Mostre » OMAGGIO A FATTORI. Acqueforti

Giovanni Fattori, “I carbonai” (1885 circa) acquaforte

OMAGGIO A FATTORI. Acqueforti

Nella “Saletta” della libreria antiquaria Gonnelli di Firenze, un tempo frequentata da D’Annunzio, Croce e Prezzolini, un’affascinante esposizione di incisioni del maestro livornese

a cura di Bernd Noack, il 13/01/2009

Le celebrazioni fiorentine del centenario della morte di Giovanni Fattori – snodatesi lungo tutto il 2008 con gli appuntamenti del programma “Firenze per Fattori”, fra i quali sono tutt’ora in corso le esposizioni “Macchie di luce. I Macchiaioli e la fotografia” e “L’altra faccia dell’anima. Ritratti di Giovanni Fattori” – proseguono idealmente grazie ad un’affascinante mostra di incisioni del maestro livornese ospitata fino al 31 gennaio 2009 nella Saletta della Libreria Gonnelli, fondata nel 1875 e tra le più antiche librerie antiquarie d'Italia tutt’ora esistenti.

26 acqueforti tutte appartenenti a tirature coeve

“OMAGGIO A FATTORI. Acqueforti”, questo il titolo dell’esposizione, presenta 26 acqueforti tutte appartenenti a tirature coeve, stampate cioè quando l’artista era ancora in vita. Una menzione particolare merita anche la location, quella “Saletta Gonnelli” un tempo frequentata da illustri personaggi della cultura del calibro di Gabriele D'Annunzio, Giovanni Papini, Benedetto Croce e Giuseppe Prezzolini.

Gli storici rapporti tra Giovanni Fattori e la Libreria antiquaria Gonnelli

Anche il pittore Giovanni Fattori (Livorno 1825 - Firenze 1908) ha rivestito un’importanza particolare nella storia della libreria fiorentina: insegnante nella vicina all’Accademia di Belle Arti (sede della mostra “I luoghi di Giovanni Fattori nell’Accademia di Belle Arti di Firenze. Passato e presente”, recentemente conclusasi), mandava a vendere all’allora proprietario Luigi Gonnelli le sue tavolette dipinte, che venivano comprate per qualche “cavurrino”, dal nome della banconota da due lire con il ritratto di Cavour. Quasi sempre almeno un disegno, un'acquaforte o una litografia di Fattori sono apparse nei cataloghi della Libreria Gonnelli contenenti stampe d'autore.

L'attività incisoria dell’artista livornese ha da sempre attirato l'attenzione di numerosi collezionisti e studiosi tra i quali spicca senz'altro la figura di Sebastiano Timpanaro sr, celebre scienziato e storico della scienza, di cui la Libreria Gonnelli ha recentemente pubblicato un corposo carteggio.

    Scheda tecnica

  • “OMAGGIO A FATTORI. Acqueforti”
    fino al 31 gennaio 2009
  • Libreria Antiquaria Gonnelli
    Firenze, Via Ricasoli 6-14R
  • Orario di apertura:
    mar-sab, ore 9-13 e 16-19
  • Info:
    Tel. (+39) 055 216835 - Fax (+39) 055 2396812
    info@gonnelli.it
    Libreria Antiquaria Gonnelli

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 16/02/2008

Fattori, Giovanni

Giovanni Fattori nasce a Livorno il 6 settembre 1825 e inizia a lavorare fin da piccolo al banco d’affari del fratellastro Rinaldo, manifestando una precoce passione e un indubbio talento per il disegno. A 15 anni il padre Giuseppe lo manda perciò a lezione dal pittore Giuseppe Baldini. È il 1...