Cronaca » Presentata la Fondazione Hangar Bicocca

Una visuale esterna dello spazio Hangar Bicocca. Foto Francesca Ferrari

Presentata la Fondazione Hangar Bicocca

Un nuovo soggetto per la diffusione dell’arte e della cultura contemporanee, nel segno dei grandi eventi già prodotti dal celebre spazio milanese.

a cura di Redazione, il 20/02/2009

Pirelli RE, Camera di Commercio di Milano e Regione Lombardia (con MBA Group in veste di socio partecipante) sono i membri fondatori della Fondazione Hangar Bicocca, presentata ufficialmente ieri al mondo della cultura milanese. La missione del nuovo soggetto sarà quella di sostenere le attività di Hangar Bicocca, noto luogo di produzione, promozione e diffusione dell’arte e della cultura contemporanea, del quale saranno presto ultimati i lavori di ristrutturazione degli spazi, con la restituzione al pubblico di un’area di 15.000 mq completamente rinnovata.

Uno spazio culturale multifunzionale e internazionale di eccellenza

L’identità culturale della Fondazione si fonda su una programmazione di mostre e di eventi caratterizzata dalla esplorazione della possibile commistione tra le diverse arti e i vari campi del sapere. Accanto alla produzione e alla promozione delle arti visive e performative contemporanee, la Fondazione Hangar Bicocca intende proporre una serie di eventi legati alla musica, al teatro, alla danza e alla letteratura, per offrire a Milano uno spazio culturale multifunzionale e
internazionale di eccellenza.

Il Comitato scientifico formato di due differenti gruppi di professionisti

Chiara Bertola, Direttore Artistico di Hangar Bicocca per il triennio 2009-2012

Per sviluppare questo ambizioso programma, Hangar Bicocca si è dotato di un Comitato Scientifico composto da due gruppi di professionisti: da un lato, quattro esperti di arte contemporanea, direttori di musei, critici e curatori; dall’altro, quattro esperti nei campi della semiotica, della filosofia, dell’economia e dell’innovazione, con l’obiettivo di rendere dinamico e dialettico il rapporto tra i suoi membri: Jan Hoet, fondatore dello S.M.A.K. di Ghent e Direttore Artistico del MARTa, Herford; Hans-Ulrich Obrist, Co-Director of Exhibitions and Programmes e Director of International Projects alla Serpentine Gallery, Londra; Marc-Olivier Wahler, Direttore del Palais de Tokyo, Parigi; Marina Wallace, Professor of Curation e Direttore di Artakt, Central Saint Martins College of Art & Design, University of the Arts, Londra; e Lotte Darsø, Associate Professor in Innovation at Learning Lab Denmark, School of Education, University of Aarhus; Paolo Fabbri, Professore di Semiotica dell’Arte e delle Letterature Artistiche, IUAV, Venezia; Giulio Giorello, Professore di Logica e Filosofia della Scienza, Università degli Studi, Milano; Severino Salvemini, Professore di Management, Università Bocconi, Milano.

Chiara Bertola direttore artistico per il triennio 2009-2012

Il primo compito del Comitato Scientifico è stato quello di eleggere il Direttore Artistico di Hangar Bicocca. La procedura di selezione è stata realizzata attraverso un bando pubblico via Internet cui hanno risposto circa cento candidati tra italiani e stranieri (40%) - a testimonianza di quanto già Hangar avesse saputo posizionarsi grazie alle sue recenti attività - poi selezionati in base alla loro esperienza, alla loro visione dello spazio e ad un progetto di esercizio di gestione con un milione di euro a disposizione. L’analisi dei testi elaborati dai candidati ha portato ad una rosa di cinque candidati che sono stati intervistati personalmente dal Comitato Scientifico nel dicembre 2008.

Anselm Kiefer, “I Sette Palazzi Celesti”, Hangar Bicocca, opera permanente © StudioBlu, Torino

Per tre anni, dal 2009 al 2012, Direttore Artistico di Hangar Bicocca sarà Chiara Bertola, direttore della Fondazione Furla a Bologna, ideatrice del Premio Furla e Curatore per l’Arte Contemporanea della Fondazione Querini Stampalia a Venezia. Il suo compito sarà quello di ideare e organizzare, traducendo e concretizzando le direttive del Comitato Scientifico, l’intero programma delle attività artistiche e culturali di Hangar Bicocca nel segno della multisciplinarietà e della trasversalità dei saperi che ha già caratterizzato l’attività sin qui svolta e che si intende fortemente sviluppare, avvalendosi anche di curatori esterni in funzione della loro specificità rispetto al programma.

L’Advisory Board presieduto dall’ex premier francese Dominique de Villepin

L’Advisory Board, il cui Presidente è Dominique de Villepin – ex primo ministro francese - ha trovato la disponibilità di figure di alto profilo sia nazionale che internazionale quali Ennio Brion, collezionista e precedente proprietario di Brionvega, Adelina von Fürstenberg, Presidente Art for the World, Ginevra, Franca Sozzani, Direttore Editoriale Conde Nast e Direttore di Vogue Italia, Shashi Tharoor, ex Segretario Generale Aggiunto alle Nazioni Unite e Presidente di Afras Venture, Dubai, Ghassan Salomè, ex Ministro della Cultura Libanese, Professore di Relazioni Internazionali alla Facoltà di Scienze Politiche di Parigi e Senior Advisor del Segretario Generale alle Nazioni Unite, Igor Ivanov, ex Ministro degli Affari Esteri, Russia, Jean Todt, membro del Consiglio di Amministrazione di Ferrari, Serge Weinberg, ex Amministratore Delegato di CFAO - Gruppo Pinault e presidente di Weinberg Capital Partners, Ross Lovegrove, designer.

Il progetto educativo HB-EDU

In linea con gli scopi della Fondazione, Hangar Bicocca ha dato vita ad un ambizioso progetto educativo chiamato HB-EDU, che, innestandosi su un progetto didattico precedente, ha raggiunto e contattato 1700 scuole in tutta Italia.
Il progetto, sviluppato in collaborazione con Valeria Cantoni amministratore delegato di trivioquadrivio e docente del corso Arte & Impresa presso l’Università Cattolica di Milano e Elena Ciresola, curatore di progetti formativi per istituzioni diverse tra cui la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, è un importante lavoro educativo rivolto a tutte le scuole e a tutti gli alunni tramite esperienze con l’arte esposta in Hangar Bicocca di tipo interdisciplinare.

HB Friends, il programma di affiliazione per i sostenitori privati

Per permettere anche ai privati di sostenere le attività di Hangar Bicocca è stato varato un programma di affiliazione - HB Friends - di cui il lettore trova i dettagli nella seguente scheda.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader