Eventi » Londra, da Bonhams battuto il busto di un principe indiano per 2,5 mln di euro

Londra, da Bonhams battuto il busto di un principe indiano per 2,5 mln di euro

a cura di Redazione, il 28/04/2007

Il busto del principe indiano ed eroe sikh, Maragià Duleep Singh, scultura in marmo realizzata a Roma circa 150 anni fa da John Gibson, allievo di Antonio Canova, è stata venduta alcuni giorni fa a Londra dalla casa d’aste Bonhams per 2,5 milioni di euro. Una vendita eccezionale, se si considera che il busto partiva da una stima iniziale di 37/52.000 euro: ma il forte  interesse dei compratori indiani ed inglesi – molti dei quali prima della vendita  hanno chiesto di poter essere fotografati accanto a questa figura storica – ha fatto lievitare il prezzo in maniera esorbitante. Ad aggiudicarsi la preziosa scultura è stato un collezionista privato inglese, dopo un ritmo serrato di offerte La precedente proprietaria ha commentato: “Credo che quello che è successo qui oggi dimostra che non esiste un prezzo per la storia."
Duleep Singh, Maragià di Lahore e Re dell’Impero Sikh, era il figlio del leggendario Leone del Punjab, Maragià Ranjit Singh, che in 30 anni, era riuscito a creare un regno che si estendeva dall’Oceano Indiano all’Himalaya. A 11 anni, il Maragià Duleep Singh, a capo del Punjab e proprietario del famoso diamante Koh-i-Noor (montagna di luce) venne destituito dalla Compagnia Britannica delle Indie Orientali ed esiliato in Gran Bretagna. La storia di Duleep Singh (1838-1893) ha una connotazione tragica ed è caratterizzata dalle manovre politiche del Governo Britannico e della Compagnia Britannica delle Indie Orientali. Attualmente Duleep è venerato dai sikh di tutto il mondo, molti dei quali si recano presso la sua ultima dimora ad Elvedon Hall in Norfolk.
 

Articolo correlato:  “Casa d’aste Bonhams, una storia lunga oltre due secoli”

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader