paralleli

La mostra si snoda in due percorsi paralleli: il primo riepiloga e ripropone gli avvenimenti storici che hanno inciso sull’emotività collettiva negli anni che vanno dal 1968 al 2008, dal terremoto che colpì la Sicilia occidentale nel gennaio del 1968 alla nascita dello SME e del primo Parlamento Europeo del 1979, dalla caduta del muro di Berlino del 1989 alla strage di Portopalo del 1996.

Il secondo espone una selezione di opere d’arte contemporanea che, entrate in quegli anni in raccolte siciliane private e pubbliche, in quei momenti di emozione comune, connettevano la Sicilia alla contemporaneità, modificandone il contesto personale o comune, mentre la storia permeava per ognuno di quegli anni “lo spirito del tempo”.

Il catalogo

Il catalogo della mostra è edito da Silvana Editoriale, con testi di Renato Quaglia, Valentina Bruschi, Salvatore Lupo e Sergio Troisi.

Il sito web ed "I quaderni"

L’attività di Riso è documentata sul sito internet del Museo Riso e da Riso/Annex. I quaderni, rivista periodica sui temi del contemporaneo, per raccontare e documentare le varie esperienze promosse, prodotte e valorizzate.

Cosa è "5venti"

Il Museo Riso è il centro promotore di un “museo diffuso” regionale che ha dato il via lo scorso anno a 5venti, una rete di progetti ideati da Renato Quaglia, per accogliere e valorizzare nel tempo le esperienze più significative d’arte contemporanea in Sicilia. Nel corso del 2009 sono in programma una serie di eventi che coinvolgeranno altri centri della regione con nuove iniziative e partnership internazionali.

Carla Accardi, Ombra su rosso blu - Omaggio al Presidente Kennedy, 1964, tempera alla caseina su tela, cm 170 x 210. Museo delle Trame Mediterranee - Fondazione Orestiadi, Gibellina (Tp). Foto di Fabio Sgroi

L’inizio del progetto: il restauro del “Grande Cretto” di Alberto Burri

A partire dal gennaio 2008, Riso ha coordinato a Gibellina un programma di studi e attività propedeutici al restauro del “Grande Cretto” di Alberto Burri, e ha installato “Circle of life” di Richard Long. A Castel di Tusa ha promosso il progetto artistico allestitivo “Doppio sogno” di Tobia Ercolino per una sala dell’Hotel Atelier sul mare e costituito una commissione di studio finalizzata alla istituzione, per questa particolare realtà, di un “museo intermittente”.

La partnership con la biennale di Berlino

Tra Siracusa e Palermo, in partnership con la biennale di Berlino, ha realizzato le residenze delle artiste Lili Reynaud-Dewar e Giulia Piscitelli, che hanno poi esposto le loro opere alla 5th berlin biennal for contemporary art e in mostre personali. Ha attivato, con sede a Palermo, S.A.C.S. Sportello per l’Arte Contemporanea della Sicilia, per la promozione della giovane creatività siciliana in Italia e all’estero, curato da Cristiana Perrella.

Scheda tecnica

  • Sicilia 1968/2008, lo spirito del tempo
    fino al 31 maggio 2009
  • Curatori:
    Valentina Bruschi, Salvatore Lupo, Renato Quaglia, Sergio Troisi
  • Riso - Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia
    Palermo, Corso Vittorio Emanuele 365
  • Orario di apertura:
    mar-dom, ore 10-20; gio-ven, ore 10-22; lun chiuso
  • Biglietti:
    Intero € 5; ridotto € 3
  • Catalogo:
    Silvana Editoriale
  • Info:
    Tel. (+39) 091 320532 – Fax (+39) 091 6090166
    info@palazzoriso.it
    Sito web museo
  • Uffici stampa:
    ufficio stampa Delos
    Tel. (+39) 02 8052151
    delosmi@tin.it
  • ufficio stampa Palazzo Riso
    Tel. (+39) 091 320532
    ufficiostampa@palazzoriso.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Bernd Noack, il 14/03/2009

Un museo diffuso per l’arte contemporanea della Sicilia

Ha aperto i battenti a Palermo il Riso, il nuovo Museo d'Arte Contemporanea della Sicilia. Il progetto nasce dal convincimento che il museo non deve essere "il museo del capoluogo", ma la sede palermitana di un progetto regionale unico in Italia, un progetto che coinvolge l'...