Mostre » ANTONELLA CALABRESE. Inquiete coscienze

Antonella Calabrese, Coscienze oziose, 2001, stampa digitale e smalto su tela, cm 80 x 80

ANTONELLA CALABRESE. Inquiete coscienze

A Viareggio in mostra un ciclo di lavori recenti dell’artista napoletana

a cura di Angelo Pinti, il 28/01/2009

A partire da sabato 31 gennaio 2009, gli spazi della galleria Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio ospitano la nuova mostra personale dell’artista campana Antonella Calabrese dal titolo “Inquiete coscienze”, patrocinata dalla Fondazione Carnevale e dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Viareggio.

Grottesche metafore dell’animo umano

Nella galleria viareggina diretta da Gianni Costa, viene presentato un ciclo di lavori recenti: tecniche miste (acrilici, smalti, sabbie, stampe digitali) in cui l'artista, utilizzando un segno essenziale in ambientazioni che ricordano il mondo dei cartoons, dà vita ad un bizzarro teatrino di singolari silhouettes, grottesche metafore dell'animo umano.

Così il critico Laura Sormani nell'introduzione del catalogo

Laura Sormani, nell'introduzione del catalogo della mostra, scrive: «Figure truci, guerrieri, coscienze isolate che si stagliano su paesaggi laconici, sfuggenti, dominati da sprazzi di materia e colori tendenti al terreo.Il segno rassicurante, gioioso, ha compiuto un salto semantico smettendo di illustrare icone Pop tutte tinte squillanti, fino a diventare qualcosa d'altro. Di certo un qualcosa meno rassicurante, ma che al tempo stesso sottende uno sguardo più complesso, la percezione consapevole di una realtà afferrabile attraverso il gioco, che però gioco non è mai stato e non può essere.

Antonella Calabrese, Tuffo nelle origini, 2008, stampa digitale, acrilici e smalto su tela, cm 32 x 47,5

Con disinvoltura, Antonella Calabrese muove i suoi pezzi: una partita fatta di superfici, linee libere, inserti fotografici, associazioni quasi automatiche. Dalla libertà di manovra con cui crea e disfa le sue strategie compositive, ricava un campo d'azione sempre vivo, dalla felicità d'invenzione, trae sorprese spiazzanti. Dall'eco ancestrale dei suoi graffiti più etnici, ottiene un tempo azzerato, dove l'immagine si pietrifica in un gesto rimasto incompiuto. Quello di un 'uomo' che per quanto si sforzi non riesce ad essere più che una caricatura di se stesso».

Chi è Antonella Calabrese

Nata a Napoli, diplomata in Pittura all'Accademia di Belle Arti della sua città, ha all'attivo partecipazioni a importanti rassegne sia in Italia che all'estero. Alcune sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.

Scheda tecnica

  • Antonella Calabrese. “Inquiete coscienze”
    dal 31 gennaio al 28 febbraio 2009
    Inaugurazione: sabato 31 gennaio, ore 17.30
  • Mercurio Arte Contemporanea
    Viareggio, corso Garibaldi 116
  • Orario di apertura:
    mar- sab, ore 17-19.30
  • Catalogo:
    in galleria, con testo critico di Laura Sormani
  • Info:
    Tel. (+39) 0584 426238
    info@mercurioviareggio.com
    Mercurio Arte Contemporanea

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader