T » Tobey, Mark (1890-1976)

Mark Tobey, “Untitled (brown and yellow composition)”, 1970, tempera su carta montata su tela, cm. 113x66

Tobey, Mark (1890-1976)

a cura di Redazione, il 11/02/2009

Mark Tobey è nato nel 1890 nel Midwest (USA), dove ha trascorso gran parte dell’infanzia. Scopre sin da giovane la passione e l’attitudine al disegno, in cui si cimenta partendo dalla copia delle copertine delle riviste e dai disegni di ritratti per le illustrazioni di cataloghi.
Nel 1911 abbandona Chicago per trasferirsi nel Greenwich Village di New York, deciso ad essere disegnatore di moda.

I viaggi in Oriente e l’incontro con la fede Bahá'í

Durante il decennio seguente il suo talento viene progressivamente riconosciuto e diventa un pittore ricercato: comincia, infatti, a ritrarre numerose e importanti personalità dell’epoca.
Tra il 1920 e il 1940 compie diversi viaggi in Oriente: prima in Cina, poi in Giappone dove trascorre un mese presso un monastero Zen, e in Medio-Oriente dove ha la possibilità di visitare i santuari Bahá'í.

Il primo premio alla Biennale di Venezia 1958. La personale al Louvre del 1961

Ritorna in Inghilterra, poi di nuovo negli Stati Uniti dove hanno luogo alcune importanti esposizioni. Nel 1958 Mark Tobey riceve il primo premio alla Biennale di Venezia.
Nel 1961 il Louvre gli dedica un’esposizione personale di 300 opere: è Tobey il primo artista non francese ad essere ospitato in una sede tanto prestigiosa.

La mostra alla National Collection of Fine Arts di Washington

Nel 1974 a Washington presso la “National Collection of Fine Arts”, che fa parte del “Smithsonian Institution”, viene organizzata una mostra intitolata “Hommage à Mark Tobey” con circa 70 opere. Mark Tobey muore a Basilea nel 1976 portando con sé grandi successi internazionali e un forte apprezzamento europeo.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader