Cronaca » Un museo diffuso per l’arte contemporanea della Sicilia

Un museo diffuso per l’arte contemporanea della Sicilia

Ha aperto Palazzo Riso, sede palermitana di una struttura che punta a diventare rete nel territorio

a cura di Bernd Noack, il 14/03/2009

Da poche settimane la Sicilia gode di un nuovo importante spazio dedicato all'arte: il Riso, il nuovo Museo d'Arte Contemporanea dell'isola, che ha la sua sede principale a Palermo, nel settecentesco Palazzo Belmonte Riso, uno dei più interessanti esempi di residenza privata nobiliare palermitana neoclassica.

Il progetto Riso

Riso, Museo d'Arte Contemporanea della Sicilia nasce dal convincimento che il museo non deve essere "il museo del capoluogo", un altro soggetto tra i molti che già operano indifferenti al contesto siciliano, ma la sede palermitana di un progetto regionale unico in Italia, un progetto che coinvolge l'intera Sicilia e poggia sui principali poli della sua unica e originale vicenda d'arte contemporanea.

Raccolte le esperienze più significative d'arte contemporanea in Sicilia

Carla Accardi, Rosso verde, tecnica vernice su sicofoil, cm158x158 circa, 1967

Oggetto di un lungo e accurato restauro che ha interessato le coperture, i solai, le volte, la riqualificazione degli ambienti e delle corti e la riorganizzazione dei percorsi interni, il Palazzo rappresenta oggi il nuovo polo funzionale e fruibile del Museo, che raccoglie le esperienze più significative d'arte contemporanea in Sicilia.

Un centro promotore di un “museo diffuso” regionale

Il Museo Riso si propone come un museo stabile nella sua sede di Palermo e come un centro promotore di un “museo diffuso” regionale che trasformi tutta l'isola in un grande laboratorio artistico, con una rete di centri come Palermo, Gibellina, Siracusa e l'Atelier del Mare di Castel Tusa. Il progetto di questo laboratorio in progressione, ideato da Renato Quaglia e già avviato sul territorio con il nome di 5eventi, raccoglie e valorizza le più significative espressioni artistiche siciliane, scegliendo nuove partnership internazionali.

Le opere della collezione del Museo Riso: da Carla Accardi a Emilio Isgrò, da Paola Pivi a Domenico Mangano

Il patrimonio artistico della struttura, per ora limitato, composto di sole 26 opere che spaziano da maestri internazionali ad artisti italiani, inclusi i rappresentanti delle ultime generazioni, la allontana dalla consueta formula del contenitore di collezioni d'arte inserendola in uno schema di museo territoriale sviluppato su tutta l'area geografica siciliana.

Alessandro Bazan, Cacciata, olio su tela, cm 100x70, 2005

Tra gli artisti presenti troviamo i nomi di Carla Accardi, Richard Long (autore di Circleoflife 1997-2008, esposta a Gibellina), Christian Boltanski, Luca Vitone, Laboratorio Saccardi, Emilio Isgrò, Paola Pivi, Francesco De Grandi, Domenico Mangano.

“I quaderni”

Tra le attività del Museo si inserisce anche quella della rivista periodica sui temi del contemporaneo «I quaderni», che punta a raccontare e documentare le esperienze promosse, prodotte e valorizzate in Sicilia.

La mostra inaugurale

Il Museo ha inauguratola sua attività espositiva con la mostra “Sicilia 1968/2008. Lo spirito del tempo”, visitabile fino al 31 maggio 2009, che offre una panoramica sugli ultimi quarant'anni di storia italiana e siciliana raccontati attraverso quaranta opere d'arte contemporanea scelte tra quelle delle collezioni siciliane, ognuna delle quali riferita ad un anno in particolare.

(Fonte: CulturaItalia)

Info

  • Riso - Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia
    Palermo, Corso Vittorio Emanuele 365
  • Tel. (+39) 091 320532 – Fax (+39) 091 6090166
    info@palazzoriso.it
    Sito web museo

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader