Mostre » FOCUS. Stati e gradi di percezione

Tiziano Lucci, “Rigeneratore, brain frame n. 9572”, pittura elettronica, 2007

FOCUS. Stati e gradi di percezione

Al MLAC della Sapienza Università di Roma, una mostra collettiva che indaga il ruolo manipolatorio dell’immagine nell’epoca dell’homo videns

a cura di Valentina Redditi, il 16/01/2009

Curata da Stefano Elena e Chiara Erika Marzi, inaugura giovedì 22 gennaio la mostra collettiva “Focus. Stati e gradi di percezione”, ospitata nelle sale espositive del Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma. L’evento si colloca nell’ambito di un ciclo di mostre diretto da Simonetta Lux e curato da Domenico Scudero per lo stesso MLAC, e indaga i problemi connessi con il fenomeno della “percezione dell’immagine” attraverso un ricco percorso espositivo realizzato con opere di artisti internazionali.

L’immagine oggi gestisce e dirige il gusto, la conoscenza, la distinzione / identificazione di fatti e cose

Ha detto Aldous Huxley ne “L’arte di vedere”: «Gli occhi e il sistema nervoso sono responsabili della sensazione, la mente della percezione. La facoltà di percepire è collegata con le esperienze accumulate dall’individuo, in altre parole con la memoria».
Nella stagione dell’homo videns l’immagine gestisce e dirige il gusto, la conoscenza, l’apprendimento e la distinzione/identificazione di fatti e cose. Il suo frapporsi tra il nostro sguardo e le reali sembianze del tutto ne veicola le aspettative cambiandone significati e sensi, collocandoci nel non luogo della manipolazione che filtra il vero trasferendolo al di là di schermi e rappresentazioni, dietro i mezzi sempre accesi che trasmettono avatar e seconde vite.

Il tema dell'esposizione nelle differenti letture degli artisti invitati

“Focus” propone una selezione di artisti internazionali (Jan Bauer, Werner Gasser, Gabriele Giugni, Tiziano Lucci, Benedetta Panisson, Quayola, Yosuke Taki) le cui opere affrontano il tema con fare obliquo e misto, presentando ognuno una propria idea di percezione dell’immagine attraverso differenti frequenze modulari di definizione e/o punto di vista: enfatizzando il dettaglio di cronaca trascurato (Bauer); disturbando un fermo che diventa mosso per l’impertinenza furtiva dello scatto e approntando un punto fisso di cattura che (dis)attende il fuori campo (Gasser); immergendosi nell’apnea di un’acqua-corteccia retroilluminata (Giugni); offuscando la figura estranea e persa dell’Element Man (Panisson); esplorando l’ambiguità di forme reali associate a sostanze digitali (Quayola) o viaggiando in soggettiva tra le particelle di un microcosmo botanico in negativo (Taki). Sarà inoltre presentato un video esplicativo sulla tecnica espressiva dell’artista romano Tiziano Lucci.

Tentando considerazioni sull’equivocità del guardare

L’intento di “Focus” è quello di suggerire una gamma non prescritta di fruizioni ottiche multimediali, ponendo lo spettatore a stretto contatto con la sua idea di assorbimento e ricezione e tentando di avviare considerazioni riguardanti l’equivocità del guardare, il sempre maggiore allontanamento dall’individualità e univocità dell’interpretazione, per una possibile esercitazione e riappropriazione del senso che porti a temere o insegni a schivare la “massima” di Semir Zeki: «Negli ultimi due decenni la neurologia ha compiuto scoperte stupefacenti sul sistema visivo cerebrale. Ora non è più possibile separare il processo della visione da quello della comprensione».

La mostra fa parte del ciclo espositivo diretto da Simonetta Lux e curato da Domenico Scudero

L’evento fa parte del ciclo espositivo del MLAC diretto da Simonetta Lux e curato da Domenico Scudero, realizzato con il contributo della Regione Lazio per la ricerca “Applicazione nuove tecnologie multimediali arte contemporanea” e patrocinata dall'Ambasciata della Repubblica Federale di Germania Roma. La mostra è realizzata in collaborazione con la Galleria artMbassy di Berlino. Contribuiscono anche Inside Art, INAIL, l'Ente Germanico per il Turismo e Air Berlin.

Il premio “A Berlino!”, indetto dal Mlac con la sponsorizzazione di Air Berlin group

Il 22 gennaio, giorno dell’inaugurazione della mostra “Focus”, partirà anche il premio “A Berlino!” indetto dal Mlac con il patrocinio dell’ambasciata tedesca di Roma e con la sponsorizzazione di Air Berlin group. Inside Art è media partner dell’iniziativa. Potranno partecipare gli studenti di Storia dell’arte contemporanea e di Metodologie storico critiche curatoriali della Sapienza di Roma. Il concorso consisterà nell’elaborazione critica scritta in risposta a domande intorno alle immagini in mostra. Lo studente più meritevole vincerà un biglietto aereo andata e ritorno Roma-Berlino-Roma sponsorizzato da Air Berlin. La giuria, formata da un rappresentante del Mlac, un rappresentante di Inside Art e un rappresentante dell’Ambasciata tedesca, esaminerà gli scritti e premierà i vincitori al finissage della mostra previsto il 27 febbraio. Maggiori informazioni sul premio si possono avere sui siti di LuxFlux e Inside Art

    Scheda Tecnica

  • “FOCUS. Stati e gradi di percezione”. Mostra collettiva
    dal 22 gennaio al 27 febbraio 2009
    Inaugurazione: giovedì 22 gennaio, ore 18.30
  • Curatori della mostra:
    Stefano Elena, Chiara Erika Marzi (Galleria artMbassy, Berlino)
  • Direttore del ciclo di esposizioni:
    Simonetta Lux
  • Curatore del ciclo di esposizioni:
    Domenico Scudero
  • MLAC - Museo Laboratorio d’Arte Contemporanea
    Roma, Piazzale Aldo Moro 5
  • Orario di apertura:
    lun-ven, ore 10-19.30
  • Info:
    Tel. (+39) 06 49910653 - Fax (+39) 06 49910365
    muslab@uniroma1.it
    LuxFlux

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader