Eventi » Fiesole, Giorgio De Chirico e un Novecento prima e dopo la Transavanguardia

Fiesole, Giorgio De Chirico e un Novecento prima e dopo la Transavanguardia

a cura di Redazione, il 10/04/2007

Mentre prosegue la grande retrospettiva ospitata a Palazzo Zabarella di Padova, inaugura a Fiesole sabato 14 aprile, presso la Basilica di Sant’Alessandro, “Giorgio de Chirico e un Novecento prima e dopo la Transavanguardia”, a cura di Giovanni Faccenda, una mostra promossa dal Comune di Fiesole e da Fiesole Musei, realizzata grazie alla Galleria Spagnoli nelle vesti di main sponsor. L’esposizione presenta opere scelte, fra capolavori noti, importanti inediti e ritrovamenti recenti, per un’intrigante rivisitazione storica, una mostra curiosa e inusuale costruita intorno alla geniale, ma anche tanto discussa figura di Giorgio de Chirico, al suo stretto legame con Fiesole.
Il cuore della mostra è costituito da un consistente nucleo di dipinti dell’inventore della Metafisica, sedici per l’esattezza, fra i quali “Cavalli in riva al mare” del 1934, “Castello di Rapallo” del 1947, “Interno metafisico con biscotti” del 1950, “Venezia” del 1952, “Trovatore” del 1954, “Piazza d’Italia” del 1962 e “Gli Archeologi” del 1965. Al loro fianco, troviamo le opere di alcuni dei grandi protagonisti del Novecento internazionale quali Massimo Campigli, Pietro Annigoni, Renato Guttuso, Ottone Rosai, Filippo de Pisis, Mario Sironi. Rilevanti pure le opere esposte dei fratelli Antonio e Xavier Bueno, di Mino Maccari e Primo Conti. Con quest’ultimo, altri illustri artisti fiesolani, di nascita o d’elezione, come Baccio Maria Bacci, Guido Peyron, Fernando Farulli e Leopoldo Paciscopi. A conclusione dell’itinerario espositivo, uno sguardo alla scena contemporanea attraverso quel versante sempre più rarefatto a cui appartengono alcuni noti maestri contemporanei: Alberto Sughi, Ugo Nespolo, Luca Alinari, Antonio Possenti e Angiolo Volpe.
“Giorgio de Chirico e un Novecento prima e dopo la Transavanguardia” rientra nel nutrito programma di iniziative che il Comune di Fiesole, insieme con Fiesole Musei, ha messo in cartellone per il 2007. Con l’occasione riapre un precorso integrato che consentirà con un unico biglietto di visitare, oltre alla mostra, il Museo e l’Area Archeologica (che ha ospitato un’anteprima dell’esposizione su De Chirico), il Museo Bandini, il Parco e la Villa Peyron, la Fondazione Primo Conti.

Scheda tecnica

“Giorgio de Chirico e un Novecento prima e dopo la Transavanguardia”
dal 14 aprile al 3 giugno 2007

Basilica di Sant’Alessandro
Fiesole (Firenze), via San Francesco

Orario di apertura:
tutti i giorni, ore 9.30-19

Biglietti:
mostra: € 5 / 3; biglietto cumulativo € 13 per tutti i luoghi che partecipano all’iniziativa

Info:
numero verde: 800 414240
Comune di Fiesole
Fiesole Musei

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader